Isaac Asimov

Non voglio sindacare sul valore d'inventare storie fantastiche. È un'arte nobile, che richiede grande abilità. Lo so. È da anni che mi guadagno da vivere così.

Conosco Asimov principalmente come autore di fantascienza. In passato ho letto anche alcuni dei suoi gialli, ma neanche li ricordo, non mi hanno colpito particolarmente, invece mi hanno emozionato tantissimo i suoi scritti riguardanti quello che è poi il suo genere per eccellenza, tanto che l'ho ben presto annoverato tra i miei autori preferiti! :)
Perché mi piace così tanto? Bè, perché è proprio un grandissimo narratore! La cosa che più mi piace in lui è che anche se ci parla di robot, astronavi e alieni alla fin fine sta parlando sempre di noi umani! Infatti io la penso più o meno come lui: nel passato, nel futuro, sulla Terra o chissà dove nello spazio, la natura umana non è cambiata, né cambierà poi di molto. Inoltre i suoi romanzi sono sempre emozionanti, avventurosi, coinvolgenti, sorprendenti... e anche con un pizzico di romanticismo più qualche spunto di riflessione. Che cosa di può volere di più?
Oltre ai gialli e ai libri di fantascienza la straordinariamente ampia bibliografia di Asimov comprende anche alcuni testi di divulgazione scientifica. Io ne ho letto uno solo, Civiltà Extraterresti, ma mi è stato sufficiente per confermare il talento di Asimov che è capace di rendere la scienza veramente appassionante!

Biografia

Isaac Asimov (in russo: Исаак Юдович Озимов[?], Isaak Judovič Ozimov) nasce il 2 gennaio 1920 a Petroviči, un villaggio nei pressi di Smolensk, in Russia, da una famiglia ebraica; all'età di tre anni emigra con la famiglia negli Stati Uniti, stabilendosi nel quartiere di Brooklyn, a New York.
I genitori gestiscono un negozio di giornali e dolciumi e proprio qui il giovane Isaac inizia ad appassionarsi alla fantascienza leggendo le riviste del settore che periodicamente arrivano al padre, Judah Asimov.
Il suo primo tentativo con la scrittura è a soli undici anni, quando scrive un racconto dal titolo "The Greenville Chums at College". Il suo primo racconto ad essere pubblicato è, invece, "Little Brothers", nel 1934, mentre frequenta le scuole superiori.
Dopo il diploma frequenta la Columbia University, dove si laurea nel 1939 in chimica e biologia.
Dopo la laurea, trova molte difficoltà ad entrare nelle scuole mediche di New York, ma finalmente nel 1941 riesce ad ottenere un master presso la Columbia University. Quello stesso anno pubblica il racconto "Notturno", osannato dalla critica come il miglior racconto di fantascienza mai scritto.
Nel 1942 sposa Gertrude Blugerman, di Toronto (Canada), artista, da cui diverzierà nel 1973 per sposare Janet Jeppson. Lo stesso anno esce Neanche gli dei, il romanzo preferito di Asimov, vincitore di un premio Hugo e di un Nebula.
Asimov muore il 6 aprile 1992 a New York: era stato infettato dall'HIV durante una trasfusione di sangue nel 1983. Che l'AIDS fosse stata la causa della sua morte è stato rivelato dieci anni dopo nella biografia scritta dalla moglie Janet, It's Been a Good Life. Coerentemente al suo ateismo, la salma è stata cremata e le sue ceneri disperse, come aveva chiesto.
In suo onore è stato dato il suo nome all'asteroide 5020 Asimov.
Informazioni più dettagliate sulla sua vita e le sue opere si possono trovare sulla pagina della Wikipedia a lui dedicata.

Mie Recensioni

In questa pagina i titoli sono riportati in ordine cronologico di uscita dei libri. Per vedere in ordine "narrativo" quelli della sua saga fantascientifica Storia Futura, da un'occhiata QUI.

1950 - Io, Robot (I, Robot)
1953 - Abissi d'acciaio (The Caves of Steel)
1956 - Il sole nudo (The Naked Sun)
1963 - Prima fondazione (Foundation)
1964 - Il secondo libro dei robot (The Rest of the Robots)
1955 - La fine dell'eternità (The End of Eternity)
1977 - "Il tredicesimo giorno" - racconto - (The Thirteenth Day Of Christmas)
1989 - Nemesis (Nemesis)
1979 - Civiltà Extraterresti (Extraterrestrial Civilizations)
1983 - The Robots of Dawn (I robot dell'alba)
1985 - Robots and Empire (I robot e l’Impero)

Copertine

(Solo quelle delle mie edizioni.)

Link

[Se avete un sito o un blog dedicato ad Asimov, o ne conoscete qualcuno, segnalatemelo, sarò felice di aggiungerlo!]




L'esperienza mi ha insegnato che per quanto gli scienziati possano sentirsi sicuri, la natura riesce sempre a sorprenderli.
(da Nemesis)