scritto da Phoebes
lunedì 18 20 Febbraio13
alle 17:33
Categoria : _cinema_

Rubrica dedicata alle recensioni dei film, due o più nello stesso post. Qui commenterò film visti anni fa che mi va di condividere, ma anche film visti più di recente per cui però non mi va di fare una recensione a parte in un solo post. Quando mi riesce vorrei anche provare a raggruppare i film per genere, o per qualcosa che li accomuna.
I film vecchi solitamente non avranno voto, perché essendo appunto passato del tempo mi posso ricordare se mi è piaciuto o no, ma non valutare il “quanto”.

C’ho preso gusto con questa cosa delle recensioni di film a tema! Stavolta ho scelto un genere che mi piace moltissimo: il musical!

Chicago

(Chicago, 2002)

di Rob Marshall

Pop… Six… Squish… Uh uh… Cicero… Lipschitz…
Le sei allegre assassine della prigione di Cook County, nella canzone Cell Block Tango

Chicago, anni Venti. Roxie Hart vuole diventare famosa come cantante e ballerina, e per questo non esita a tradire il marito con un uomo che le promette celebrità. Quando si rende conto di essere stata ingannata, Roxie uccide l’amante, e si ritrova nella prigione di Cook County insieme a Velma Kelly, anche lei accusata di omicidio. Le due donne si contendono l’attenzione dei giornalisti e dell’avvocato Billy Flynn.

Film visto qualche anno fa. Musical. Soggetto di Bob Fosse, Fred Ebb, Maurine Dallas Watkins. Sceneggiatura di Bill Condon. Con Renée Zellweger (Roxie Hart), Catherine Zeta-Jones (Velma Kelly), Richard Gere (Billy Flynn), Queen Latifah (Mama Morton), John C. Reilly (Amos Hart), Lucy Liu (Kitty Baxter), Christine Baranski (Mary Sunshine), Chita Rivera (Nickie), Susan Misner (Liz), Denise Faye(Annie), Deidre Goodwyn (June), Ekaterina Chtchelkanova (Hunyak), Mýa Harrison (Mona)
Come ho detto i musical mi piacciono molto, eppure questo qui non mi attirava particolarmente, nonostante le due attrici protagoniste mi piacciano molto. Alla fine l’ho visto qualche anno fa in compagnia di amici, e mi piacque davvero molto! La storia è totalmente amorale e spregiuficata (delle assassine che tentano di farsi giudicare innocenti manipolando l’opinione pubblica), e anche oserei dire non poco attuale. Le canzoni sono belle, in particolare io ADOOOORO Cell Block Tango. Le protagoniste sono eccezionali, e anche gli altri attori e cantanti mi sono piaciuti molto, in particolare Queen Latifah, l’estremamente corruttibile custode della prigione femminile, e le altre cinque “allegre assassine” (la sesta è Catherine Zeta-Jones). Le canzoni sono belle, molto coreografiche (che per un musical può sembrare una banalità ma non so come altro descriverle!), e hanno una particolarità rispetto ai soliti musical: sono come estraniate dal resto della storia, l’ambientazione quando cantano e ballano è sempre diversa da quella “reale”. Cerco di spiegarmi… quando Roxie canta dell’ingenua fedeltà del marito (Funny Honey) si ritrova su un palco come si stesse esibendo, ma in realtà sta vicino al marito interrogato dalla polizia. Oppure durante il processo, che è un circo di cui Flynn è il mattatore, nei momenti di canto l’aula di tribunale diventa davvero un circo. So che non è una cosa proprio diversissima da quel che accade in altri musical, ma non mi era mai capitato di trovare un film in cui le parti recitate e quelle cantate fossero così separate le une dalle altre come avvenissero in diversi piani dimensionali! Anche se mi ha all’inizio stupito un po’, ho comunque apprezzato anche questo aspetto.
Tutto quanto detto finora, miscelato insieme, è risultato un film divertente e molto piacevole da vedere e ascoltare, insomma, un musical davvero bello!
Curiosità
Questo film ha vinto veramente taaaaaaaaanti premi, tra cui ben 6 Oscar: Miglior sonoro, Miglior montaggio, Migliori costumi, Migliore scenografia, Miglior attrice non protagonista (Catherine Zeta-Jones) e pure Miglior film.

