David Golder

di Irène Némirovsky Voto: 8/10 Si erano scordati chi era lui!… Un pover’uomo malato, a un passo dalla morte, ingannato, ridicolo, ma pur sempre David Golder! (Pagina 118)