Jane Austen

Sembra che per un generale desiderio si disprezzino le capacità e si sottovaluti il lavoro dei romanzieri ignorando opere che hanno soltanto genialità, spirito e buon gusto per essere apprezzate.
[...]
È [...], insomma, soltanto un’opera nella quale si manifesta una grande forza intellettuale, una profonda conoscenza della natura umana, una indovinata indagine delle sue varietà e uno spirito, un humor espresso nel più scelto linguaggio.
(da L’abbazia di Northanger)

Ho iniziato ad amare la Austen fin da subito, dal primo incontro con lei, quando per la prima volta permisi a Orgoglio e Pregiudizio di sorprendermi e conquistarmi! A questa sono poi seguite altre letture e riletture, e per fortuna me la sono presa comoda, così al momento posso gioire del fatto che ho ancora qualche romanzo della Cara Zia Jane da scoprire, ancora non li ho letti tutti.

Non ricordo bene come e perché mi sono avvicinata a questa autrice, forse semplicemente per il fatto che amo molto i classici. Certo non mi aspettavo di trovare i suoi romanzi tanto moderni, tanto accattivanti, scritti con tale ironia che, devo ammetterlo, mai mi sarei aspettata da una giovane donna di due secoli fa!!!

Ma penso che la cosa che amo di più nei romanzi di Jane siano i suoi personaggi! Andando a rivedere i miei commenti sui romanzi letti finora ho visto che non posso fare a meno di elogiarli sempre moltissimo! I personaggi della Austen sono a volte strani ed eccessivi, ma sempre molto veri, e trattati tutti con la stessa solita spumeggiante ironia, sia le sue eroine che gli antagonisti di turno, sia i personaggi principali che quelli che compaiono solo per poco, la sagacia di zia Jane non risparmia nessuno!! Ma soprattutto tutti, proprio tutti i personaggi, sono caratterizzati da una vividezza e una “tridimensionalità” che ce li fa visualizzare così bene che se si tolgono gli abiti regency potrebbero essere tutte persone che ci può capitare (o che spesso e volentieri ci è già capitato) di incontrare davvero.
Non mi dilungo a parlare delle eroine create dalla penna della zia Jane (potrei scrivere dei trattati già solo su Elizabeth Bennet!), ma vorrei spendere solo due parole sui protagonisti maschili: fino ad ora non ne ho conosciuto neanche uno che non fosse, a suo modo, estremamente affascinante! :)

Infine, un ultimo commentino sullo stile di questa fantastica autrice! Di recente grazie al bellissimo sito JAusten.it ho potuto finalmente leggere uno dei suoi romanzi (Ragione e sentimento) direttamente in lingua originale, e sono rimasta stupita della facilità con cui ho potuto leggere questo inglese vecchio di due secoli! Davvero uno stile molto moderno, semplice, fresco e vivace!

Biografia

Jane Austen nacque a Steventon (Contea di Hampshire, nel sud dell'Inghilterra) il 16 dicembre 1775, penultima di otto figli, sei maschi e due femmine. Suo padre George era un pastore anglicano Austen, la madre si chiamava Cassandra Leigh.
Iniziò a scrivere fin da giovanissima, e pubblicò il suo primo romanzo, Ragione e sentimento, nel 1811, in forma anonima, firmandosi semplicemente "A Lady" (maggiori informazioni sull'argomento QUI). A questo seguirono altri tre romanzi, più altri due pubblicati purtroppo postumi, che costituiscono i cosiddetti "romanzi canonici", a cui si uniscono un buon numero di opere "minori" (le virgolette sono d'obbligo quando si parla di uno scritto di Jane!).
La nostra povera Jane si ammalò gravemente nel 1816, non si sa di preciso di quale malattia (molte sono, ancora oggi, le speculazioni) e morì purtroppo l'anno dopo, per la precisione il 18 luglio 1817, a soli 41 anni.
Informazioni più dettagliate sulla sua vita e sulla sua famiglia si possono trovare sulla pagina della Wikipedia a lei dedicata nonché sul già citato sito JAusten.it.

Mie Recensioni

Ragione e Sentimento (Sense and Sensibility) (1811)
Orgoglio e pregiudizio (Pride and Prejudice) (1813), anche QUI e QUI
Mansfield Park (Mansfield Park) (1814)
Emma (Emma) (1816)
L’abbazia di Northanger (Northanger Abbey) (1817)
Persuasione (Persuasion) (1817)
Lady Susan (Lady Susan) (1871)

Link

[Se avete un sito o un blog dedicato alla Zia Jane, o ne conoscete qualcuno, segnalatemelo, sarò felice di aggiungerlo!]

















Twitter
JaneAustenLIVES
#JaneAusten