Grease (Brillantina)

(Grease, 1978)

di Randal Kleiser

Summer days driftin’ away,
to uh-oh those summer nights!
Danny e Sandy

Sandy e Danny hanno passato un’incantevole estate d’amore. Il ragazzo pensa che sia solo un flirt estivo di cui vantarsi coi suoi amici, e che non vedrà mai più la ragazza, perciò rimane sconvolto quando se la ritrova nella sua stessa scuola. Danny è quindi combattuto tra i sentimenti che prova per Sandy e la sua reputazione di “duro”.

Film visto qualche anno fa. Musical. Soggetto di Jim Jacobs e Warren Casey (musical). Sceneggiatura di Bronte Woodard. Con John Travolta (Danny Zucco), Olivia Newton-John (Sandy Olsson), Stockard Channing (Betty Rizzo), Jeff Conaway (Kenickie)
Ho visto per la prima volta questo film non molti anni fa, vergognosamente in ritardo quindi, considerato che è più vecchio di me, e la stragrande maggioranza dei miei coetanei (o, almeno, delle mie coetanee) l’ha visto durante l’adolescenza. Certo, conoscevo molte canzoni, probabilmente avevo anche visto qualche spezzone e sapevo qualcosa della trama, ma l’intero film l’ho visto che ero già grande e, credo, un volta sola. Questo non significa, comunque, che non mi sia piaciuto! E’ sicuramente uno dei musical più famosi del cinema, e la sua fama non è immeritata! Le canzoni sono carinissime, John Travolta è fantastico, bravi tutti gli altri.
Inutile penso che mi metta a descrivere le varie canzoni, sono tutte molto conosciute! C’è però una scena non cantata che mi è rimasta impressa, perché secondo me fatta davvero molto bene. E’ quando Rizzo confida ad un amica che teme di essere incinta, pregandola di non rivelare la cosa. Poi vediamo Rizzo che cammina per il drive in nello sfondo, mentre in primo piano la voce “Rizzo ha messo la pagnotta nel forno” si propaga praticamente alla stessa velocità con cui lei attraversa il parcheggio. E’ una scena breve, e forse non una delle più importanti, ma mi piace molto! Se siete curiosi, la trovate QUI.

Mamma Mia!

(Mamma Mia!, 2008)

di Phyllida Lloyd

You are the Dancing Queen
young and sweet
only seventeen!
Tanya e Rosie

Con la colonna sonora interamente composta da canzoni degli ABBA seguiamo le vicende della giovane Sophie, che vive con la madre Donna in un’isola greca, dove le due gestiscono un albergo. Sophie sta per sposarsi, e vorrebbe essere accompagnata all’altare da sua padre, solo che non sa chi è. Leggendo i diari della madre del periodo del suo concepimento, scopre che Donna ha frequentato nel giro di poco tempo tre uomini diversi, quindi suo padre deve essere uno di loro. Di nascosto dalla madre Sophie li invita tutti e tre a nome suo sull’isola, decisa a scoprire chi dei tre è veramente suo padre.

Film visto nel 2008. Musical. Soggetto e sceneggiatura di Catherine Johnson. Con Meryl Streep (Donna Sheridan), Amanda Seyfried (Sophie Sheridan), Pierce Brosnan (Sam Carmichael), Colin Firth (Harry Bright), Stellan Skarsgård (Bill Anderson), Julie Walters (Rosie), Christine Baranski (Tanya), Dominic Cooper (Sky), Philip Michael (Pepper), Rachel McDowall (Lisa), Ashley Lilley (Ali)
Io questo film l’ho veramente adorato!! Non sono mai stata una grande fan degli ABBA, infatti diverse canzoni non le conoscevo, però ascoltandole nel contesto di questo film mi hanno veramente entusiasmato, in particolare Dancing Queen. La storia è carina e anche mediamente originale. Gli attori/cantanti sono bravi, Maryl Streep è strepitosa, fantastiche le sue due amiche, bravissima la giovane Amanda Seyfried, e bravi anche i maschietti… a parte Pierce Brosnan la cui voce originale mi ha sorpreso in negativo in quanto per niente affascinate come i personaggi che di solito interpreta lasciavano supporre.
Proprio un bel musical!

Moulin Rouge!

(Moulin Rouge!, 2001)

di Baz Luhrmann

The greatest thing you’ll ever learn is just to love and be loved in return!
La cosa più grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare!
Christian

Parigi, 1899. Christian è un giovane aspirante scrittore appena trasferitosi nel quartiere di Mont-Martre. Qui conosce una compagnia teatrale molto bohémien che lo mette in contatto col mondo del Moulin Rouge, e gli permette di conoscerne la stella, la bellissima Satin.

Film visto nel 2002 circa. Musical. Soggetto e sceneggiatura di Baz Luhrmann e Craig Pearce. Con Nicole Kidman (Satine), Ewan McGregor (Christian), John Leguizamo (Henri de Toulouse-Lautrec), Jim Broadbent (Harold Zidler), Richard Roxburgh (duca di Monroth), Jacek Koman (argentino narcolettico), Kylie Minogue (fatina dell’assenzio)
Non ricordo di preciso quando ho visto questo film, se al cinema o quando uscì in dvd. Non ricordo se l’ho visto una volta sola o almeno due. Ricordo però che mi piacque immensamente!!! Bellissime le canzoni, e il modo in cui sono state riarrangiate per creare una storia. Bravissimi gli attori, in primis una Nicole Kidman veramente in stato di grazia. Bellissimi i costumi, i colori, Parigi, il Moulin Rouge… La storia è magari un pochino banale, ma, diciamo la verità, in un film così chi bada alla trama? :)
Moulin Rouge ha dato il via ad un modo nuovo di fare i musical, ma ha anche segnato la rinascita di un genere che aveva avuto i suoi tempi d’oro ma sembrava ormai declassato a film i seconda categoria. Baz Luhrmann ha fatto davvero grandi cose con questo film, che è davvero uno “spettacolo spettacolare”!
Vorrei elencare brevemente le mie canzoni preferite, ma mi riesce difficile, mi sono piaciute veramente tutte… ne cito allora solo tre. The Pitch (Spectacular Spectacular), la più divertente e colorata (cantata da parecchi membri del cast), Your Song, sempre molto bella anche in questa versione (cantata da Ewan McGregor con Alessandro Safina) e poi Lady Marmalade (cantata da Christina Aguilera, Lil’ Kim, Mya e P!nk) che non si trova all’interno del film, ma è troppo bella!!! :)
Curiosità
Il film ha vinto due premi Oscar, come Migliore scenografia e Migliori costumi. Sicuramente strameritati, ma personalmente ne avrei assegnato qualcuno in più! Almeno a qualche attore, se non alle musiche!

Un po’ di frasi

I hope you don’t mind,
I hope you don’t mind
that I put down in words
How wonderful life is
while you’re in the world.
Spero che non ti dispiaccia,
spero che non ti dispiaccia
che ho messo in versi
Come è meravigliosa la vita
quando tu sei al mondo.
Christian
(Da Moulin Rouge!)

Argomenti


2 commenti per Un po’(st) di film (4): Musical

  1. Camilla P. scrive:

    Uhuhuh li ho visti tutti! Lo ammetto, ho un debole per i musical, mi mettono addosso tanta allegria.
    “Grease” è una pietra miliare, non c’è altro da aggiungere. Anzi, sì, una cosa da aggiungere c’è: John Travolta era uno schianto! Non che ora sia un brutto uomo, ma diciamo che qui dava davvero il meglio di sé.
    Anche io adoro il “Cell block tango” ;)
    “Moulin rouge” mi è piaciuto molto, ma devo ammettere che non è uno di quei film che rivedrei fino alla nausea. Stessa cosa per “Mamma mia!” (anche se la Streep, Firth e Brosnan sono fantastici! A me non è nemmeno dispiaciuta la voce di Pearce xD)

    • Phoebes scrive:

      Anch’io ho un debole per i musical, se non s’era capito!!

      Io comunque nessuno fi questi film l’ho visto più di due volte, e solitamente la seconda mai per intero, ma solo andando a ricercare le canzoni he ho più amato… Però se capitasse l’occasione, tipo, che so, una serata tra amici, penso he li rivedrei tutti con piacere!!! :)

      La voce di Brosnan, ad essere sincera, neanche me la ricordo, ricordo solo che c’ero rimasta un po’ male a sentirlo cantare!


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: