scritto da Phoebes
martedì 26 Febbraio 2013
alle 10:26
Categoria : _vario libri_

Top Ten Tuesday è un meme settimanale creato dal blog The Broke and the Bookish. Questa iniziativa è stata pensata per chi è particolarmente appassionato di liste e ama condividerle con altri libromani. Ogni settimana il blog pubblica una nuova Top Ten a cui tutti possono rispondere inserendo nel proprio post un link al post originale di The Broke and the Bookish e aggiungendo il proprio nome e link al widget così tutte le liste saranno visibili sullo stesso post.

Ho scoperto questa simpatica iniziativa grazie a Fragola, e siccome adoro le liste, ho deciso di provare a partecipare. Sicuramente non posterò tutte le settimane, e probabilmente qualche volta arriverò in ritardo e non posterò di martedì solitamente posto la mia Top Ten il martedì successivo, però mi pare una cosa divertente, quindi… ci sto! :)

Ecco il tema di questo martedì (QUI il post originale):

top ten favorite characters in whatever genre you choose

La Top Ten di questa settimana prevedeva di scegliere i dici personaggi preferiti di un genere a scelta. Io c’ho pensato un po’, e alla fine ho scelto anch’io i classici, come Lori che ha proposto la Top Ten. I personaggi sono in ordine sparso, perché proprio non mi riusciva di fare delle preferenze tra loro! E’ stato già difficile scegliere solo dieci personaggi (infatti ogni tanto ho barato inserendo una coppia!), e sicuramente appena postata questa lista me ne verranno in mente altri che avrei potuto inserire, ma vabbè! :)

Benedetto e Beatrice
(da Molto rumore per nulla / William Shakespeare)
Ho letto questa commedia un sacco di tempo fa, e vorrei rileggerla, perché la ricordo solo a grandi linee. Quel che ricordo bene, però, è quanto amai questi due personaggi! Le punzecchiature e le battute che si scambiano per tutta la commedia sono esilaranti, e loro due sono adorabili! :)

Andrej Bolkonskij
(da Guerra e Pace / Lev Nikolaevič Tolstoj)
Andrej è stato penso la mia prima cotta letteraria! Ero ancora una giovincella quando lessi per la prima volta Guerra e Pace e mi innamorai di questo personaggio. A tutt’oggi non saprei neanche spiegare bene perché questo personaggio mi piaccia così tanto, ma anche alla seconda rilettura, fatta più di recente, mi è piaciuto moltissimo lo stesso, anche se devo ammettere che non è stato il solo, me ne sono rimasti impressi anche altri, come per esempio Pierre. Ma, come si sol dire, il primo amore non si scorda mai! :)

Samvise Gamgee
(da Il Signore degli Anelli / John Ronald Reuel Tolkien)
In realtà sono molti i personaggi che amo in questo romanzo, ma dovendone scegliere uno solo, non ho dubbi: Sam! Secondo me è lui il vero eroe di tutto il romanzo! Non si scoraggia mai, non si fa abbindolare né da Gollum né dall’Anello, ferisce Shelob, e diciamo la verità, senza di lui Frodo non avrebbe mai raggiunto Monte Fato! Ma quello che mi piace di più di Sam è che fa tutto questo perché semplicemente desidera aiutare Frodo. Non è per lui una missione per salvare la Terra di Mezzo e annientare il male, ma solo il suo dovere. Forse per questo fino all’ultimo riesce a mantenersi lucido e, anche se pensa spesso di aver sbagliato o di non essere capace, riesce sempre in qualche modo a fare o dire la cosa giusta.

L’Innominato
(da I Promessi Sposi / Alessandro Manzoni)
Ebbene sì, io ho letto questo libro per intero, al di fuori della scuola, e l’ho amato molto. In particolare ho apprezzato la bravura del Manzoni ritrattista: ogni singolo personaggio è caratterizzato alla perfezione, anche quelli che appena compaiono sulla scena. Avrei voluto infatti citarne diversi, perché mi piacciono veramente tutti (a parte Lucia che mi risulta sempre un po’ antipatica), però anche qui, come per Guerra e Pace, vince la regola del primo amore, per cui ho scelto l’Innominato. In realtà il motivo per cui mi piace è anche abbastanza banale: il cattivo cattivissimo che fa paura pure agli altri cattivi, che poi si pente

Elizabeth Bennett e Fitzilliam Darcy
(da Orgoglio e pregiudizio / Jane Austen)
Anche qui imbroglio un po’ inserendo una coppia, ma, ancora una volta, non avrei saputo né potuto scegliere tra questi due! Di Darcy, si sa, sono innamorata fin dalla prima lettura, ed Elizabeth è semplicemente meravigliosa!!

Principe Myškin
(da L’idiota / Fëdor Dostoevskij)
Un personaggio particolare, a cui mi sono affezionata fin dal primo momento, ma che ho amato sempre più andando avanti con la lettura. Ha l’innocenza di un bambino, ma non è mai veramente ingenuo come gli altri sembrano credere. Anzi, ha il grande dono di capire subito le persone.

D’Artagnan
(da Il Ciclo dei Moschettieri / Alexandre Dumas padre)
Nel primo libro del ciclo, I Tre Moschettieri, il mio personaggio preferito è stato Athos. Ma dal secondo in poi il mio amore è stato tutto per d’Artagnan!!! Mi piace sopratutto per la sua lealtà e la sua abnegazione, e allo stesso tempo il suo interesse personale nel buttarsi in ogni nuova avventura! E poi sa anche essere divertente, sicuramente il più spiritoso e ironico dei moschettieri! :)

Phileas Fogg
(da Il Giro del Mondo in 80 Giorni / Jules Verne)
Ho adorato l’imperturbabilità di Phileas Fogg, l’”uomo senza nervi”, impassibile di fronte a tutto! Così preciso, puntuale, testardo… così inglese!

Algernon Moncrieff
(da L’importanza di Essere Onesto / Oscar Wilde)
Ho adorato il caro Algy fin dalla prima lettura, e l’ho amato quando ho visto la commedia, e riamato alla rilettura di questo capolavoro! Mi manca di vedere il film, ma qualcosa mi dice che l’amerò anche lì! E’ forse il personaggi più cinico e ironico di Wilde, il più iconico, oserei dire! E leggere le sue battute è sempre un grande piacere! :)

Heatchcliff
(da Cime tempestose / Emily Brontë)
Come mi diverto sempre a dire quando parlo di questo romanzo e di questo personaggio, Cime tempestose è Heatchcliff, e viceversa. Il romanzo e il sentimento che lo permea, ma anche la dimora posta sulla collina e per questo soggetta a climi burrascosi, la brughiera selvaggia che fa da sfondo, e gli altri personaggi, quasi tutti estremamente negativi… tutto questo è lo specchio di Heatchcliff. Un personaggio non piacevole, ma che mi ha conquistata con la sua passione, non mitigata dalla sua misantropia e crudeltà. E’ uno di quei personaggi che non mi auguro di incontrare nella vita reale, ma che in un romanzo possono conquistarmi!!

Argomenti


4 risposte a Top Ten Tuesday #15:
I Dieci Personaggi Preferiti nei Classici

  1. Camilla P. scrive:

    Fogg! Anche io lo adoro :D Così come Sam, ovviamente :)
    L’Innominato mi ha sempre affascinata, ma non posso dire che sia un personaggio cui tengo particolarmente.

    • Phoebes scrive:

      A me piace tanto perchè è propro il tipo di personaggio che amo di più. Questa coso l’ho scoperta molto dopo notando quali erano spesso i miei personaggi preferiti in film, telefilm e libri: i cattivi che si redimono! :)

  2. Silvia scrive:

    Che bella lista! Anch’io adoro Phileas Fogg e Algernon Moncrieff (recupera il film: Rupert Everett è fantastico!!!), ovviamente approvo la scelta di Lizzy e Darcy in coppia!!! Sai che a me il Principe Andrej non ha fatto impazzire?? Vedo che piace a tutte quelle che hanno letto Guerra e pace… ma a me non è che abbia colpito granché… e poi non parliamo di Pierre… non riesco ancora a credere che alla fine Natasha sposi lui…

    ;-)

    • Phoebes scrive:

      Prima di tutto, ti chiedo scusa ma ho modificato il tuo post, perdona la mia ossessione per queste cose, ma c’era uno spoiler, ho preferito coprirlo in caso capitasse sotto l’occhio di qualcuno che non ha visto Guerra e Pace.

      Poi, torniamo a noi: Rupert Everett!! In effetti fin da qualdo ho saputo che era lui Algernon nel film sono stata convinta che la versione cinematografica non mi avrebbe deluso, ma, non saprei neanch’io dire bene perché, non l’ho ancora visto! cercando immagini del film ho però scoperto che il protagonista è interpretato da Colin Filrth, per cui adesso non ho proprio più scuse per non fiondami a cercare questo film!!!! :)

      Riguardo al principe Andrej, francamente non so bene neanch’io perché mi piaccia così tanto… forse lo vedevo con gli occhi di Natasha (quando ho letto il libro la prima volta avevo all’incirca la sua età, penso di essermi immedesimata molto in lei!) Ma non è solo questo, perché credo di ricordare che mi piacesse già da prima… magari alla terza lettura cercherò di indagare meglio su questo aspetto!
      Riguarso a Pierre, invece, è un personaggio che a volte mi ha irritato e che ho anche disapprovato, ma alla econda lettura mi è piaciuto tantissimo proprio per tutte queste sue imprefezioni, perché è il pesonaggio che mi è parso più vero e umano, e forse, non posso negarlo, quello in cui mi sono più ritrovata. Il suo caso è quello di un personaggio che non mi piace perché è un bel personaggio nel senso di piacevole, ma perché (a mio parere, ovviamente!) è un personaggio scritto proprio bene!!! :)
      Comunque, ti confesso che anch’io sono rimasta parecchio sconvolta dal fatto che Natasha sposi Pierre alla fine!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: