scritto da Phoebes
domenica 19 Ottobre 2014
alle 10:27
Categoria : Kinberg, Markus, McFeely, _cinema_

Rubrica dedicata alle recensioni dei film, due o più nello stesso post. Qui commenterò film visti anni fa che mi va di condividere, ma anche film visti più di recente per cui però non mi va di fare una recensione a parte in un solo post. Quando mi riesce vorrei anche provare a raggruppare i film per genere, o per qualcosa che li accomuna.
I film vecchi solitamente non avranno voto, perché essendo appunto passato del tempo mi posso ricordare se mi è piaciuto o no, ma non valutare il “quanto”.

Parliamo un po’ di supereroi, in particolare di quelli della Marvel. Nello specifico proseguiamo con la fase 2 degli Avengers, e con le storie nel passato degli X-Men.

Thor: The Dark World

(Thor: The Dark World, 2013)

di Alan Taylor

Vendicatori (8)
Iron Man 3
Captain America: The Winter Soldier
Marvel Cinematic Universe
Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. 1.07 “The Hub”
Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.1.08 The Well →

Thor: I wish I could trust you.
Loki: If you did, you’d be the fool I always took you for.
Thor: Vorrei potermi fidare di te.
Loki: Se lo facessi saresti lo stolto che ti ho sempre ritenuto.

Eoni fa Bor, il padre di Odino, sconfisse in una sanguinosa battaglia gli Elfi Oscuri. Ai giorni nostri Malekith, il loro capo, torna per riprendersi una potente arma chiamata Aether. Thor è costretto a richiedere l’aiuto di Loki per sconfiggere questa terribile minaccia che rischia di distruggere anche il pianeta Terra, e Jane, coinvolta suo malgrado.

Film visto nel 2013. Azione, supereroi. Soggetto di Stan Lee, Larry Lieber, Jack Kirby (fumetto). Sceneggiatura di Christopher Yost, Christopher Markus, Stephen McFeely. Con Chris Hemsworth (Thor), Natalie Portman (Jane Foster), Tom Hiddleston (Loki), Stellan Skarsgård (Erik Selvig), Anthony Hopkins (Odino), Kat Dennings (Darcy Lewis), Idris Elba (Heimdall), Jaimie Alexander (Sif), Christopher Eccleston (Malekith), Adewale Akinnuoye-Agbaje (Algrim il forte/Kurse), Jonathan Howard (Ian Boothby), Ray Stevenson (Volstagg), Zachary Levi (Fandral), Rene Russo (Frigga), Tadanobu Asano (Hogun), Chris Evans (Capitan America)

Continua la serie di film Marvel, e io continuo a guardarmeli tutti perché ormai sono totalmente presa dagli Avengers, che siano insieme o nei loro film singoli. E poi qui c’è Loki, anche solo per questo merita la visione.

Mi ero dimenticata che è cambiato l’attore che interpreta Fandral, uno degli amici di Thor: è Zachary Levi, il Chuck dell’omonima serie tv. Devo dire che anche se si vede veramente poco il suo personaggio, mi piace molto!

Rivediamo ovviamente Jane Foster (che -non lo sapevo!- è inglese), Erik Selvig (che dopo Loki è un po’ uscito di senno) e soprattutto Darcy: la adoooooro!!! Rivediamo anche Idris Elba nei panni di Heimdall, che con gli occhi gialli o no è sempre qualcosa che merita. Rivediamo Frigga che ci regala anche una bella scena d’azione (wow!), peccato che poi muoia! Non me l’aspettavo minimamente! Rivediamo anche Odino che, mi spiace dirlo, mi sta un po’ sulle scatole. Rivediamo ovviamente anche Lady Sif, ma è davvero troppo poco presente: adoro questo personaggio, speravo di vederla un po’ di più!

Ma, diciamo la verità, io soprattutto non vedevo l’ora di rivedere lui, Loki!! Peccato solo che vedendo il film in italiano, la prima volta, mi sono persa la voce (meravigliosa!) di Tom Hiddleston! Per fortuna c’è internet per rimediare! :) Comunque, Loki è in prigione dopo i fatti di New York nel film The Avengers. Rifiuta Odino come padre e Thor come fratello, ma continua a chiamare Frigga madre, e sente la sua mancanza: bello lui, teeeenero! :) Per sconfiggere questo nemico estremamente potente e salvare Asgard e Jane, Thor è costretto a chiedere aiuto al fratello, anche se non si fida di lui. Prevedibile il finto voltafaccia di Loki ad un certo punto, così com’è stata prevedibile anche un’altra sua finta morte. Nonostante questo comunque non posso negare che quelle scene mi siano piaciute parecchio!

Non manca il solito cameo di Stan Lee, stavolta nei panni di un paziente della casa di cura in cui Selvig viene temporaneamente rinchiuso. Il cameo più bello però è senz’altro quello di Chris Evans! Compare quando Loki, per prendere in giro Thor, compie un paio di trasformazioni cambiando aspetto per finire con quello di “uno dei tuoi nuovi amici”. QUI delle gif della scena, in cui vediamo il confronto tra la scena fatta da Tom che è servita a Chris come modello per la sua interpretazione. La scena comunque è brevissima ma meravigliosa: sento l’integrità morale montarmi dentro… :D Mi spiace solo per una cosa: per un attimo ho sperato che Loki, per far arrabbiare ancora di più Thor, prendesse le sembianze di Coulson!

E del protagonista non vogliamo proprio parlare? :) Per carità, bellino lui, ma che ci posso fare? Mi passa per forza di cose in secondo piano! Comunque il ragazzone fa la sua bella figura, e soprattutto è adorabile in alcune scene divertenti come quando entra in casa di Jane ed educatamente appende il martello all’attaccapanni, o quando poco dopo, viaggiando tra le dimensioni, si ritrova a prendere la metro per raggiungere Greenwich.

In tutto questo sproloquiare, praticamente non ho detto ancora nulla del film in sé. Bè, è carino, senza dubbio. Non il mio preferito tra quelli della Marvel, un po’ prevedibile in alcune parti, ma comunque emozionante e divertente. Bravi attori, effetti speciali eccellenti, cattivi bruttoni e molto pericolosi… insomma, non ci possiamo lamentare, proprio un bel sequel!

Captain America: The Winter Soldier

(Captain America: The Winter Soldier, 2014)

di Anthony e Joe Russo

Captain America
Captain America – Il primo Vendicatore
Captain America: Civil War
Vendicatori (9)
Thor: The Dark World
Avengers: Age of Ultron
Marvel Cinematic Universe
Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. 1.16 “End of the Beginning”
Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. 1.17 “Turn, Turn, Turn” →

There was a man… I knew him…
C’era un uomo… lo conoscevo…
Il Soldato d’Inverno

Steve Rogers, dopo i fatti di New York di due anni prima, è tornato a lavorare con lo SHIELD, anche se non si fida pienamente né di Fury né dell’istituzione. A quanto pare, almeno nel secondo caso, non aveva tutti i torti.

Film visto il 13 aprile 2014. Azione, fantascienza, supereroi. Soggetto di Joe Simon, Jack Kirby e Ed Brubaker (dai fumetti Marvel Comics). Sceneggiatura di Stephen McFeely, Christopher Markus. Con Chris Evans (Steve Rogers/Capitan America), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera), Anthony Mackie (Sam Wilson/Falcon), Sebastian Stan (Soldato d’Inverno), Samuel L. Jackson (Nick Fury), Cobie Smulders (Maria Hill), Emily VanCamp (Sharon Carter/Agente 13), Hayley Atwell (Peggy Carter), Robert Redford (Alexander Pierce), Toby Jones (Arnim Zola), Maximiliano Hernández (Jasper Sitwell), Stan Lee (Guardia dello Smithsonian)

A detta di molte persone questo è uno dei migliori (se non il migliore) film della Marvel di questi ultimi anni, almeno tra quelli a eroe singolo. Io personalmente non sono d’accordo, in quando per esempio ho preferito il primo: da un punto di vista qualitativo probabilmente questo è davvero migliore del precedente, ma come dico sempre per me nulla batte la storia della nascita dell’eroe. Comunque certo è che succedono un sacco di cose interessanti, e soprattutto incontriamo e rincontriamo un sacco di personaggi molto interessanti.

Iniziamo col nostro bel Capitano, che continua ad avere difficoltà nell’inserirsi nel XXI secolo. Porello, c’ha pure ragione, deve rimettersi in pari con 70 anni di pop culture, e chiunque incontra gli consiglia qualcosa di nuovo da cercare! Comunque ci prova (internet è molto d’aiuto), senza però riuscire a distaccarsi dal passato: va spesso allo Smithsonian, ed è andato a trovare Peggy, ormai vecchissima e moribonda. Per il resto tanta azione, qualche scena piuttosto bella, ma diciamo che il grosso del lavoro qui Captain America lo fa in compagnia, quando non lo delega proprio! :)

Non manca ovviamente Nick Fury, che muore-ma-ovviamente-non-era-vero, e rivediamo anche Maria Hill che, se non ho capito male, alla fine quando lo SHIELD viene smantellato va a lavorare da Stark!

Per quanto riguarda i personaggi nuovi, invece, conosciamo l’agente Sharon Carter, che mi aspettavo avesse un ruolo più importante invece è quasi una comparsa, Alexander Pierce interpretato da Robert Redford (che ovviamente è un cattivo ma questo lo si capiva già prima che iniziasse il film) e poi Sam Wilson aka Falcon, che è strààààààfico! :)

Prima di passare al personaggio che dà il nome al film, vorrei nominare anche un assente: io ho sinceramente sentito la mancanza di Coulson! E questo film non gli porta rispetto: Steve a un certo punto indossa la sua vecchia divisa, non quella nuova per la quale Coulson aveva dato dei suggerimenti! :)

Veniamo ora al famigerato Soldato d’Inverno: già alla sua prima apparizione si dimostra interessante, e il momento della sua comparsa mi è piaciuto molto perché la colonna sonora cambia all’improvviso. E’ sicuramente un personaggio affascinate, parecchio figo e quasi imbattibile (durante il duellone sono praticamente in tre contro uno!) e poi… sorpresona! Scopriamo che non è altri che Bucky, il miglior amico di Steve che avevano dato per morto in Russia! Vabbè, ormai purtroppo lo sapevo da secoli, quindi ero ampiamente spoilerata, ma è comunque un risvolto interessante.

Ultimo commentino: è presente come sempre Stan Lee in un cameo, stavolta è uno dei guardiani dello Smithsonian.

X-Men: Giorni di un futuro passato

(X-Men: Days of Future Past, 2014)

di Bryan Singer

X-Men
X-Men – L’inizio
X-Men le origini – Wolverine

All those years wasted fighting each other, Charles… to have a precious few of them back…
Tutti quegli anni sprecati a combatterci, Charles… averne indietro così pochi, ma preziosi…
Magneto

Nel 2023 il mondo è stato devastato dalle Sentinelle, dei robot senzienti che attaccano i mutanti e anche gli esseri umani che li aiutano, o che portano dentro di sé il gene mutante. Queste Sentinelle sono state create nel 1973 dai progetti dello scienziato Bolivar Trask migliorati grazie all’analisi del DNA di Raven/Mystica. Scoperto che Kitty Pride ha il potere di mandare qualcuno indietro nel tempo, il Professor X e Magneto, ora alleati contro la causa comune, chiedono il suo aiuto per tornare nel ’73 e impedire la costruzione delle Sentinelle, e così la guerra e la morte di tutti i mutanti. Data l’effetto che il viaggio nel tempo ha sulla persona che torna indietro, l’unico in grado di sopportare le conseguenze è Wolverine, perciò è lui che tornerà indietro al 1973.

Film visto nel maggio 2014. Fantascienza, supereroi, azione. Soggetto di Chris Claremont e John Byrne (dal fumetto “Days of Future Past”). Sceneggiatura di Simon Kinberg, Jane Goldman, Matthew Vaughn. Con Hugh Jackman (Logan / Wolverine), James McAvoy (Charles Xavier), Michael Fassbender (Erik Lehnsherr), Jennifer Lawrence (Raven / Mistica), Ellen Page (Kitty Pryde), Peter Dinklage (Dr. Bolivar Trask), Evan Peters (Pietro Maximoff / Quicksilver), Ian McKellen (Magneto), Patrick Stewart (Professor X), Mark Camacho (President Nixon), Omar Sy (Bishop), Shawn Ashmore (Bobby / Iceman), Halle Berry (Storm), Nicholas Hoult (Hank / Beast), Anna Paquin (Rogue), Josh Helman (Maggiore Bill Stryker), Daniel Cudmore (Colossus), Bingbing Fan (Blink), Adan Canto (Sunspot), Booboo Stewart (Warpath), Famke Janssen (Jean Grey), Lucas Till (Havok), Evan Jonigkeit (Toad), James Marsden (Scott Summers)

Sono andata a vedere questo film al cinema appena uscito, quindi se da una parte sono contenta di non aver dovuto aspettare e di essermelo goduto sul grande schermo, dall’altra mi spiaceva non averlo visto in lingua originale. Poi è capitato che proprio quando stavo per pubblicare questo post, mio padre ha comprato il dvd in uscita con Panorama, e così ho pensato di aspettare a postare questo commento e rivedermelo.

Blink, interpretata da Bingbing Fan.

In ogni caso, un bel film, a me è piaciuto parecchio. Come in tutti i film degli X-Men una delle cose che mi piace di più è scoprire nuovi poteri mutanti. Stavolta ce ne sono diversi ma la maggior parte si vedono poco. Quella che mi ha colpito di più è Blink. Alla prima visione, vista la rapidità delle scene, non avevo capito bene come funzionassero i suoi poteri, ora penso di aver capito che è in grado di creare portali dimensionali per lei e gli altri mutanti, permettendo così loro di salvarsi dalle sentinelle, creando un sacco di confusione ma delle scene veramente interessanti! Poi mi è rimasto impresso un mutante di cui non sappiamo neanche il nome, con dei tatuaggi sul viso e lo sgradevole potere di far vomitare la gente! Infine c’è Kitty Pride che avevamo già conosciuto come quasi comparsa nei primi X-Men (era la ragazza che passa attraverso i muri) e che qui ha purtroppo ancora una parte piccola, ma molto importante perché è lei che ha il potere di far tornare qualcuno indietro nel tempo.

Quicksilver, interpretato da Evan Peters.

Il personaggio nuovo che mi è piaciuto di più è comunque senz’altro Quicksilver, che qui conosciamo giovinetto, e che ha fatto dire a molti sul web: Joss Whedon, saprai fare di meglio in Avengers 2*? Perché Pietro Maximoff (ebbene sì, nella versione italiana è diventato “Pietro” -_-**) è veramente fantastico! QUI potete vedere le gif di quella che secondo me è la scena più bella di tutto il film!

Gli artigli ossei del Wolverine del passato.

L’ho detto che il film è ambientato nel passato? Lo è, per la precisione negli anni ’70, ovvero circa un decenio dopo il precedente First Class. Inutile dire che vedere i nostri eroi coi pantaloni a zampa e tutto il resto è qualcosa che già di per sé merita il prezzo del biglietto! In particolare vediamo il giovane Wolverine, che ovviamente è esattamente identico al solito Wolverine, visto che non invecchia mai, con una piccola, profondamente importante, differenza: non ha ancora lo scheletro di adamantio! Quindi gli artigli che gli fuoriescono dalle nocche sono di osso: che cosa strana (e che fa pure un po’ impressione devo dire!).

Se nel precedente film ci inserivamo nella Storia con la crisi missilistica di Cuba, qui il riferimento alla realtà è meno evidente, ma abbiamo comunque qualche accenno: Erik, per esempio, è detenuto in una cella di iper-massima sicurezza perché ritenuto l’assassino di J.F. Kennedy. Gli autori hanno quindi sfruttato una teoria reale (quella della pallottola deviata dal percorso impossibile) sull’omicidio del presidente per inserire il mutante Magneto (se vi interessa, Erik rivela che sì, ha deviato lui la pallottola, ma non per uccidere il presidente, bensì per salvarlo, perché era un mutante pure lui!).

Hank, Charles e Logan davanti a Cerebro.

In questo film vengono nuovamente esplorati il rapporto tra Charles ed Erik, e ancor di più quello tra Charles e Raven, ma devo dire che io ho in particolare apprezzato i piccoli accenni a quello tra Charles e Logan, come si fidano, si stimano e si vogliono bene l’un l’altro.

Belle le varie scene di lotta, in particolare mi è piaciuto il modo in cui alla fine ci vengono mostrate le battaglie a intervalli nel presente e nel passato, che avvengono contemporaneamente ma su due piani temporali diversi (se capite casa intendo!). Il finale è molto interessante, e lascia un sacco di domande: che accadrà a Erik e Raven? La storia è cambiata anche per loro? E per Logan? Quando torna nel presente vediamo che tutte le cose brutte successe in X-Men 3 sono state annullate, perché Jean e Scott sono ancora vivi. Onestamente io spero proprio che anche l’inimicizia tra Erik e Charles sia finita molto prima in questo nuovo futuro! Comunque, dopo i titoli di coda c’era la solita scena anticipatoria, di cui non ho capito veramente nulla, ma che poi cercando su internet ho scoperto presenta il nuovo cattivo che dovrebbe comparire nel prossimo film: sembra molto interessante!

Hugh Jackman nel gag reel.

Infine, un altro motivo per cui vale sicuramente la pena guardare questo film è che abbiamo contemporaneamente le due coppie Charles/Erik, quella giovane e quella vecchia: James McAvoy, Michael Fassbender, Ian McKellen e Patrick Stewart tutti insieme! E in più Hugh Jackman! :) Visto in lingua originale, poi… che ve lo dico a fare! L’accento di James McAvoy è stupendo! E anche la voce originale di Peter Dinklage ovviamente è fantastica!

Ultima cosa: sul dvd, tra i contenuti speciali, c’è anche un video di gag: non eccessivamente esilarante, ma carino, e in particolare mi ha fatto ridere quello che Patrick Stewart dice a un certo punto a Wolverine/Hugh Jackman: Lascia che ti dia un consiglio… nel 1973, io assomigliavo molto a James McAvoy. :D

Un po’ di frasi

Sif: Betray him and I’ll kill you.
Loki: It’s good to see you too, Sif.
[…]
Volstagg: If you even THINK about betraying him…
Loki: You’ll kill me? Evidently there will be a line.
Sif: Tu tradiscilo e ti uccido!
Loki: Anche per me è un piacere rivederti, Sif.
[…]
Volstagg: Tu prova soltanto a PENSARE di tradirlo…
Loki: Mi… ucciderai? Pare che dovrai metterti in fila!
(Da Thor: The Dark World)
Loki: If it were easy, everyone would do it.
Thor: Are you mad?
Loki: Possibly.
Loki: Se fosse facile lo farebbero tutti.
Thor: Sei impazzito?
Loki: È possibile.
(Da Thor: The Dark World)
Satisfaction is not in my nature.
La soddisfazione non è nella mia natura.
Loki
(Da Thor: The Dark World)
There is nothing more reassuring than knowing that the world is crazier than you are.
Non c’è niente di più rassicurante che rendersi conto che il mondo è più pazzo di te.
Erik Selvig
(Da Thor: The Dark World)
Natasha Romanoff: Hey, fellas. Either one of you know where the Smithsonian is? I’m here to pick up a fossil.
Steve Rogers: That’s hilarious.
Natasha Romanoff: Ehi, ragazzi. Qualcuno di voi sa dov’è lo Smithsonian? Sono qui per prelevare un fossile.
Steve Rogers: Esilarante.
(Da Captain America: The Winter Soldier)
Natasha Romanoff: Did you do anything fun Saturday night?
Steve Rogers: Well, all the guys from my barbershop quartet are dead, so, no, not really.
Natasha Romanoff: Fai niente di divertente il sabato sera?
Steve Rogers: Bè, tutti i ragazzi del mio quartetto del barbiere sono morti, quindi no, non direi.
(Da Captain America: The Winter Soldier)
Non guardare me. Io faccio quello che fa lui, solo più lento.
Falcon
(Da Captain America: The Winter Soldier)
Sam Wilson: Hey, Cap, how do we know the good guys from the bad guys?
Steve Rogers: If they’re shooting at you, they’re bad.
Sam Wilson: Ehi, Cap, come distinguiamo i buoni dai cattivi?
Steve Rogers: Se ti sparano addosso, sono cattivi.
(Da Captain America: The Winter Soldier)
Natasha Romanoff: Where did Captain America learn to steal a car?
Steve Rogers: Nazi Germany. And we’re borrowing. Get your feet off the dash.
Natasha Romanoff: Dove ha imparato Captain America a rubare una macchina?
Steve Rogers: Nella Germania nazista. E la stiamo prendendo in prestito. Togli i piedi dal cruscotto.
(Da Captain America: The Winter Soldier)
You know, I think I do remember you now. Yeah… We came to you a long time ago seeking your help. And I’m gonna say to you what you said to us then: fuck off!
Lo sai, mi ricordo di te adesso. Sì… Siamo venuti da te un sacco di tempo fa a chiedere il tuo aiuto. E ti dirò quello che ci hai detto allora: vaffanculo!
Charles Xavier a Logan
(Da X-Men: Giorni di un futuro passato)
Logan: Conoscevo un tizio. […] Può farci entrare ovunque. Ma non ho idea di come rintracciarlo.
Hank: [a Charles] Cerebro è fuori discussione? [Charles non risponde ma distoglie lo sguardo. A Logan] Abbiamo l’elenco telefonico.
(Da X-Men: Giorni di un futuro passato)
Charles: [Poco convinto] Farò del mio meglio.
Logan: Il tuo meglio è sufficiente. Fidati.
(Da X-Men: Giorni di un futuro passato)
spolier (X-Men: Giorni di un futuro passato) Leggi


* Il personaggio di Quicksilver è stato nei fumetti sia un X-Men che un Avenger. A causa dei diversi proprietari dei diritti cinematografici delle due serie, non possono esserci cross over come avviene invece nei fumetti, quindi in The Avengers 2 avremo un Quicksilver diverso, interpretato da un altro attore e con una storia diversa.

** Ok, errore mio, ho scoperto solo dopo che in realtà Pietro è il nome originale, non è la traduzione italiana.

Argomenti


11 commenti per Un po’(st) di film (20): supereroi

  1. Camilla P. scrive:

    Non ho ancora visto “The winter soldier” e “Giorni di un futuro passato”, quindi non ho letto quel che hai scritto a riguardo, ma concordo su “The dark world”: non il miglior film Marvel, prevedibile in certe svolte, ma divertentissimo e ben fatto :D La gif del cameo è fantastica :DD

    • Phoebes scrive:

      Ah, quella gif! Mi fa ridere l’idea che abbiamo fatto un costume da Captain America su misura per Tom solo per fargli provare quella scena! :)
      Gli altri due film te li consiglio entrambi, non tra i migliori della Marvel, però comunque godibili, specie quello degli X-men.
      Però priama di tutto ricordati che il 22 esce “I Guardiani della Galassia”!!! :D

  2. Alex Rogan scrive:

    Thor e Cap. mi sono piaciuti molto anche per il fatto che siamo nello stesso universo narrativo e che la serie TV Agents of SHIELDS sembra fare da collante (ps. bello l’inizio della seconda stagione). Degli X-Men che dire, non sono i miei personaggi preferiti ma il film mi è piaciuto molto, peccato che sia “separato” da tutto il resto, narrativamente parlando.
    Aspetto con ansia i Guardiani e poi forse in futuro l’inserimento di Spider-Man in questi films, magari con gli Avengers, sarebbe fantastico… :o)))

    • Alex Rogan scrive:

      Piccola rettifica… Nel 2016 pare faranno Capitan America 3, il cui titolo non ufficiale potrebbe essere “Civil War”. Questa storia nell’universo Marvel non avrebbe alcun senso se non ci fossero anche SpiderMan e IronMan che sono i personaggi principali… Speriamo bene… :o)))

    • Phoebes scrive:

      Iron Man c’è di sicuro, ho letto che Robert Downey jr ha confermato. Spiderman non so, ma spero anch’io di sì! Quello che mi lascia perplessa però è: e il Soldato d’Inverno? Non se ne parla più? O c’entra pure lui con la guerra civile?

      • Alex Rogan scrive:

        Non ho letto tutte le serie coinvolte in Civil War quindi non so dirti qualcosa sul Soldato d’Inverno. Quello che so è che dopo un evento disastroso il governo USA intende registrare i superumani e si formeranno, o almeno così è stato nei fumetti, due fazioni di supereroi. La prima comandata da Ironman, con Spiderman che deciderà di smascherarsi in pubblico che sarà a favore dell’atto di registrazione dei superumani mentre la seconda, contraria all’atto di registrazione, comandata da Capitan America. Dopo una serie di eventi Spidey si renderà conto di aver sbagliato e si schiererà al fianco di Cap. e tutti “dimenticheranno” la sua identità segreta, non svelo come anche perchè nell’eventuale film potrebbe andare diversamente.

        • Phoebes scrive:

          Conosco a grandi linee la storia della Civil War (forse me l’avevi spigata proprio tu), però non ho letto tutto il tuo commento perché vorrei cercare, per quanto possibile, di non spoilerarmi!
          Mi chiedevo solo se magari il Soldato d’Inverno rispuntava fuori in quell’arco narrativo, perché mi spiacerebbe che il suo personaggio scomparisse! Ma chissà, forse lo tengono in serbo per The Avengers 3 o Captain Amrica 4! Sono parecchio lungimiranti questi della Marvel! :)


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: