scritto da Phoebes
lunedì 2 20 Dicembre19
alle 12:34
Categoria : Norton


di Mary Norton

Titolo: Bedknob and Broomstick
Titolo italiano: Pomi d’ottone e manici di scopa
Genere: fantasy, ragazzi
Autore: Mary Norton (Wikipedia)
Nazionalità: britannica
Prima pubblicazione: 1970
Ambientazione: campagna inglese; anni 40 del XX secolo, poi agosto-settembre 1666
Personaggi: Carey, Charles e Paul Wilson, Eglantine Price, Emelius Jones
Casa Editrice: Penguin Books
Copertina: Babette Cole
Illustrazioni: Erik Blegvad
Pagine: 188
ISBN: 0 14 03.0445.2
Provenienza: BookMooch, 17 aprile 2015
Note: inizialmente il romanzo era diviso in due racconti diversi, The Magic Bedknob (pubblicato per la prima volta nel 1945) e Bonfires and Broomsticks (pubblicato per la prima volta nel 1947); questo libro è l’edizione rivista che mette insieme i due racconti.
Link al libro: IN LETTURAGOODREADSANOBII
inizio lettura: 11 novembre 2019
fine lettura: 26 novembre 2019



Once upon a time there were three children and their names were Carey, Charles and Paul. Carey was about your age, Charles a little younger, and Paul was only six.

C’erano una volta tre bambini e i loro nomi erano Carey, Charles e Paul. Carey aveva circa la vostra età, Charles era un po’ più piccolo, e Paul aveva solo sei anni.
[incipit]

È da quando ho scoperto che uno dei miei film preferiti era tratto da un libro che volevo leggerlo! Purtroppo devo dire che il film mi piace di più, ma è stata comunque una bella lettura!

Carey, Charles e Paul sono tre fratelli che passano l’estate in vacanza in campagna da una zia. Un mattino usciti presto in cerca di funghi scoprono una vicina di casa, Miss Price, mentre vola con una scopa. Da questo incontro inizieranno una serie di avventure che coinvolgono un letto con pomi d’ottone.

Prima di commentare questo libro, vorrei dire una cosa a proposito di come ne sono venuta in possesso. L’ho richiesto su Bookmooch perché è veramente difficile da trovare in vendita, e mi è arrivato con l’adesivo del Bookcrossing. Questo mi ha fatto sentire in colpa perché io l’ho preso per tenerlo, mi dispiace ma non voglio rimetterlo in circolo. E poi mi è venuto un dubbio: è giusto scambiare su Bookmooch un libro del bookcrossing? Non saprei. Da una parte è comunque un modo per metterlo in circolo. D’altra parte io così mi sento una fedifraga perché non sto “liberando” di nuovo il libro, ma l’utente che me l’ha mandato non aveva specificato la cosa, quindi comunque non è colpa mia! Non so, voi che ne pensate?

Un’ultima nota, e poi prometto inizio a parlare del libro in sé! XD Avevo questo libro da un po’ ma stavolta non mi dispiace di aver aspettato perché ho potuto sfruttare l’occasione di una lettura condivisa con Simo, che sicuramente ha impreziosito l’esperienza! :)

Immagine della quarta di copertina del libro che mostra l’alligatore impagliato che tanto affascinava Paul, e una serie di contenitori di ingredienti magici di Miss Price.

Eccoci qui, dunque, infine, a parlare del libro! Come sempre succede quando leggo un libro da cui è stato tratto un film che ho amato molto, i confronti sono inevitabili e non è scontato che valga il solito adagio “è meglio il libro”. Questo è uno di quei casi, perché nel film la storia è molto cambiata, e io ci sono troppo affezionata!

La trama infatti si presenta fin da subito diversa, perché non c’è la guerra (che nel film era una parte preponderante) e lo rimane per tutto il libro, mi ha dato proprio l’impressione di un’altra storia con gli stessi personaggi. Il romanzo è diviso in due parti, che originariamente erano due racconti diversi. Nella prima parte i tre ragazzi viaggiano anche da soli e si mettono sempre nei guai! Nella seconda parte c’è un’altra grande differenza con il film: il pomo permette di viaggiare non solo nello spazio ma anche nel tempo! Non ho potuto fare a meno di pensare: ma è matta miss Price a dare una cosa del genere a dei bambini?!?! XD Comunque quest’avventura mi è piaciuta anche di più.

Sono rimasta invece un po’ male riguardo al finale! Nel loro viaggio nel passato i ragazzi hanno incontrato un negromante, Emelius Jones. Dopo una serie di avventure Emelius viene nel presente, ma poi alla fine lui e Miss Price decidono di andare a vivere entrambi nel passato! Avrei preferito che fosse stato Emelius a rimanere nel presente! Senza considerare che era quasi stato bruciato come stregone!

L’ambientazione è bella: siamo nella campagna inglese, quindi una delle mie preferite, e quando ci spostiamo nello spazio e nel tempo l’ho trovata comunque molto accurata e credibile.

Bedknobs and Broomsticks by juanbauty

I personaggi mi sono sembrati abbastanza simili a quelli che ricordavo dal film.

Miss Price non potevo fare a meno di immaginarmela con l’aspetto di Angela Lansbury, e comunque l’ho trovata adorabile! Due sono i momenti top che la riguardano, a mio parere: il primo all’inizio quando per entrare nel laboratorio indossa una tuta da lavoro (io l’ho immaginata molto in stile CSI!) e poi alla fine quando decide di portarsi nel passato l’impianto idraulico di casa sua! XD

In tutta la prima parte manca il personaggio che nel film era il professor Emelius Brown, preside della scuola per corrispondenza di stregoneria, cosa che mi è dispiaciuta molto. Lo vediamo però comparire nella seconda parte, solo che molto diverso: si chiama Emelius Jones (chissà perché nel film hanno sentito l’esigenza di cambiargli il cognome!) ed è un negromante del regno di Carlo II, che i tre ragazzi incontrano il 27 agosto 1666 nel loro primo viaggio nel tempo. Simpatico come personaggio, e molto interessanti le differenze col film.

I tre ragazzi, Carey, Charles e Paul, erano proprio come me li ricordavo, e davvero ben caratterizzati considerato che comunque non ci viene detto molto di loro. Li nomino per ultimi, ma in realtà sono lo tre i protagonisti, e non Miss Price come credevo.

Il segnalibro che ho usato durante la lettura è stato realizzato da Cinzix proprio per me! :) Non è bellissimo?

Lo stile di Norton mi è piaciuto molto. È stato semplice da leggere in inglese, anche se ogni tanto incontravo parola che mi toccava andare a cercare. Ha un modo di raccontare che mi è piaciuto molto, ricorrendo a vari espedienti di narrazione a volte davvero accattivanti. Nella seconda parte, quando racconta delle torture subite da Emelius quando viene imprigionato per stregoneria, mi ha sorpreso perché vira molto nel dark in maniera direi un po’ forte per un libro per ragazzi!

Commento generale.

Un libro molto divertente! Però, sarà probabilmente perché l’ho visto prima e lo amo da tantissimo tempo, mi è piaciuto di più il film! L’isola con gli animali parlanti, la storia della scuola per stregoneria, la guerra sullo sfondo (e non solo)… mi sono un po’ mancate tutte queste cose! Sono perfettamente consapevole che il mio giudizio è molto di parte, il film è uno dei miei preferiti dall’infanzia e proprio non riesco a essere obiettiva!

Comunque anche il romanzo è proprio bellino, e c’è in più la possibilità del pomo di viaggiare nel tempo che è sicuramente fichissima. È stata proprio una bella lettura, simpatica, divertente, avvincente, e mi è piaciuto anche molto condividerla con Simo! :D

Copertina e titolo

La copertina è davvero molto carina, con i protagonisti che viaggiano sul letto sorvolando isole, colline e altri paesaggi fantastici. Il titolo lo trovo bellissimo, mi ha sempre incuriosito molto e lo trovo poi simpatico e azzeccatissimo al romanzo. Piccola nota: nel libro le parole sono al singolare mentre nel film al plurale.

Momento più…

…emozionante: quando vediamo finalmente in azione la locomozione intrasubstanziaria, ovvero l’incantesimo di locomozione Treguna Mecoides Tregorum Satis Di del film!

Nuove parole/cose scoperte
Come sempre quando leggo un libro in inglese, scopro parole nuove che mi colpiscono o per il significato o per il suono. Stavolta ne ho tre:

  • Nonplussed: stupito, stupefatto.
  • Old Nick: è un soprannome per Satana, ma anche per babbo Natale e, a quanto pare, Niccolò Machiavelli.
  • Unassailable: incontestabile, irrefutabile, incontrovertibile, inoppugnabile, indiscutibile.

Non ho invece capito il significato dell’espressione “may and maying“: qualcuno la conosce?

Mini recensione

Divertente avventura stregonesca

Sfide

Trasposizioni

Un po’ di frasi

‘Carey!’ exclaimed Miss Price. She stood up. Her eyes gleamed strangely. Her long thin nose suddenly seemed longer and thinner. Her chin looked sharper.
“Carey!” esclamò Miss Price. Si alzò in piedi. I suoi occhi luccicarono stranamente. Il suo lungo naso sottile d’improvviso sembrò più lungo e più sottile. Il suo mento apparve più appuntito.
(Pagina 119)

explicit Leggi

Argomenti


2 commenti per Bedknob and Broomstick

  1. Katerina scrive:

    Secondo me il libro lo puoi tenere: la persona non ha specificato il suo scopo e poi chissà, magari un giorno deciderai anche tu di rimetterlo in circolo :)
    Il libro in sé è uno di quelli che non desidero leggere: il film mi è piaciuto abbastanza quando ero piccola, ma non così tanto da voler andare a ricercarne la materia d’origine XD credo proprio che continuerò a tenermi il ricordo del film e basta :)

    • Phoebes scrive:

      Grazie, hai ragione, non c’avevo pensato, in effetti non è detto che non mi vada un giorno di liberarlo di nuovo!
      Il libro è veramente molto diverso, io l’ho presto come un altro racconto con gli stessi personaggi! :)


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: