Mensilità: Novembre 2020

Oh my, siamo già a dicembre! Il prossimo mensilità sarà nel 2021!

Libri

Acquistati

Ero venuta felice a scrivere che non avevo fatto nessun nuovo acquisto per il secondo mese di seguito (quando faccio così mi sento come agli alcolisti anonimi: “Ciao, sono Phoebes e non compro un libro da 60 giorni!” XD) senonché…. ne avevo ordinato uno, doveva arrivare oggi (e io considero come data di acquisizione quella in cui effettivamente ce l’ho nelle mani) e quindi pensavo di poter dire che ufficialmente novembre si chiudeva senza acquisti, ma è arrivato con un giorno di anticipo! E quindi mi tocca dire che a novembre ho comprato un libro. Però ho la “scusa” che mi serviva per una sfida! A dicembre per la Sfida del Protagonista è stata scelta la Y, ed è stato veramente difficile trovare il libro giusto! Alle fine ho optato per Il mago di Lublino di Isaac Bashevis Singer che avevo in WL da un bel po’. Tra l’altro andando ad inserire questo libro su Goodreads per caso ho notato che era il numero 600! Quindi ora nella mia libreria lì ho 600 libri tondo tondi! Un invito a non comprarne altri per non modificare questa bella cifra!

Letti

Infine, veniamo ai libri letti (o terminati, se iniziati prima) a novembre. Sono tre, come mi ero ripromessa due iniziati e finiti queste mese, e il terzo è un libro che mi portavo appresso da un po’, non perché brutto ma semplicemente perché si trattava di un saggio, un genere con cui fatico sempre. Comunque, ecco qui i titoli:

  • Come acchiappare un asteroide / Adrian Fartade è il saggio di cui parlavo, è stato più difficile da leggere di quanto pensassi ma alla fine comunque mi è piaciuto molto!
  • Wyrd Sisters / Terry Pratchett: ho proseguito con la saga del Mondo Disco e ci sono sempre più dentro, la adoro! Ancora non ho ultimato la recensione, spero a breve!
  • La forma dell’acqua / Andrea Camilleri, come sempre una lettura molto avvincente ma Montalbano continua a lasciarmi qualche perplessità. Ne parlerò nella recensione che per ora non ho neanche iniziato!
Da leggere a dicembre

Anche stavolta solo due, anche stavolta sperando di riuscire a portare a termine anche l’altro saggio che ho in lettura da mooooolto più tempo tra l’altro!

  • Il mago di Lublino / Isaac B. Singer (sfida del protagonista)
  • Tutti i colori della Vita / Chiara Gamberale (sfida dei consigli)
  • Stato dei non letti

    Per fortuna il nuovo acquisto non ha provocato gravi danni perché comunque di libri ne avevo letti tre, e chiudo quindi novembre coi miei soliti due in meno che possono sembrare pochi ma per me sono la media più alta che riesco a sostenere! Quindi inizio dicembre con 157 libri ancora da leggere.

    Sfide terminate

    A novembre ho vinto La sfida delle pagine raggiungendo il mio traguardo di 6000. Tecnicamente poi avrei finito anche la sfida di Goodreads sul numero di libri da leggere, perché mi ero messa come obiettivo 30 libri, però l’ho aumentato a 35 quando ho letto gli albi a fumetti su Hawkeye perché io li consideravo come un’unica lettura, ma Goodread no. Insomma, il succo è che anche ho raggiunto il mio obiettivo primario che erano 30 libri, su Goodreads me ne manca ancora uno, quindi rimando i festeggiamenti al mese prossimo.

    Bene, anche per questo mese abbiamo finito!

    4 pensieri riguardo “Mensilità: Novembre 2020

    1. Per quanto riguarda il mio novembre, direi che l’ho dedicato molto al Giappone.

      Non sono ancora sicura della piega che prenderà dicembre. Qualche lettura natalizia la vorrei fare, ma mi sento molto attratta anche dalla fantascienza.

      1. Io c’ho rinunciato all’idea di leggere libri a tema con la stagione perché non ci riesco mai, se non per caso. Non è per questo comunque che se posso permettermi ti consiglierei di buttarti sulla fantascienza: è uno dei miei generi preferiti! Avevi già in mente qualcosa?

    2. Allora, vorrei davvero leggere L’occhio di Dio (la continuazione de Lo specchio di Dio) di Andreas Eschbach, che è un incrocio tra romanzo d’avventura e romanzo di fantascienza e si sposa discretamente con il periodo natalizio. Altre due opere che mi intrigano solo la trilogia (i primi tre libri pubblicati) de La fondazione di Asimov e la trilogia The broken Earth di N.K. Jemisin.

      Sono, però, incostante e volubile. Tutto può cambiare all’improvviso.

      1. Eschbach ce l’ho in wishlist ma non l’ho ancora mai letto, Jemisin invece non la conoscevo, sembra molto interessante!
        Di Asimov ho letto molto ma la trilogia della Fondazione l’ho solo iniziata perché dopo aver letto il primo libro mi è venuta voglia di leggere tutta la saga “estesa” in ordine cronologico di storia, e non di pubblicazione, quindi sono ripartita dai robot e ancora non sono arrivata alla fondazione. Però ricordo che il primo mi era già piaciuto moltissimo, quindi mi sento un po’ di spingere per questa trilogia! 🙂

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.