scritto da Phoebes
lunedì 9 Maggio 2016
alle 20:43
Categoria : _cinema_

Rubrica dedicata alle recensioni dei film, due o più nello stesso post. Qui commenterò film visti anni fa che mi va di condividere, ma anche film visti più di recente per cui però non mi va di fare una recensione a parte in un solo post. Quando mi riesce vorrei anche provare a raggruppare i film per genere, o per qualcosa che li accomuna.
I film vecchi solitamente non avranno voto, perché essendo appunto passato del tempo mi posso ricordare se mi è piaciuto o no, ma non valutare il “quanto”.

I Marvel One-Shot non sono veri e propri film ma sono dei corti facenti parte del Marvel Cinematic Universe inseriti tra i contenuti speciali dei vari dvd dei film che compongono la serie, e hanno spesso per protagonisti dei personaggi minori. Questi One-Shot hanno la funzione di fare da collegamenti tra i vari film, e penso un po’ anche con le serie tv. Li ho sempre trovati molti divertenti, ma a parte qualche accenno non ne avevo mai parlato qui sul blog. Ho deciso di farlo ora che siamo in piena Fase 3 e il numero di film e personaggi di questo Universo cresce sempre di più!

The Consultant

(Marvel One-Shot: The Consultant, 2011)

di Leythum

Marvel Cinematic Universe
L’incredibile Hulk
Iron Man 2

Coulson: We have to sent someone who will truly annoy him… someone arrogant and abrasive, with an utter disdain for authority, someone who will offend the general to his very core…
Sitwell: You’re talking about the Consultant.

Coulson e Sitwell seduti in un caffè cercano di trovare una soluzione a un grosso problema: il generale Ross vuole che l’Abominio venga preso in considerazione per unirsi all’Iniziativa!

Visto nel 2012. Corto, fantascienza. Sceneggiatura di Eric Pearson. Con Clark Gregg (Agente Coulson), Maximiliano Hernández (Agente Sitwell)

Corto carinissimo che ho apprezzato molto anche perché ha Coulson come protagonista. Lui e Sitwell pensano a un modo per sabotare il generale Ross, e l’unica soluzione pare quella di utilizzare il consulente. Coulson però si rifiuta categoricamente di avere a che fare con lui. Perché, chi è questo consulente?!? Tony Stark, ovviamente, e altrettanto ovviamente non solo Coulson alla fine si rivolgerà a lui ma l’idea funzionerà alla grande perché Stark riuscirà ad irritare Ross irrimediabilmente! :D

A Funny Thing Happened on the Way to Thor’s Hammer

(Marvel One-Shot: A Funny Thing Happened on the Way to Thor’s Hammer, 2011)

di Leythum

Marvel Cinematic Universe
Iron Man 2
Thor

I couldn’t decide.
Coulson a proposito dei due tipi di ciambelline: cioccolato o zucchero a velo?

L’agente Coulson, abbiamo visto in Iron Man 2, è stato chiamato in New Messico per investigare uno strano artefatto piovuto dal cielo (come dice il titolo, si tratta ovviamente del Martello di Thor). Durante il tragitto dalla California al New Messico, Coulson ha una piccola avventura.

Visto nel 2012. Corto, azione, fantascienza. Sceneggiatura di Eric Pearson. Con Clark Gregg (Agente Coulson), Jessica Manuel (commessa), Jeff Prewett (rapinatore 1), Zach Hudson (rapinatore 2)

Questo è senza dubbio il mio corto preferito, perché ha per protagonista il mio adorato Coulson che dà il meglio di sé, visto che possiamo vederlo finalmente in azione! Praticamente sventa una rapina da parte di due delinquenti armati di fucile utilizzando solo un pacco di farina. XD Ricordo di aver letto a suo tempo qualche commento di fan stupiti di vedere l’agente Coulson in azione, immaginandolo penso come un agente da scrivania, la cui principale qualità fosse quella (non trascurabile) di riuscire ad avere a che fare con Tony Stark senza impazzire. Io invece ero sicura che il solitamente calmo e compassato agente avesse anche altre qualità: fa pur sempre parte dello S.H.I.E.L.D., d’altronde, ed è piuttosto in alto di livello! :D Chissà se i creatori di questo corto avevano già in mente la serie tv che sarebbe venuta due anni dopo…

Item 47

(Marvel One-Shot: Item 47, 2012)

di Louis D’Esposito

Marvel Cinematic Universe
The Avengers
Iron Man 3

Blake: I understand, Agent Coulson- I’m sorry, force of habit.
Sitwell: We all miss him.

Dopo la battaglia di New York molti manufatti alieni sono stati rinvenuti, tutti inutilizzabili. Tranne uno, che una coppia è riuscita a far funzionare e sta usando… per rapinare banche!

Visto nel 2012. Corto, azione, fantascienza. Sceneggiatura di Eric Pearson. Con Lizzy Caplan (Claire Wise), Jesse Bradford (Bennie Pollock), Maximiliano Hernández (Jasper Sitwell), Titus Welliver (Agente Blake)

Questo corto è credo il più lungo finora, e anche il più “filmoso”: ha un intro, un titolo che appare in sovrimpressione, dei titoli di coda fighi e perfino una mini scena post-credit, come da tradizione Marvel!

Protagonista di questo corto è l’agente Sitwell che ha il compito di individuare e neutralizzare i due ladri che stanno usando l’arma classificata come “Item 47”, e recuperare l’oggetto. Il nostro agente dimostra di sapere anche lui il fatto suo quando c’è bisogno di entrare in azione. Fa la sua apparizione anche l’agente Blake, che poi vedremo nella serie Agents of S.H.I.E.L.D.. Blake si sbaglia e chiama Sitwell Coulson. Quando vidi per la prima volta questo corto la serie tv era ancora lontana e mi fece un certo effetto sentir nominare il mio agente preferito, visto che allora la campagna #CoulsonLivesera appena agli inizi!

Finale divertente: Sitwell cattura i due banditi, ma invece di ucciderli, li arruola, vista la bravura da loro dimostrata nel maneggiare il manufatto, specie considerando che Bennie è riuscito a farlo funzionare, cosa che non era riuscita neanche agli scienziati dello S.H.I.E.L.D..

Agent Carter

(Marvel One-Shot: Agent Carter, 2013)

di Louis D’Esposito

Marvel Cinematic Universe
Captain America – Il primo Vendicatore
Agent Carter, stagione 1 →

Agent Flynn: Please. Let’s stop pretending, shall we? Everyone knows why you’re here.
Peggy Carter: Please, enlighten me.
Agent Flynn: You were grieving, so they kept you on, so that you would feel useful. I call it “pity.”
Peggy Carter: If they wanted to make me feel useful, they wouldn’t have made me work with you.

Peggy Carter, a guerra finita, viene relegata ad un lavoro d’ufficio e mai presa sul serio, finché non le capita, per caso, una missione.

Visto nel 2013. Corto, azione, fantascienza. Sceneggiatura di Eric Pearson. Con Hayley Atwell (Peggy Carter), Bradley Whitford (Agente Flynn), Dominic Cooper (Howard Stark)

Questo corto è uscito dopo Iron Man 3 ma dovrebbe collocarsi tra il primo Captain America e la serie tv Agent Carter, anche se a me sembra un po’ incoerente rispetto alla serie, per questo ho preferito inserirlo nel MCU nel punto in cui è uscito, anche perché altrimenti la questione diventava troppo complicata!

Il corto è bellissimo, Peggy come sempre favolosa! Irrita moltissimo il modo in cui è trattata, sempre grandemente sottovalutata. Nel finale arriva Howard Stark e chiamarla a dirigere con lui il neonato S.H.I.E.L.D..

Quando uscì questo corto a proposito della serie c’erano solo vaghe voci, e quindi mi fece ben sperare di poter rivedere di nuovo l’Agente Carter! Non è il mio corto preferito solo perché non c’è Coulson, ma a parte questo è eccezionale! :)

All Hail the King

(Marvel One-Shot: All Hail the King, 2014)

di Drew Pearce

Marvel Cinematic Universe
Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. 1.12 “Seeds”
Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.1.13 T.R.A.C.K.S. →

Jackson Norris: Trevor, you told me that when you got this role that you’d researched it thoroughly.
Trevor Slattery: Yeah, but when an actor tells you he’s “done the research” it means he’s switched on his computer, googled his own name and had a quick wank.

Dopo i fatti di Iron Man 3 il finto Mandarino è in prigione, dove ha un nutrito gruppo di fan e un giornalista che sta facendo un documentario su di lui.

Visto nel 2016. Corto, azione, fantascienza. Sceneggiatura di Drew Pearce. Con Ben Kingsley (Trevor Slattery), Scoot McNairy (Jackson Norris), Lester Speight (Herman)

Questo corto me l’ero perso, l’ho scoperto solo ora che stavo cercando di mettere ordine al MCU.

Seguiamo una giornata in prigione di Trevor Slattery, l’attore che in Iron Man 3 interpretava il personaggio del Mandarino. I suoi fan lo seguono, lo servono e riveriscono, e proteggono dagli altri carcerati che non subiscono il suo fascino. E lui è sempre un grandissimo idiota!

Scopriamo poi che il giornalista era in realtà un agente dei Ten Rings: il gruppo sovversivo vuole Trevor per punirlo di aver osato impersonare il loro capo. E lui continua a non capire!

Da Item 47 in poi questi corti sono sempre più lunghi e più simili a mini-film. Questo non fa eccezione avendo anche delle scene post-credits: nella stessa prigione di Trevor c’è anche Justin Hammer che si lamenta per la popolarità dell’altro, asserendo di essere molto meglio lui! :)

Argomenti



ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: