scritto da Phoebes
domenica 27 20 Ottobre19
alle 14:10
Categoria : Cameron, _cinema_

di James Cameron

Terminator
Terminator 2 – Il giorno del giudizio

Come with me if you want to live.

Vieni con me se vuoi vivere.

Kyle a Sarah

Nel futuro macchine ed esseri umani sono in guerra. Una macchina chiamata Terminator, dalle sembianze umane, viene mandata nel passato, nel 1984, per uccidere la giovane Sarah Connor, che sanno genererà l’uomo che guiderà la rivolta degli esseri umani contro le macchine. Ma nel passato arriva anche un uomo, Kyle Reese, per salvare e proteggere Sarah.

La saga di Terminator mi ha sempre affascinato. Molti anni fa avevo visto il secondo in televisione, e pezzi di un altro che non ricordo neanche più se il 3 o 4 (ma credo il 4). Poi è uscito il nuovo Dark Fate, e ha iniziato a intrigarmi molto per la presenza di Gabriel Luna (il Ghost Rider di Agents of S.H.I.E.L.D.), e quando ho visto il primo trailer mi sono fomentata non poco perché m’è parso di capire che c’era una sorta di androide o cyborg che però stava dalla parte dei buoni, e sopratutto perché Linda Hamilton era fa-vo-lo-sa! E allora alla fine ho deciso di fare quello che mi ripetevo da un sacco di tempo: vedere tutta la saga! Volevo parlare di tutti i film in un unico post, ma le recensioni mi stavano venendo lunghette, e allora sono passata ai post singoli.

Mi sono accostata a questo film con un po’ di timore perché da un film di fantascienza degli anni 80 non sai mai bene cosa aspettarti. E infatti gli effetti speciali lasciano molto a desiderare, passabili in realtà per buona parte del film ma alla fine quando il Terminator perde l’involucro e rimane solo come scheletro meccanico era palese la vecchiezza della tecnologia. A parte questo comunque il film mi è piaciuto. L’idea ormai è straconosciuta, ed ero spoilerata su alcune cose, ma la trovo comunque geniale: un robot (il Terminator appunto) viene mandato indietro nel tempo per fermare il capo della rivolta umana prima ancora che nasca, uccidendo sua madre. Il futuro apocalittico immaginato da Cameron era molto vicino, Kyle Reese, l’uomo mandato per salvare invece Sarah, dice ad un certo punto di essere diventato un soldato nel 2021, quindi immagino che nel mondo di Terminator saremmo già dovuti essere in guerra in questo momento. Ed è un futuro ovviamente pessimo, lo vediamo in alcuni flashback e nei racconti di Reese: gli umani si nascondono, vivono di stenti difendendosi dalle macchine, che hanno inventato i Terminator come arma finale. Questi robot sono umanoidi (e il T-800 è un modello più evoluto che, non lo sapevo, esternamente è fatto di tessuti viventi) e non mi ero mai soffermata a pensare a cosa questo significasse per gli umani del futuro: questi Terminatori si infiltrano nelle comunità umane, conquistano la loro fiducia per poter così fare strage di uomini donne e bambini mentre si trovano nei rifugi e non in aperta battaglia. Ovviamente il fatto di sembrare umani torna d’aiuto anche nel 1984 dove ai robot non ci pensano proprio, e infatti quando Reese racconta alla polizia la sua verità lo credono pazzo. Quindi i Nostri oltre a dover sfuggire al Terminator, devono pure nascondersi dalle forze dell’ordine!

Parliamo un po’ dei personaggi. Sarah Connor io l’ho conosciuta col secondo film, dove era molto diversa, ma è comprensibile perché era sicuramente più consapevole e per questo più dura, ma anche decisamente più matura. In questo primo film infatti ha appena 18 anni, è una ragazzina a cui viene detto che un assassino di fatto inarrestabile ha l’unico scopo di ucciderla perché in pratica il destino del mondo poggia sulle sue spalle: non so onestamente quale delle due cose metta più ansia! Ma il carattere forte Sarah si evince di già, specie alla fine del film quando rimangono solo lei e il Terminator, ed è lui ad avere la peggio, e lei poi si ritrova incinta e sola al mondo e decisa a prendersi cura del figlio nonostante tutto. Kyle Reese mi spiace dirlo ma mi piace molto meno. Certo è interessante come eroe, ha lasciato tutto per salvare il suo presente e l’uomo che ammira, non è il tipo di eroe classico e questo sicuramente è un fattore positivo, così come lo sono tutta la tristezza che si porta dietro, le cicatrici fisiche e non, ma è troppo esaltato per i miei gusti! Ad un certo punto rivela di essersi offerto volontario per questo incarico perché era innamorato di Sarah, che non aveva mai visto prima se non in foto e nei racconti leggendari sentiti su di lei!

Il Terminator

Una cosa che sicuramente mi è piaciuta molto di questo film è che il titolo si riferisce non ai protagonisti ma al “cattivo”, all’antagonista, che sicuramente è una figura preponderante, anche se non parla quasi mai. Il Terminator è un proprio bel personaggio, implacabile e imbattibile (non muore mai!!!!!! pure tagliato a metà continua ad attaccare Sarah!), e Schwarzenegger lo interpreta molto bene disumanizzandolo al massimo. Immagino qui i detrattori si possano sbizzarrire nel dire che se è così bravo è perché è incapace di recitare e quindi mantenere su sempre la stessa espressione gli viene facile. Ora, io non sono una grande fan di Schwarzy, ma quello che ha fatto in questo film non m’è sembrato per niente facile! Ho letto QUI che l’attore ha detto di essersi ispirato alle telecamere di sicurezza per i movimenti del Terminator, e io l’ho trovato in effetti fantastico: è una macchina che finge di essere un uomo, ma rimane pur sempre macchina. Riuscitissimo!

Sul finale ero spoileratissima, ed è un peccato perché penso sarebbe stato bello potersi prendere lo shock di scoprire che Kyle è il padre di John Connor! Molto bello, comunque, anche perché ti soddisfa, ma se poi ci pensi non si può proprio parlare di lieto fine: John Connor potrà nascere, ma la guerra ci sarà comunque, quello non è cambiato.

Un film che mi è piaciuto penso più di quanto mi aspettassi. Nonostante l’età ha saputo emozionarmi, la storia del viaggio nel tempo sarà forse oggi abusata ma era ancora abbastanza originale al tempo, credo (e poi non ho trovato ancora nessun altro film in cui i viaggiatori arrivano nudi!). Il film ti cattura perché è velocissimo, Sarah e Kyle sono sempre in fuga (come giustamente dicono nel trailer del nuovo film: come si combatte un Terminator? Si fugge!), la loro storia nonostante tutto mi ha preso, e nonostante gli effetti speciali obsoleti il Terminator fa davvero paura (di nuovo, bravo Schwarzenegger!). Capisco, adesso che l’ho visto, perché questo film è diventato un mito.

Curiosità

Ne ho due. la prima è che il film nella sua parte ambientata negli anni ’80 inizia il giorno del mio compleanno XD. La seconda riguarda John Connor: l’uomo a causa di cui succede tutto, non compare mai, nemmeno nei ricordi di Reese, ne sentiamo solo parlare ma non lo vediamo mai.

Il Terminator cerca nel suo database risposte appropriate per passare da umano.

Titolo: Terminator
Titolo originale: The Terminator
Regia: James Cameron
Anno: 1984
Paese: USA
Genere: fantascienza
Sceneggiatura: James Cameron e Gale Anne Hurd
Musiche: Brad Fiedel
Attori: Arnold Schwarzenegger (Terminator), Michael Biehn (Kyle Reese), Linda Hamilton (Sarah Connor), Paul Winfield (Tenente Ed Traxler), Lance Henriksen (Detective Hal Vukovich), Bess Motta (Ginger Ventura)
Link al film: WikipediaIMDb

Un po’ di frasi

Cleaning Man: Hey, buddy. You got a dead cat in there, or what?
The Terminator: [visualizes: ‘POSSIBLE RESPONSE: YES/NO; OR WHAT?; GO AWAY; PLEASE COME BACK LATER; FUCK YOU, ASSHOLE; FUCK YOU’] Fuck you, asshole.
Uomo delle pulizie: Hei, amico. Hai un gatto morto lì dentro o cosa?
Il Terminator: [visualizza: “POSSIBILE RISPOSTA: SÌ/NO; O COSA?; VATTENE; PER FAVORE RITORNI DOPO; VAFFANCULO, STRONZO; VAFFANCULO”] Vaffanculo, stronzo.

Spoiler Leggi

Argomenti


2 commenti per Terminator

  1. Katerina scrive:

    Sono davvero contenta che tu abbia deciso di recuperare la serie ^^
    E ora super commento spoiler da fangirl che non ha nessuno a cui vomitare addosso la sua passione.

    Ma quindi mi consigli il trailer del nuovo film? Da amante della saga che si è vista tutti gli atroci sequel, ammetto che a questo giro l’hype è sotto le scarpe e non ho ancora avuto né il coraggio né la voglia di guardarlo ç_ç
    Ma povero Kyle, perché non ti piace? Io lo amo tantissimo (per la legge che il mio personaggio preferito deve fare finaccia sempre e comunque…)

    Cmq io ti consiglio il bluray e i contenuti speciali: quando spiegano come hanno girato certe scene perché non avevano soldi a metà li ammiri e a metà muori dalle risate. Tipo la scena finale con la teste del Temrinator che viene schiacciata: non l’avevano girata all’inizio, quindi l’hanno fatta con la stagnola, una lampadina dipinta di rosso, due blocchi di polistirolo che venivano lentamente schiacciati a mano, e il fumo era uno con la sigaretta che lo soffiava nell’inquadratura X°°°°D

    • Phoebes scrive:

      Allora, io non sono proprio una fan, quindi sicuramente la prendo con molta più leggerezza, però sì a me il trailer mi ha intrigato molto! Però comprendo l’ansia, solo che… davvero non hai visto neanche il trailer? Io penso che su di me la curiosità avrebbe comunque avuto la meglio! XD

      Povero Kyle, non è che proprio non mi piaccia, ma non mi ha coinvolto emotivamente, a differenza di Sarah.

      Oddio, questo aneddoto è succosissimo!!! XD Ho letto qualcosina nella sezione “trivia” di IMDb, provo a spulciarla un po’ meglio alla ricerca di altre curiosità del genere (faccio prima che andarmi a cercare tutti i contenuti speciali, perché non ho il blueray! :)

      Fammi sapere se decidi di vedere il trailer, comunque io il film penso di andarlo a vedere, quindi poi ti saprò dire il mio parere su quello! :)


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: