scritto da Phoebes
mercoledì 29 Settembre 2010
alle 15:57
Categoria : Pike

Remember Me 2

di Christopher Pike


Come eravamo stupidi a cercare di spiegare il mistero della vita, pensai. Il mistero può essere vissuto, ma mai spiegato.
Shari

Jean Rodrigues e Shari Cooper non hanno molto in comune, a parte l’età (diciotto anni) e il fatto che entrambe sono di Los Angeles.
Un venerdì sera, però, Jean si ritrova su un balcone dopo una festa, proprio come cinquantadue settimane prima era accaduto a Shari. E, come lei, cade.

Avevo bisogno di una lettura veloce e leggera da alternare allo studio, che però fosse anche piacevole e coinvolgente, e devo dire di aver scelto proprio bene! Il libro s’è fatto leggere in fretta, e mi ha dato proprio tanta soddisfazione!!! ^_^
E’ davvero molto molto bello, e mi ha fatto moltissimo piacere ritrovare Shari Cooper, a tanti anni dalla prima lettura. Tanto più che lo immaginavo molto diverso leggendo sulla copertina “una nuova avventura di Shari Cooper, l’investigatrice-fantasma”. Non c’è una vera e propria indagine, non c’è un caso da risolvere, anche se la componente gialla è comunque presente.
La trama, come ho detto, è avvincente. Lo stile di Pike è molto piacevole, anche se a volte un po’ ingenuo (ma, dopotutto, è un romanzo per ragazzi!). I personaggi mi sono piaciuti forse anche più che nell’altro libro, in cui mi erano sembrati (alla seconda e “adulta” lettura, ovviamente) trattati un po’ superficialmente. Forse perché qui i protagonisti sono di meno, o forse perché alcuni li conoscevo già, non ho avuto questa impressione.
Mi è piaciuto molto il finale, sia perché Shari/Jean, all’ennesima caduta da un balcone, per una volta si salva ;), sia perché in questo modo potrà portare a termine la sua “missione”: raccontare storie, e, soprattutto, essere ricordata!

Dammi 3 parole

Volgiamo essere ricordati

Informazioni sul libro

Ho deciso di leggerlo dopo averne sentito parlare QUI.
Partecipa a La sfida nascosta, Dammi 3 Parole, La sfida della grammatica, TORNIAMO RAGAZZI NEL 2010, Sfida dei Serial Readers e Sfida… del mistero.
Il segnalibro qui a destra è quello che ho usato durante la lettura, ed è stato realizzato da piccolamimi.
Invece il segnalibro qui a sinistra, dedicato al libro, è mio!

Titolo originale: Remeber me 2 The Return
Anno: 1994
Casa Editrice: Mondadori
traduzione di Emanuela Cutelli
pagine: 123
La morte può attendere su aNobii

Un po’ di frasi

Jean Rodrigues non voleva diventare come sua madre: una donna non ancora quarantenne con cinque figli, un marito defunto (e che da vivo, comunque, era un ubriacone) e sessanta ore di lavoro alla settimana in un piccolo ristorante, con un salario appena sufficiente a pagare l’affitto di una casa fatiscente nella parte sbagliata della città, e a riempire le pance di bambini che non mostravano la minima riconoscenza nei suoi confronti.
[incipit]

– Sono proprio una sciocca.
– Forse. Ma solo gli sciocchi entrano in paradiso.
Shari e Rishi

– Shari! – chiamò qualcuno tre piani più in alto. – Stai bene?
– Sì! Sei tu, Peter?
– Questa giornata sta prendendo una piega bizzarra – mormorò Jimmy.
– Sì – urlò Lenny-Peter. – Ora mi ricordo! Mi ricordo di te!
Sorrisi. – E’ la cosa che desideravo di più!

[explicit, selezionare per leggere (ATTENZIONE!!! SPOILERISSIMO!!!!)]

Argomenti


2 risposte a La morte può attendere

  1. Fragola scrive:

    Ciao Phoebes! Sono passata per avvisarti che ti ho aggiunto tra i blog che seguo nel mio blog…spero non ti dispiaccia! ^^
    A presto! Ciaoo!

  2. Phoebes scrive:

    Ciao! Ma scherzi? Ovviamente mi fa molto piacere! :) Anch’io ho iniziato a seguirti (da poco), però su Google Reader: è comodissimo!!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: