scritto da Phoebes
lunedì 27 Febbraio 2012
alle 22:34
Categoria : _cinema_

di Stanley Donen e Gene Kelly

I’m singing in the rain
Just singin’ in the rain
What a glorious feeling
I’m happy again
I’m laughing at clouds
So dark up above
The sun’s in my heart
And I’m ready for love

Hollywood, 1927. Don Lockwood e Lina Lamont sono le star del cinema muto e regalano agli spettatori film su film ogni volta campioni di incassi. Ma ecco che a rompere loro le uova nel paniere arriva il sonoro: il film della Warner Bros. Il pianista di Jazz ottiene un successo strepitoso, quindi anche le altre case di produzione, compresa la Monumental Pictures di Don e Lina, devono correre ai ripari e dare voce agli attori.
In questo periodo di grandi cambiamenti le due stelle del muto rischiano di perdere la loro fama, soprattutto a causa della mancanza di talento di lei, mentre nel frattempo lui si invaghisce della giovane attrice Kathy Selden, con cui ha avuto un primo incontro piuttosto burrascoso. Don, grazie all’aiuto di Kathy e dell’amico Cosmo Brown, cercherà di rimediare al disastroso primo tentativo col sonoro della Monumental Pictures trasformando l’ennesimo film in costume in un musical.

Dopo la casuale e apprezzatissima visione di Casablanca m’è venuta una gran voglia di classici! Così ho spulciato nella sezione dvd della mia Biblioteca (non eccessivamente fornita, purtroppo, devo dire) e ho trovato questo qui! E ho colmato un’altra mia lacuna cinematografica!! :)

Non sapevo assolutamente quale fosse la trama (tra l’altro, parecchio simile a quanto mi è parso di capire a quella del neo vincitore dell’Oscar come miglior film The Artist), e mi ha subito entusiasmato questo viaggio nel passato del cinema! Così buffo pensare che l’aggiunta del sonoro era considerata da tutti una buffonata, e molti credevano che non sarebbe durato! :)

Adorabile il personaggio di Lockwood (Gene Kelly) fin dalla sua prima apparizione, quando racconta la sua vita ai giornalisti, mentre noi vediamo i flashback di quel che è realmente accaduto e vediamo quanto sia diverso da quello che lui racconta! :)
Comunque, Singin’ in the rain è un musical, quindi a farla da padrone sono senz’altro le canzoni! Che sono proprio tante! A partire dai bellissimi numeri che Don organizzava con l’amico Cosmo prima di diventare famoso (soprattutto Fit as a Fiddle (And Ready for Love)), passando per Make ‘Em Laugh e Good mornig (che conoscevo ma non sapevo fosse in questo musical!), fino alla canzone che dà il titolo al musical, la bellissima Singin’ in the Rain!
Purtroppo devo ammettere che non tutte le canzoni le ho adorato, alcune erano veramente troppo lunghe, come per esempio Broadway Melody Ballet che è pure piuttosto esterna alla trama.

Comunque un gran bel film! Divertente, emozionante, colorato, irrefrenabile… meraviglioso!

Curiosità
L’edizione che ho visto io era corredata di un secondo dvd con uno speciale e diverse informazioni sul film. Ho così potuto scoprire che praticamente tutte le canzoni di questo erano canzoni di vecchi musical hollywoodiani! Quindi Moulin Rouge & co. non hanno inventato niente, c’erano già musical “costruiti” su delle canzoni già esistenti!
Sempre grazie allo speciale ho appreso una curiosità davvero interessante: il brano Singin’ in the rain era stato inizialmente messo in un altro momento del film, ovvero quando i tre protagonisti tentano di tirarsi su dopo la disastrosa prima del nuovo film, ed era cantato quindi da tutti e tre. Poi nel montaggio finale in quel punto è stata messa Good Mornign, perché nel frattempo Singin’ in the rain era diventata il famosissimo assolo di Gene Kelly. Mi ha stupito molto scoprire questacosa, pensare che se non avessero cambiato idea noi non avremmo avuto quella scena fantastica entrata nella storia del cinema di questo tizio stralunato che canta sotto la pioggia infischiandosene dell’ombrello perché si è innamorato! :D Altra curiosità riguardante questa scena sempre appresa dallo speciale è che fu girata di giorno, e dovettero anche darsi una mossa per finirla, perché era un’estate molto calda e ad una certa ora, la sera, tutti innaffiavano i loro giardini, quindi l’acqua veniva a mancare!

Informazioni sul film

Titolo: Cantando sotto la pioggia
Titolo originale: Singin’ in the Rain
Regia: Gene Kelly e Stanley Donen
Anno: 1952
Paese: USA
Genere: musical, commedia
Soggetto: Adolph Green, Betty Comden
Sceneggiatura: Adolph Green, Betty Comden
Colonna sonora: Nacio Herb Brown e Arthur Freed
Distribuzione: Metro-Goldwyn-Mayer
Attori: Gene Kelly (Don Lockwood), Donald O’Connor (Cosmo Brown), Debbie Reynolds (Kathy Selden), Jean Hagen (Lina Lamont), Millard Mitchell (R.F. Simpson), Cyd Charisse (ballerina), Douglas Fowley (Roscoe Dexter), Rita Moreno (Zelda Zanders)

Un po’ di frasi

[prese dalla Wikipedia]

— Cosmo, call me a cab.
— OK, you’re a cab.
— Cosmo, fai qualcosa, chiamami un taxi!
— Ok, sei un taxi.
Don Lockwood e Cosmo Brown

Lina. She can’t act, she can’t sing, she can’t dance. A triple threat.
Lina. Non sa muoversi, non sa cantare, non sa ballare: è multiforme.
Cosmo Brown

Argomenti



ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: