scritto da Phoebes
lunedì 16 Giugno 2014
alle 1:08
Categoria : _serie tv_

Supernatural
← STAGIONE 8
STAGIONE 10 →

You’re good. But I’m Crowley.
Crowley

(Episodio 11)

Serie creata da Eric Kripke
con Jared Padalecki, Jensen Ackles, Misha Collins

L’estate scorsa mi sono vista un bel po’ di puntate delle stagioni dalla 5 alla 8 di questa serie, quest’anno l’ho seguita in contemporanea con l’America. Il motivo principale per cui continuo a guardarla rimane sempre Mark Sheppard, ma devo dire che mi sto affezionando alla serie, e anche negli episodi in cui Crowley non c’era a volte mi sono comunque divertite.

Le prove per chiudere i cancelli dell’Inferno, affrontate (e non portate a termine) nella scorsa stagione, hanno indebolito moltissimo Sam, che ora si trova in fin di vita. Dean per salvarlo fa un patto con un angelo, Ezechiele. Intanto Crowley è ancora in mano ai Winchester, richiuso nei sotterranei del bunker, e Abaddon ne approfitta per prendere il potere all’Inferno. Come se non bastasse, gli angeli cacciati dal Paradiso creano problemi facendosi guerra, e cercando Castiel, ora umano, perché lo ritengono responsabile di quanto è accaduto.

Seguire l’intera stagione, settimana dopo settimana, è sicuramente il modo che preferisco per guardare un telefilm. E’ vero che è bello fare un recuperone e divorare un episodio dopo l’altro (con Battlestar Galactica, ricordo, facevo le nottate!) ma mi piace molto l’attesa che si crea dovendo aspettare almeno 7 giorni per proseguire. E devo dire che quelli di Supernatural questa cosa la sanno fare proprio bene, perché ogni volta che c’era una pausa nella messa in onda ci lasciavano in attesa di un episodio che si preannunciava favoloso! Nonostante questo sono comunque riuscita ad annoiarmi ogni tanto, ma vabbè, questo purtroppo è un difetto delle serie americane che devono per forza fare stagioni lunghe più si 20 episodi, e per forza di cose ce ne saranno una manciata di puramente riempitivi. Nel mio caso la cosa di aggrava perché quando non c’era Crowley, o almeno Castiel, già solo per questo l’episodio mi piaceva di meno.

A parte tutto questo, comunque, devo dire che la stagione mi è piaciuta non poco.

La trama girava intorno ad almeno due storyline. Innanzi tutto quella degli angeli, che dal logo della stagione appariva come quella più importante (e infatti ce la portiamo fino all’ultimo episodio). Dopo la “caduta” gli angeli hanno perso le ali, e quindi non possono più volare. Si dividono in fazioni in lotta tra di loro, e in questa guerra spesso ci rimettono gli esseri umani.

Poi c’era Abaddon vs Crowley per il controllo dell’Inferno (anche se il Nostro passa buona parte della stagione incatenato nella cantina dei Winchester). Inutile dire che io preferivo la seconda perché coinvolgeva direttamente Crowley!

L’angelo Ezechiele (Tahmoh Penikett)

Conosciamo alcuni personaggi nuovi. Il primo è un angelo di nome Ezechiele (interpretato da Tahmoh Penikett, l’Helo di Battlestar Galactica) che si offre di aiutare Sam. Mi è piaciuto fin da subito, con quella sia pacatezza nel parlare, e le sue ali spennacchiate. Peccato poi scoprire che non si chiamava affatto Ezechiele ma Gadreel, ovvero l’angelo che fece entrare il Serpente nel Paradiso Terrestre, e che da allora è stato tutto il tempo in prigione. Fa tanta pena questo povero angioletto che si nasconde dai fratelli, se non fosse che si allea con Metatron e… uccide Kevin!!!! Questa proprio non gliela riesco a perdonare! Anche se poi alla fine ci fa pena di nuovo… esprime benissimo il concetto totale questa immagine trovata su tumblr.

Caino (Timothy Omundson)

Nell’episodio 11 conosciamo un altro nuovo personaggio assai interessante: Caino! Sì, proprio lui, quello di Caino e Abele! Scopriamo la sua versione della storia: ha ucciso suo fratello Abele non per invidia ma per salvarlo, perché Abele non stava affatto parlando con Dio, bensì con Lucifero. Che storia triste la sua! Dopo secoli e millenni a vivere da demone, aveva finalmente trovato l’amore, ma Abaddon l’ha uccisa e… insomma, una storia tristissima! Porello!

Morte (Julian Richings)

Oltre alle new entry ci sono anche alcune facce note che rincontriamo con piacere. Il primo è sicuramente Morte!!!!! Peccato si rifaccia vivo (per così dire) solo in un episodio.

Charlie Bradbury (Felicia Day)

Nell’episodio 4 torna il personaggio di Charlie, che però io non conoscevo per niente visto che finora non aveva mai condiviso una puntata con Crowley: è veramente un personaggio bellissimo, me ne sono subito innamorata! A fine episodio va con Dorothy nel regno di Oz… spero tanto la rivedremo ancora!

Torna anche lo sceriffo Jodi Mills (che quindi non è morta, per fortuna!) e ovviamente torna Metatron. Ma soprattutto torna Linda Tran, la madre di Kevin, che quindi non era stata uccisa da Crowley, come lui ci aveva fatto credere, ma “solo” tenuta prigioniera.

Infine, nell’episodio 21 ritorna un personaggio che mai avrei immaginato di rivedere: Gavin, il figlio di Crowley (interpretato da un attore diverso da quello che avevamo visto nella sesta stagione). Stavolta ce l’abbiamo in carne ed ossa perché Abaddon lo porta nel presente per ricattare Crowley. Sappiamo che al demone non interessa proprio nulla del figlio, ma… quello era prima che il sangue umano gli facesse provare sentimenti! Comunque, alla fine Crowley si rifiuta di rispedire il figlio nel XVIII secolo, quindi Gavin rimane qui!

Veniamo ai personaggi più importanti. Kevin non compare sempre, ovviamente, e ogni volta c’è una scusa diversa per cui non lo vediamo, visto che ora vive nel bunker con Sam e Dean. Purtroppo però le scuse durano poco, perché nell’episodio 9 Kevin muore! Viene ucciso da Gadreel, per ordine di Metatron. Povero Kevinuccio! Lo rivediamo poi nell’episodio 14 come fantasma. Porello! Mi è dispiaciuto tantissimo! Ma, si sa, è Supernatual, quindi magari chissà lo rivedremo ancora!

Castiel (Misha Collins)

La nona stagione inizia per Castiel con un grandissimo cambiamento: è umano! Metatron gli ha rubato la Grazia, lasciandolo quindi indifeso, debole e totalmente spaesato, a fare i conti con un’umanità che non ha mai compreso appieno. Castiel umano comunque è una meraviglia! :) Fa fatica abituarsi ad ogni piccola cosa, come urinare o dormire (non sa come si fa!). Si libera dell’impermeabile, si nasconde dagli angeli che lo stanno cercando perché lo incolpano di quello che è successo, assume il falso nome di Clarence e finalmente fa sesso per la prima volta! Purtroppo in questa sua versione umana non incontrerà mai Crowley, e la cosa mi dispiace moltissimo! Comunque nell’episodio 9 ruba la Grazia ad un’altro angelo, tornando quindi in possesso dei suoi poteri, ali escluse. Ritrova anche l’impermeabile, anche se da ora in poi non indossa più la cravatta! :) Devo dire che un po’ mi è dispiaciuto, mi piaceva il Cass umano, era così tenero e ingenuo! A proposito di ingenuità: sappiamo tutti dell’ignoranza di Castiel riguardo alla pop culture, di come lui non capisca mai i riferimenti a libri, film, eccetera. Ebbene, dall’episodio 18 tutto questo non c’è più! Metatron, infatti, stufo di sprecare allusioni, lo infonde di tutta la conoscenza su tutti i film e i libri mai pubblicati!!!!! Però, per fortuna, il nostro angelo preferito non perde la sua natura naif riuscendo comunque a farci ridere come quando sceglie gli alias per Dean e Sam come agenti dell’FBI: sapendo che i due erano soliti pescarli nel campo musicale, li chiama agenti Spears e Aguilera! :D

Dean e Sam. Voglio loro molto bene, sono bellini, fantastici, e tutto quanto, ma definitivamente non sono il clou dello show per me. Soprattutto, on ne posso veramente più delle loro litigate tra fratelli, peggio di Ridge e Brook, sempre a lasciarsi e tornare insieme!

Passiamo al personaggio più importante della serie, dai! :) Ovviamente sto parlando di Crowley! Non per niente è il motivo per cui ho iniziato a vedere Supernatural e onestamente, anche se mi sono affezionata agli altri personaggi, non credo che potrei continuare a vederla se lui non ci fosse più.

I got the King of Hell in my trunk.
(Dean, episodio 1)

Questa stagione la inizia rinchiuso nel portabagagli dell’Impala. La prima volta che lo vediamo è nel secondo episodio, quando viene trasportato nelle segrete del bunker, incatenato all’interno di una trappola del diavolo. Ci resterà per un bel po’, ma nonostante così confinato, riuscirà comunque a regalarci momenti memorabili, come nella puntata con la Strega del Mago di Oz! :) Nell’episodio 10 finalmente esce dal bunker per un road trip con Dean e Castiel, per salvare Sam nel cui corpo Gadreel se n’è scappato. E per mandare via l’angelo alla fine Dean è costretto a permettere a Crowley di possedere Sam! Questo, lo ammetto, non me lo sarei mai aspettato! Possono negarlo entrambi quanto vogliono, ma è indubbio secondo me che c’è un legame tra Crowley e Sam, dopo tutto quello che hanno “condiviso”! Eppure, Crowley pare invece legarsi sempre più a Dean, nella ricerca del First Blade che servirà ad uccidere Abaddon, comportandosi nei suoi confronti quasi come un padre orgoglioso, e… bè, il finale di stagione è oltremodo interessante. Anche se nell’ultimo episodio non vediamo moltissimo Crowley è comunque una puntata importate per questo personaggio per due motivi. Di uno ne parlerò più in là, quando commenterò proprio questo episodio. L’altro è che finalmente vediamo Crowley a torso nudo! E così otteniamo finalmente una risposta ad una domanda che mi ha incuriosito dal momento in cui ho scoperti i tatuaggi di Mark Sheppard: saranno in canone per Crowley?

Crowley riceve un massaggio, mostrando schiena e braccia prive dei tatuaggi di Mark Sheppard, tanto amati da noi fan! :(

E se sì, sono del demone o dell’agente letterario di cui ha presto il corpo? Bene, purtroppo la risposta è che no, non sono in canone, visto che Crowley sfoggia schiena e braccia assolutamente intonse. Peccato!!! :(

Parliamo adesso un pochettino degli episodi che mi sono piaciuti di più. Innanzi tutto, ovviamente, tutti quelli in cui c’era Crowley.

Crowley fa il broncio a Sam, rifiutandosi di tradurre le iscrizioni in elamita senza avere niente in cambio

Mi è piaciuto molto l’episodio 4, “Slumber Party”, perché mi ha fatto conoscere il personaggio di Charlie, e anche per i massicci riferimenti al Mago di Oz (incontriamo Dorothy, e scopriamo che L. Frank Baum, l’autore dei libri, è suo padre, ed era un Uomo di Lettere!). Nell’episodio 5 non compaiono né Crowley né Castiel e tra quelli in questa categoria è penso quello che mi è piaciuto di più perché Dean a causa di un incantesimo si comporta come un cane e parla con gli animali: esilarante! L’episodio 6 è stato invece assai interessante per la presenza sia dei succitati Crowley e Castiel che di Kevin. Scopriamo che il Re dell’Inferno sa leggere l’antico elamita (ma quante cose sa!!!), e che Castiel non sa cantare, ma ci prova lo stesso per far addormentare una bambina, e sceglie una canzone meravigliosa: Believe It or Not di Joey Scarbury che era la sigla del telefilm The Greatest American (in italiano Ralph Supermaxieroe), un mito degli anni ’80 che io guardavo da piccolina e ricordo ancora con enorme affetto!

Crowley e Castiel

Ho già detto quello che succede nell’episodio 9 (Keeeeviiiiiin!!!), ma non ho specificato che quella fu l’ultima puntata prima dello hiatus natalizio: ci toccò aspettare per diverse settimane per sapere quel che sarebbe successo, e i trailer e i promo vari erano quanto mai accattivanti, preannunciando un episodio coi fiocchi! Ed in effetti l’episodio 10 (dal titolo “Road Trip”) m’è piaciuto un sacco! Abbiamo qualche gustoso siparietto tra Castiel e Crowley, il Nostro dà il meglio di sé e a fine episodio riacquista finalmente la libertà!. Peccato solo che la puntata finisca con l’ennesimo “litigio” tra i due Winchester, ma che noia, non se ne può più!

Crowley beve il tè a casa di Caino. Oh, quel mignolo!!!

Mooooolto interessante anche l’episodio successivo. Dopo il “divorzio” tra i Winchester, Castiel è rimasto a Sam ;), e Dean si consola andando a caccia con Crowley, alla ricerca dell’unica arma in grado di uccidere un Cavaliere dell’Inferno. In questo episodio abbiamo un Crowley davvero strano, terrorizzato da Caino, e nonostante ci regali la battuta più bella della stagione (vedi inizio post) devo ammettere che mi sembrava troppo out of character per piacermi. Ovviamente mi sbagliavo perché la paura di Crowley era tutta finzione, così come lo era la sua ignoranza sul marchio: era tutto un piano perché Caino lo cedesse a Dean!

Il nome che appare sul cellulare di Crowley quando lo chiama Dean

Altro piccolo hiatus tra l’episodio 15 e l’episodio 16, altra grande attesa perché pure questa si prospettava una puntata memorabile, e in parte lo è stata. Già solo il vedere che quando lo chiama Dean sul cellulare di Crowley appare la scritta “Not Moose”, ovvero “Non Alce” (Alce è l'”affettuoso” nomignolo con cui il Re dell’Inferno si riferisce a Sam) la rende una puntata una spanna sopra le altre. Per di più abbiamo la possibilità di vedere Crowley in uno stato che non gli è consono: risente ancora degli effetti della cura, ed è diventato drogato di sangue umano. Non ne può fare a meno, e più se ne inietta più prova sentimenti (addirittura lo vediamo leggere Piccole Donne e piangere mentre guarda Casablanca!) Troppo adorabile!!

Nell’episodio 18 Crowley non c’è, ma l’ho apprezzato molto lo stesso perché rivediamo Gabriel!!!! Oh, quando mi era mancato! Questo personaggio credo non compaia mi in uno stesso episodio con Crowley, ma ho comunque visto tutte le puntate in cui è presente perché mi incuriosiva motlissimo, e dal primo momento in cui l’ho visto me ne sono innamorata! Penso sia il mio secondo personaggio preferito della serie, superando anche Castiel e Charlie! Peccato però che quello in quest’episodio non sia il vero Gabriel, ma solo un’illusione creata da Metatron! :( Chissà però se Gabriel è morto davvero o no… a quanto ne sappiamo è stato ucciso da Lucifero nella sesta stagione, ma non sarebbe la prima volta che finge la sua morte…

L’episodio 20 è assai atipico, Sam e Dean si vedono pochissimo e il protagonista è Ennis, un ragazzo la cui fidanzata gli è stata uccisa sotto gli occhi, e per questo motivo è venuto a contatto col mondo del soprannaturale. All’inizio non capivo il perché di questa puntata così strana, poi ho ricordato: era la presentazione di uno spin-off di Supernatural ambientato a Chicago. Onestamente non mi ha entusiasmato particolarmete (già mi annoio quando ci sono solo Sam e Dean, figuriamoci se non ci sono neanche loro!), e infatti so che lo spin-off poi è stato cancellato.

Una bellissima espressione di Mark Sheppard nell’episodio 21: Crowley alle prese con i sentimenti!!

Veniamo al finale di stagione. L’episodio clou per me è stato non proprio l’ultimo ma il numero 21, quando chiudiamo con la storyline di Abaddon: come ho già detto incontriamo Gavin, il figlio di Crowley, e il Nostro cerca di riallacciare i rapporti e alla fine direi che quasi ci riesce, soprattutto perché si rifiuta di rimandare il figlio indietro, sapendo che è destinato a prendere una nave e affondare, e lo lascia quindi nel XXI secolo. Chissà se lo rivedremo! Nel complesso non eccessivamente entusiasmante come come puntata, ma con alcune scene davvero eccezionali, come per esempio l’attacco della lampada oppure quella che chiamo “the torture alliteration”:

Infine, il finale di stagione, l’episodio 23. Devo ammettere che l’emozione all’inizio era grande nel sentire la canzone che ormai ho imparato anch’io ad amare, quella Carry On Wayward Son dei Kansas che accompagna il riassunto “the road so far” ormai da parecchie stagioni (sicuro tutte quelle che ho visto io). Peccato che Crowley si veda poco, ma comunque non male come episodio di chiusura di stagione, e in particolare il finale apre nuovi scenari parecchio interessanti per la prossima stagione: Dean muore, e fin qui niente di nuovo. C’è stato un bellissimo momento riconciliatore tra lui e Sam prima, che quasi ho perdonato loro tutti i noiosi momenti litigiosi della stagione. Comunque, Crowley compare al capezzale di Dean, informandolo di qualcosa a proposito del Marchio di Caino che gli aveva taciuto (mai mentito, ci tiene a sottolineare, solo omesso): il Marchio non lascia andare così facilmente il suo portatore. Anche Caino ci aveva provato, ma… Crowley mette il First Blade in mano a Dean, esortandolo ad aprire gli occhi, vedere quello che lui vede, sentire quello che lui sente, ed andare ad ululare alla luna insieme. Ed ecco che Dean apre gli occhi, e sono neri, da demone.

Commento generale.

Crowley nell’episodio 16

Una bella stagione, che ho gustato probabilmente più del normale avendola seguita di pari passo con la messa in onda americana. Le vicende dei due fratelli Winchester e comprimari continuano ad intrigarmi, anche se la loro relazione spesso mi stressa un pochettino perché sono noiosamente ripetitivi nel litigare in continuazione per le stesse cose. Castiel mi piace sempre moltissimo, ma è ovviamente Crowley l’unica e importantre ragione per cui continuo a seguire e ad amare questa serie. Prevedo quindi di seguire e amare anche la prossima stagione, forse anche di più, visto che Mark Sheppard è finalmente stato promosso tra i “regular”!!! :D

Non nego comunque che il desiderio di vedere la decima stagione è accresciuto non poco da tutte le domande in sospeso che la nona ci ha lasciato: E Caino? Dandogli il marchio si era fatto prmoettere da Dean che una volta uccisa Abaddon sarebbe tornato ad uccidere lui. Come farà Castiel con la sua grazia rubata, che lo sta consumando da dentro? (Una parte di me, lo ammetto, spera che torni di nuovo umano, era adorabile!) E Charlie? Tornerà dal regno di Oz? E Gavin, tutto solo a fare i conti col XXI secolo? Ma il Paradiso è stato riaperto? Se sì, Kevin è passato dall’altra parte, o ha preferito rimanere come fantasma sulla Terra? Ma, soprattutto: Dean come demone, manterrà la sua coscienza? In fondo anche Caino era un demone piuttosto atipico! E come evolverà il suo rapporto con Crowley? E come la prenderà Sam? Sono curiooooooooosa!!!!! :)

Informazioni sul telefilm

Castiel nell’episodio 1
A parte tutto il resto, in questa stagione abbiamo avuto modo di vedere Castiel senza vestiti e Crowley a torno nudo: già solo per questo non posso che considerarla una bella stagione

Serie creata da Eric Kripke

Titolo: Supernatural
Titolo originale: Supernatural
Stagione: 9/?
Episodi: 23
Sceneggiatori: Robert Berens, Brad Buckner, Jeremy Carver, Eric C. Charmelo, Andrew Dabb, Adam Glass, Jenny Klein, Eugenie Ross-Leming, Nicole Snyder, Robbie Thompson
Registi: Tim Andrew, John Badham, Guy Norman Bee, Misha Collins, Kevin Hooks, Serge Ladouceur, John MacCarthy, Kevin Parks, P.J. Pesce, Stefan Pleszczynski, Philip Sgriccia, John F. Showalter, Robert Singer, Rob Spera, Jeannot Szwarc, Jerry Wanek, Thomas J. Wright
Anno: 2013/14
Paese: USA
Canale: The CW
Genere: sopranaturale, drama, horror, fantasy, azione

Attori principali: Jared Padalecki (Sam Winchester), Jensen Ackles (Dean Winchester), Misha Collins (Castiel)

Guest Star: Jim Beaver (Bobby Singer), Julian Richings (Morte), Tahmoh Penikett (Ezechiele), Mark Sheppard (Crowley), Osric Chau (Kevin Tran), Alaina Huffman (Abaddon), Adam Harrington (Bartholomew), Felicia Day (Charlie Bradbury), Kim Rhodes (Sceriffo Jody Mills), Curtis Armstrong (Metatron), DJ Qualls (Garth Fitzgerald IV), Lauren Tom (Linda Tran), Richard Speight Jr. (Gabriel), Lindsey McKeon (Tessa), Shannon Lucio (April Kelly), Kevin Brief (Reverendo Buddy Boyle), Kaniehtiio Horn (Dorothy), Maya Massar (The Wicked Witch of the West), Dylan Everett (Giovane Dean Winchester), Brenna O’Brien (Cecily), Timothy Omundson (Cain), Rachel Hayward (Tara), A.J. Buckley (Ed Zeddmore), Travis Wester (Harry Spangler), Nicole ‘Snooki’ Polizzi (se stessa), Rebecca Marshall (Lola), Gil McKinney (Henry Winchester), Jenny O’Hara (Julia Wilkinson), Erica Carroll (Hannah), Katherine Ramdeen (Alex / Annie), Sean Faris (Julian Duval), Nathaniel Buzolic (David Lassiter), Melissa Roxburgh (Violet Duval), Danielle Savre (Margo Lassiter), Lucien Laviscount (Ennis Ross), Theo Devaney (Gavin MacLeod)

Sito ufficialeSupernatural Wiki

Un po’ di frasi

Crowley: What’s on your mind, Kevin? You can tell me. We’re friends.
Kevin: You tortured me.
Crowley: I torture all my friends. It’s how I show love.
Crowley: Cosa ti passa per la testa, Kevin? Puoi dirmelo. Siamo amici.
Kevin: Mi hai torturato.
Crowley: Torturo tutti i miei amici. E’ il mio modo di dimostrare affetto.
(Episodio 2)
I took down a teenage vampire and a ghost, which sounds like a Y.A. novel if you say it out loud.
Ho sconfitto un vampiro adolescente e un fantasma, il che suona come un romanzo YA se lo dici ad alta voce.
Charlie
(Episodio 4)
Charlie: [Hunting alone is] Not a good idea, according to the “Supernatural” books.
Dean: You really can’t delete those from the Internet?
Charlie: Not even I can do that. Come on.
Dean: Where do you even find them?
Charlie: A top-secret place I call Amazon. And someone uploaded all the unpublished works. I thought it was fanfic at first, but it was clearly Edlund’s work.
Sam: Who uploaded it?
Charlie: I don’t know. Their screen name was beckywinchester176. Ring a bell?
Sam: None. Nobodies. No- there.. no bells. No!
(Episodio 4)
Spred the word… Vote crowley!
Crowley
(Episodio 10)
Dean: So you saying we’re both a couple of dumbasses?
Castiel: I prefer the word trusting. Less dumb. Less ass.
(Episodio 10)
Dean: This doesn’t make us square. I see you again…
Crowley: I’m dead. Yes, I know. I love you too.
Dean: Questo non ci rende pari. Se ti vedo ancora…
Crowley: Sono morto. Sì, lo so. Ti amo anch’io.
(Episodio 10)
Dean: How do I know this isn’t a trap?
Crowley: You don’t. That’s what makes it fun.
Dean: Come so che non è una trappola?
Crowley : Non lo sai. E’ questo che lo rende divertente.
(Episodio 11)
Dean: Go to hell.
Crowley: Oh, if only!
Dean: Va’ all’Inferno.
Crowley : Oh, se solo potessi!.
(Episodio 17)
No one in the history of torture has been tortured with torture like the torture you’ll be tortured with!
Nessuno nella storia della tortura è stato torturato con una torture come la tortura con cui verrete torturati voi!
Crowley
(Episodio 21)
I might not have told you the entire truth. But I never lied, I never lied Dean. That’s important. It’s fundamental.
Potrei non averti detto tutta la verità. Ma non ho mai mentito, non ti ho mai mentito Dean. Questo è importante. E’ fondamentale.
Crowley
(Episodio 23)

Argomenti


2 commenti per Supernatural, stagione 9

  1. dragoval scrive:

    Grandioso!
    [Ma cosa diavolo è un romanzo YA?!?!?!?!?!]
    Ah, Mark, Mark ….;)))))

    • Phoebes scrive:

      Ah! :) Adoro Charlie Bradbury anche perché, tra le altre cose, è totalmente nerd, e quindi diciamo che parliamo un po’ la stessa lingua! Un YA comunque sarebbe uno “Young Adult”, romanzi per adolescenti che però vogliono darsi un tono e allora dicono che sono per “Giovani Adulti”. Spesso sono a tema soprannaturale, come la saga di Twilight per intenderci, da cui la battuta di Charlie a proposito del vampiro adolescente! :)


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: