Guerra e Pace – libro III, Parte Prima

Una parte interessante, ma che non mi ha fornito molti spunti di commento. Mi sono piaciute molto le varie riflessioni di Tolstoj (il primo paragrafo sulla storia, poi il suo commento sull’intelligenza dei grandi condottieri, e quello su medici e medicine a proposito di Nataša).
Per il resto, che dire: è ricominciata la guerra! E l’esaltazione, su entrambi i fronti, è al massimo! Lo vediamo all’inizio, con i soldati che affogano contenti purché l’Imperatore li guardi farlo, e lo rivediamo alla fine (in misura un pochino minore!) con i nobili e i commercianti russi pronti a dare tutto, la propria vita, i propri figli, tutti i propri averi fino all’ultimo centesimo per la Russia, salvo poi tornare a casa, alla vita quotidiana, e chiedersi come gli è saltato in mente di promettere tutte quelle milizie allo Zar! 🙂
Mi sono, devo dire, un po’ "riconciliata" con Rostov, soprattutto per la forte impressione che ha prodotto in lui la cattura dell’ufficiale francese. Quella frase che si ripete stupito, «Dunque, loro hanno ancora più paura di noi!», mi ha colpito per la sua ingenuità e profondità al tempo stesso.
Una piccola nota: ho fatto per curiosità il conto sull’alfabeto francese, Napolone e la Bestia dell’Apocalisse, L’empereur Napoléon, e a me viene 661! Per arrivare a 666 dovrebbe esserci la e dell’articolo!
Un’ultima cosa: nella mia edizione, in questa parte ho superato la pagina 1000!! Si avvicina sempre più la fine!!! 🙁

2 pensieri riguardo “Guerra e Pace – libro III, Parte Prima

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.