Primeval, stagione 4

Primeval
← STAGIONE 3
STAGIONE 5 →

Il mio nome è James Lester. Cinque anni fa fui messo a capo dell’ARC, un progetto governativo top secret che investiga su degli squarci del tempo conosciuti come “anomalie”. Queste anomalie permettono a creature di epoche lontane, estinte da molto tempo, di passare nel nostro tempo. Il nostro capo scienziato della ricerca è stato assassinato dalla sua moglie folle moglie, Helen, che aveva intenzione di spazzare via l’umanità. Danny Quinn, Connor Temple e Abby Maitland hanno attraversato un’anomalia per fermarla. Nessuno sa cosa sia successo loro. Ma dato che la razza umana è sopravvissuta, dobbiamo supporre che ce l’abbiano fatta. Nessuno di loro è mai tornato, perduti per sempre in un lontano passato, senza poter tornare a casa. Ogni tentativo di salvataggio è fallito. E’ stata messa in piedi una nuova squadra e sono stati fatti molti cambiamenti all’ARC. La battaglia prosegue. C’è sempre una nuova minaccia. E qualunque cosa sia, ce ne occuperemo noi.

[Intro dell’episodio 1]

Quanto mi era mancata questa serie!!! E sì che io ho aspettato proprio poco, perché l’ho scoperta tardi: i fan di vecchia data hanno dovuto attendere credo più di un anno dalla fine della terza stagione!
Come immaginavo, molti cambiamenti: la grande cattivona delle prime tre stagioni non c’è più, quindi dobbiamo seguire nuove storyline, accompagnate dall’aggiunta di nuovi personaggi! Purtroppo abbiamo anche un personaggio in meno, Sarah: a quanto ho capito l’attrice non ha dato la sua disponibilità per la nuova stagione, così il suo personaggio è stato fatto morire nel tempo tra una stagione e l’altra! :'( Peccato, a me lei piaceva così tanto!!!
Anche gli effetti speciali sono cambiati, mi sembra, già dalle prime puntate li ho trovati migliori!
Continuo ad amare molto questa serie, anche se questa stagione l’ho trovata un po’ inferiore alle precedenti, ma forse è solo perché non c’è stato nessun episodio un po’ più Lester-centrico, come il 2×06 e il 3×06! 🙂

Webisodes


Sceneggiatura: Sarah Dollard
Regia: Tim Bradley
Guest Star: Anton Lesser (Gideon)

Prima della messa in onda delle nuove puntate sul sito ufficiale della serie sono stati pubblicati cinque mini episodi solo per il web che avevano lo scopo di introdurre i nuovi personaggi e i cambiamenti avvenuti nell’anno di “pausa” tra la fine della terza stagione e l’inizio della quarta.

Nel primo episodio vediamo Lester e Becker interrogati da non meglio identificati funzionari del governo (ma Becker un nome di battesimo proprio non ce l’ha? Quando glielo chiedono risponde solo “Becker”!). Pare che l’ARC sia stato chiuso dopo la perdita di ben quattro membri del team (Connor, Abby e Danny dispersi, e Sarah morta nell’ultimo dei tentativi di salvataggio), però l’incursione di uno stegosauro nel Parlamento (!!!) ha costretto il governo a prendere di nuovo in considerazione il progetto. Ovviamente chiedono a Lester di esserne di nuovo il responsabile (hanno bisogno di lui!!!), e Lester vuole assolutamente che anche Becker torni a lavorare all’ARC (il porello è distrutto dalla perdita dei colleghi, e non voleva tornare).
Intanto conosciamo anche Jess e Matt, entrambi a colloquio per entrare a far parte del nuovo team.
L’episodio si conclude con una frase sibillina del funzionario governativo: l’ARC continuerà ad esistere, in una forma o in un’altra… Come James, anche a me non piace come suona!

Nel secondo episodio entriamo nel nuovo ARC, e assistiamo al primo approccio tra Becker Jess. 🙂 Scopriamo che l’ARC ora è per metà privato, e Lester deve fare rapporto sia al ministro che a un certo Philip Burton, uno scienziato vincitore anche di un Nobel, proprietario della Prospero (che ancora non si sa bene cos’è!).
Viene introdotto un nuovo personaggio, per ora senza nome, a cui Matt fa riferimento: pare che abbiano inserito un po’ di esagerazioni nel curriculum di Matt (non ha davvero scalato l’Everest, come c’è scritto nella sua scheda sul sito, allora!) per fargli avere quel posto, perché Matt deve portare a termine una qualche missione. Cosa nascondono ‘sti due?!?!

Nel terzo episodio vediamo per la prima volta, anche se sono in un video di presentazione, Philip Burton, il presidente delle Prospero Industries. Questo Burton, veniamo a sapere, non ha un ufficio all’ARC, ma quando viene usa solitamente quello di Lester … già mi sta antipatico per questo! 😉
Diamo un’occhiata alla nuova tecnologia presente all’ARC: Jess dà infatti a Matt un bracciale identificativo che combacia con la sua pelle, scansiona le porte per poterle aprire e non funziona per nessun altro, così in caso di smarrimento nessuno potrò entrare illegalmente nell’ARC (ottima precauzione, visto il casino che combina Helen rubando il pass di Sarah nella stagione scorsa!)
Matt e Becker si conoscono, e già si odiano (o, almeno, Becker non sopporta Matt).
Ancora il misterioso “amico” di Matt: gli chiede informazioni sui membri del team che ha conosciuto, e la loro conversazione termina con il giudizio di Matt su Becker: “non è l’uomo che stiamo cercando”. Ripeto, ma che vogliono ‘sti due?!?!

Nel quarto episodio continuano i battibecchi tra Matt e Becker. Stavolta il problema è che il nuovo team leader ha ordinato delle armi non letali, e a Becker questo non sta bene, lo ritiene un sottovalutare il pericolo, è convinto che Matt non capisca. Ecco allora che quest’ultimo fa un discorso a tutto lo staff (e si affaccia ad ascoltarlo anche Lester, che dopo il primo episodio non avevamo più rivisto!). Innanzitutto ci rivela che all’ARC non si assumeranno più civili, ma solo militari o persone con un passato nell’esercito. Poi Matt annuncia che il governo ha chiuso le indagini su Abby, Connor e Danny, i tre sono dati ufficialmente per dispersi, probabilmente deceduti. Ma Matt non ci sta, non vuole abbandonarli, promette a tutti che continueranno a cercarli, e così si conquista l’applauso del team, l’approvazione di Lester e forse anche la fiducia di Becker.

Ed ecco l’ultimo episodio, che aggiunge ancora qualche piccola ma importante informazione.
E’ stata istituita una nuova regola: nessuno può attraversare le anomalie. Becker com’è facile immaginare sembra molto suscettibile su questo punto!
Ad una domanda di Jess sul tempo in cui sono dispersi Abby, Connor e Danny, Becker spiega che Sarah aveva intuito, studiando il suo diario, il piano di Helen, quindi anche loro suppongono (perché non possono averne la certezza) che la sua meta finale fosse il Pliocene, e il suo scopo annientare la razza umana. Forse allora è questa l’idea che aveva avuto Sarah alla fine della scorsa stagione!
Continuano i rapporti di Matt all’uomo misterioso che, scopriamo, si chiama Gideon. Matt rivela di essersi preparato a questa missione (qualunque essa sia!) per ben dieci anni! Quindi assai prima che l’ARC esistesse! Ribadisco: ma che vogliono ‘sti due?!?!!

Episodio 1


Sceneggiatura: Paul Mousley
Regia: Mark Everest
Guest Star: Anton Lesser (Gideon)
Voto: 8

E’ passato un anno dagli avvenimenti dell’ultimo episodio di Primeval. Connor e Abby sono bloccati nel Cretaceo, e non hanno idea di come fare a tornare indietro. All’ARC tutto è cambiato: c’è una nuova squadra e nuove tecnologie a supportare i Nostri nella lotta alle creature.

Uhu!!! Quanto ho aspettato questi nuovi episodi!! Neanche tanto, a dire la verità, come ho già detto non mi posso lamentare, perché questa serie l’ho scoperta tardi! Che devono dire quelli che hanno visto la fine della terza stagione quando è uscita, e ha dovuto aspettare un anno e mezzo, passando anche per l’ansia di un possibile (anzi, a suo tempo dato per certo) non rinnovo?
Ma bando alle ciance, veniamo a questo primo nuovo episodio, che comincia alla grande! 🙂 C’è infatti Lester che, come voce fuori campo, fa il punto della situazione a inizio puntata:
Il mio nome è James Lester. Cinque anni fa fui messo a capo dell’ARC, un progetto governativo top secret che investiga su degli squarci del tempo conosciuti come “anomalie”. Queste anomalie permettono a creature di epoche lontane, estinte da molto tempo, di passare nel nostro tempo. Il nostro capo scienziato della ricerca è stato assassinato dalla sua moglie folle moglie, Helen, che aveva intenzione di spazzare via l’umanità. Danny Quinn, Connor Temple e Abby Maitland hanno attraversato un’anomalia per fermarla. Nessuno sa cosa sia successo loro. Ma dato che la razza umana è sopravvissuta, dobbiamo supporre che ce l’abbiano fatta. Nessuno di loro è mai tornato, perduti per sempre in un lontano passato, senza poter tornare a casa. Ogni tentativo di salvataggio è fallito. E’ stata messa in piedi una nuova squadra e sono stati fatti molti cambiamenti all’ARC. La battaglia prosegue. C’è sempre una nuova minaccia. E qualunque cosa sia, ce ne occuperemo noi.
Poi parte la sigla, che però non mi piace: non ci sono le immagini degli attori, solo i nomi! 🙁 E, soprattutto… non c’è Jason Flemyng, quindi ancora niente Quinn!!! :'(

Conosciamo i nuovi personaggi, Matt e Jess, con cui devo dire sono entrata presto in sintonia, anche se all’inizio i sembrava assai strana la loro familiarità con l’ARC, e con Lester e Becker! Per quanto riguarda quest’ultimo, mi sembra si sia accresciuto come personaggio, il suo dolore per la scomparsa degli amici (di cui, tra l’altro, si sente responsabile) gli ha aggiunto nuove sfaccettature! 🙂 Mi manca Sarah, però!!!! :'(
Comunque, i nuovi acquisti già mi piacciono, anche se Matt pare un po’ troppo macho, a volte!
Non mi piace invece la new entry esterna all’ARC, ovvero Philip Burton: già mi sta antipatico!
Interessanti le nuove tecnologie, ne vedremo delle belle! 🙂

Ma facciamo un salto nel Cretaceo, a trovare Abby e Connor alle prese con tuberi, radici e fughe dai raptor. Abby ha i capelli lunghi, e mi piace un sacco questo suo nuovo look, e pure Connor è più figo che mai!!!!!!
Grazie a un raptor che ruba la coperta termica di Abby, riescono a ritrovare il congegno di Helen. Connor lo fa funzionare di nuovo, così finalmente possono aprire un’anomalia e tornare a casa!!!! Emozionante il loro incontro con Becker! Lester invece alla notizia della loro ricomparsa pensa subito a Danny (ha ragione!!! Anch’io sono preoccupata per lui!!!!).
Nel tentativo di sfruttare di nuovo i poteri del dispositivo di Helen, Connor combina subito uno dei suoi casini, mandando
uno spinosauro in giro per le strade di Londra. Per fortuna lui e Abby riescono ad aiutare Matt e Becker a rimettere le cose a posto, solo che il dispositivo se ne torna nel Cretaceo nella pancia dello spinosauro! Addio al totale controllo delle anomalie! 😉
Torniamo all’ARC, e finalmente posso vedere il tanto (da me) sospirato incontro di Lester con Abby e Connor! Ero curiosissima di sapere se si sarebbe lasciato andare, almeno un po’! No, ovviamente, anche se accetta, pur con un certo disagio, l’abbraccio di Abby, e si concede un “you too” in risposta al suo “E’ così bello vederti!” 😀 (QUI un’immagine SPOILER della scena – anche se in realtà neanche tanto spoiler, secondo me, perché si sapeva, e si vedeva anche nel trailer, che Abby e Connor sarebbero tornati!).
Comunque, torniamo alle novità: l’ARC è stato in parte privatizzato, e questo spiega la presenza di Burton che, mi addolora constatarlo, Connor considera un mito vivente! La notizia più brutta è comunque che a causa delle disposizione del nuovo ARC è possibile il lavoro sul campo solo a personale militare, per cui Abby e Connor sono estromessi! Ovviamente ai due la cosa non va per niente giù!

Non male come primo episodio, non male davvero. E ci lascia con diversi dubbi. Chi è e, soprattutto, cosa vuole questo misterioso Gideon? Che ne è stato di Rex, Syd e Nancy, che ancora non si sono visti? E del povero Quinn? E, soprattutto, chi sarà il nuovo cattivo, in questa serie? Il misterioso Gideon? O forse Burton? Io spero sia quest’ultimo che, come ho già detto, mi sta antipatico, e la sua posizione nei titoli di testa, subito prima di James (ovvero al posto di Helen) suffraga questa mia ipotesi… 😉

Ahahah!!!!! Dimenticavo una cosa importantissimaaa!!!!!!!!!! Abby e Connor finalmente stanno insieme!!!! Anche se hanno dato davvero poco spazio alla cosa, sono comunque contentissima!!!!

Con la nuova stagione non ho perso l’abitudine ai video: eccone UNO (ovviamente SPOILER) con le scene per me più belle dell’episodio, ovvero non tanto le più significative, quanto le più emozionanti e divertenti! 😀

Episodio 2


Sceneggiatura: Steve Bailie
Regia: Mark Everest
Guest Star: Anton Lesser (Gideon), James Bradshaw (Duncan)
Voto: 8

Cinque anni fa un coccodrilletto uscì da un’anomalia, si mise a far danni in una cucina e fu gettato nelle fogne dalla padrona di casa. Ecco che le leggende metropolitane prendono vita, e nel presente il caprosuco, non più tanto piccolo, comincia a mietere vittime.

Niente anomalia in questa puntata, visto che la creature era già venuta nel nostro mondo anni prima.
All’ARC sembra non esserci posto per Connor (anche se Lester sta facendo il possibile per reintegrarlo al lavoro), invece ad Abby viene proposta la direzione del serraglio, una specie di giardino zoologico con tutte le creature che non sono potute tornare nel loro tempo: mi ero sempre chiesta che fine facessero! Rivediamo finalmente Rex, anche lui nel serraglio (suppongo sia andato Lester a prenderlo, visto che stava a casa di Abby… ma non lo dicono!!!). Però… e Syd e Nancy?!?! Non li rivedremo più? Se li sono dimenticati? 🙁
Comunque, c’è ovviamente anche il mammut nel serraglio, quindi Lester si sbagliava quando, nell’episodio 2×06, dice a Abby “Non ti affezionare, non puoi tenerlo.”: in un certo senso, Abby lo tiene con sé, ora! 🙂
Come dicevo, Connor si ritrova a spasso, ma con 12 mesi di stipendio arretrato (che bravo Lester!!!!) può se non altro cercarsi un posto decente dove stare. Jess lo invita allora a servirsi di casa sua, e usare il suo computer, e la ragazza ha un appartamento davvero magnifico, enorme e luminoso, e con dei bellissimi soprammobili a forma di telefoni vintage con su scritto il suo nome! 🙂 Credevo che questo suo entusiasmo per Connor nascondesse una cotta, ma a quanto pare se c’è del tenero, è tra lei e Becker… 🙂
Continuano gli incontri “segreti” tra Matt e Gideon. Non so proprio cosa pensare! In questo episodio Gideon ribadisce il fatto che Matt deve controllare tutti quelli che hanno a che fare con l’ARC, perché, dice, “Potrebbe essere chiunque di loro. Potrebbero essere tutti.” Ma a fare cosa? Forse anche Gideon, come Helen, pensa sia colpa dell’ARC se si sono sviluppati i predatori del futuro e l’umanità è stata annientata? Mi è venuta in mente questa ipotesi perché si riallaccia a quando nella puntata precedente Gideon ha detto “Questo è un mondo bellissimo. Ma per quanto ancora lo sarà?”. In ogni caso, questo “complotto” mi secca molto, perché mi piace Matt come personaggio, e mi dispiace vederlo tramare contro gli altri del gruppo! Per esempio, quando si dà da fare anche lui per il ritorno di Abby e Connor, non posso fare a meno di pensare che le sue motivazioni siano bel altre… 🙁
Rivediamo in questo episodio Duncan, l’amico di Connor che avevamo conosciuto nella prima stagione, nell’episodio dei dodo. Un po’ inutile la sua presenza, ma serve più che altro a coinvolgere Connor e a farlo tornare in azione! Infatti, alla fine, grazie anche al suo prezioso apporto nel catturare il caprosuco, viene reintegrato nella squadra!!!!

Episodio divertente, ci permette di conoscere ancora meglio i nuovi personaggi, e di vedere Connor e Abby di nuovo in azione! Poco Lester, ma in belle scene, quindi, ovviamente…. VIDEO (SPOILER)!!!

Episodio 3

Sceneggiatura: Debbie Oates
Regia: Cilla Ware
Guest Star: Anton Lesser (Gideon), Ruth Bradley (Emily Merchant), Jonathan Byrne (Ethan Dobrowski), Sara James (Charlotte Cameron)
Voto: 6 e 1/2

Si apre un’anomalia in un teatro, e ne vengono fuori… delle persone! Più un rettile-scimmia parecchio bruttarello! Intanto all’ARC non se la passano tanto bene: un errorino di Connor ha innescato una chiusura totale della struttura, che pare impossibile da annullare.

Che inizio col botto!!!! Le creature uscite dall’anomalia stavolta sono… persone!!!! Che paiono essere molto esperte di viaggi temporali! M’è venuto un colpo quando ho sentito che le due ragazze si chiamavo Charlotte e Emily… ho pensato fossero le sorelle Brontë!!!
Peccato che poi questa parte di puntata non mi abbia più entusiasmato molto: ho preferito di gran lunga la storia parallela del casino che succede all’ARC. Connor – che con mio grande dolore s’è rasato!!!! 🙁 Era così figo in wild-style!!!!! – viene “incastrato” da Philip a fare lavori tecnici invece di essere sul campo. Durante una bioscansione dell’intero edificio, viene scansito (si dice così?) anche Rex, che come sempre se ne stava in giro per i fatti suoi. La lucertolina viene ovviamente rilevata come creatura fuoriuscita dal serraglio, e così si avvia la procedura di sicurezza che blocca tutto, e soprattutto sigilla e toglie aria alla stanza in cui si trova Rex… e in cui c’è anche casualmente Burton! Così Connor rischia di ammazzare il suo capo al primo giorno di lavoro! Ed ecco qui che, credendosi ormai in fin di vita, Burton fa per rivelare a Connor qualcosa di molto importante, riguardante un progetto segreto denominato “New Dawn”… purtroppo non riusciamo a saperne niente, perché proprio quando stava per parlare Burton perde i sensi! Alla fine ovviamente si salverà e, cosa più importante, anche Rex! 😀
Aha!! Per ripristinare il tutto Connor ritrova una via d’accesso che si era lasciato progettando il sistema iniziale, e la password era “ABBY TEMPLE”. Che carino!!! 😀

Oltre a questo, continuano per Matt i dialoghi segreti con Gideon. Rivela di sospettare anche lui di Burton… e allora forse questo significa che non è lui il colpevole, altrimenti sarebbe tropo facile! Gli indizi però gli sono sempre più contro (vedi “New Dawn”). Un bel finale sconvolgente sarebbe scoprire che alla fine sarà proprio Matt il “pericolo” di cui parlano, magari inconsapevolmente! Sarebbe un bel colpo di scena! 😉

Puntata non particolarmente bella, ma nel complesso interessante, soprattutto per questa nuova storyline dei viaggiatori che introduce (molti sono ancora infatti gli interrogativi… Chi è questo Ethan? Perché Emily e gli altri sono “costretti” a viaggiare? Perché deve per forza ritornare?), e io non ho ancora deciso se mi piace o no. Di sicuro per ora è abbastanza intrigante.
La creatura dell’episodio, il “raptor arboricolo”, era abbastanza spaventosa, ma io preferisco sempre i dinosauri “veri”!
Non si vede Lester per tutta la puntata, è questo è un fattore per me molto negativo. E poi, insomma, si può sapere dov’era? Non all’ARC, altrimenti sarebbe stato coinvolto nella “chiusura totale”!
Non so se non c’avevo fatto caso nelle due puntate precedenti, o se in questa l’abbiamo potuto osservare un po’ meglio, ma il portale dell’anomalia mi pare molto cambiato dalle stagioni precedenti, e devo dire che mi piace molto!

Ultimo commentino: nei titoli di coda ho letto i nomi delle guest star, e anche Charlotte, che pure muore subito, ha un cognome. Perché Becker non ha ancora diritto a un nome di battesimo?!?! 🙂

Episodio 4


Sceneggiatura: Paul Gerstenberger
Regia: Cilla Ware
Guest Star: Ruth Bradley (Emily Merchant), Jonathan Byrne (Ethan Dobrowski), Brendan McCormack (Mr George), Patrick Gibson (Steve), Ciàran Flynn (Darren), Lauren Coe (Beth)
Voto: 7 e 1/2

Si apre un’anomalia in una scuola, e ne escono dei terocefali. In Nostri corrono in soccorso, ma Abby preferisce rimanere all’ARC per fronteggiare un problema non da poco: Burton vuole far abbattere tutti gli animali del serraglio.

Puntata nel complesso non troppo interessante, la parte nella scuola l’ho trovata abbastanza noiosa (e poi, all’inizio, il professore viene attaccato dalla bestia che sta dentro un distributore di snack… ma dai, quel coso era enorme, come faceva a stare là dentro?!?!)
Per fortuna anche stavolta quello che succede all’ARC è molto più interessante! Innanzitutto, c’è Lester!!! E già questo di per sé rende l’episodio migliore! Poi abbiamo un problema niente male, come dicevo prima: tutte le creature del serraglio rischiano di essere uccise, perfino Rex!! Abby decide allora di farle scappare tutte (!!!), ma Lester riesce a fermarla, e poi anche a convincere Burton a rivedere la sua decisione. E questo ci regala un’altra bella scena Abby/James, con un altro bell’abbraccio! 🙂 Se non amassi moltissimo la coppa Connor/Abby, comincerei a fare un pensierino su questa qui! 🙂 L’episodio finisce pure con Abby arrabbiata con Connor per non averla aiutata con gli animali (porello, comunque, aveva un’emergenza da gestire!)
Ah, comunque ero sicura che Lester non avrebbe permesso a Burton di uccidere tutti gli animali! Dopotutto, come infatti anche lui ricorda, un mammut gli ha salvato la vita! Non sarebbe stato carino non restituire il favore!
😀

A parte queste belle scene (di cui, manco a dirlo, ho fatto un VIDEO (SPOILER!!), altri momenti degni di nota dell’episodio sono stati:
Il rifiuto di Matt di parlare dei tempi della scuola… forse perché non c’è mai andato? O forse (è da un po’ che ci penso!) perché viene dal futuro?
Emily continua a insistere che devono andare alla ricerca di Ethan, ma poi è Ethan che trova lei! Che avrà in mente?
La ragazza della scuola, Beth, muore, non riescono a salvarla. Non me l’aspettavo, devo ammetterlo!
La scena “romantica” di Becker e Matt chiusi dentro la dispensa. 😉
Becker a torso nudo (che bel tatuaggino che ha sul braccio! Non sono riuscita a capire cos’è, però!
Adoro vedere ogni volta che diversa combinazione di colori Lester abbina ai suoi soliti completi scuri: stavolta cravatta e fazzoletto nel taschino erano a fantasia, invece che la solita tinta unita! 🙂
Infine, nel promo del prossimo episodio si vede che ci sarà di nuovo anche Lester!!! Meno male!!!! 😀

Episodio 5


Sceneggiatura: Adrian Hodges e John Fay
Regia: Robert Quinn
Guest Star: Anton Lesser (Gideon), Ruth Bradley (Emily Merchant), Jonathan Byrne (Ethan Dobrowski), Anne Kent (Moira Lennon), Brian Gleeson (Ray Lennon), Johnny Ward (Ted), Mal Whyte (Barman), Duncan Lacroix (Neil), Bradley Burke (Ragazzo)
Voto: 8

Mentre Lester rimprovera Matt per avergli mentito riguardo ad Emily, il detector suona l’allarme, ma c’è qualcosa di strano: l’anomalia segnalata sembra incostante, va e viene in continuazione.

L’inizio, in stile Blair Witch Project, sinceramente non mi faceva ben sperare, invece tutto sommato l’episodio si è poi svolto in maniera interessante. L’animalozzo (un Labirintodonte) era “bellino” assai, e ci sono stati interessanti sviluppi riguardo a Emily e Ethan, o meglio, su quest’ultimo. In realtà non è che scopriamo molto, veniamo solo a sapere che questo tizio nasconde molto di più di quanto appariva in un primo momento: non è solo pericoloso perché violento, ma anche perché sembra sapere molto sulle anomalie, e non si capisce da che tempo provenga, visto che sa anche guidare una macchina! Pare quindi che il colpevole che cercava Matt sia proprio lui, e anche Gideon ne è convinto. Facciamo anche qualche interessante scoperta sulle anomalie, forse sul modo di controllarle, ma ad essere sincera non c’ho capito molto!
Molto bella l’ambientazione marina, anche se non ho capito bene dove fosse: dal pub sembrava l’Irlanda, ma ovviamente non può essere visto che ci vanno in macchina, e pare non distare molto da Londra! 😉
A parte questo l’episodio m’è piaciuto, non eccessivamente, ma divertente e con un pizzico di emozione che non guasta mai. E poi, finalmente rivediamo Lester in azine (anche se solo col computer!). Peccato però per l’assenza di Becker: è in licenza medica dopo l’incidente dello scorso episodio, e quindi non lo vediamo per niente! 🙁

Qualche altro commentino sparso:
Abby s’è tagliata i capelli, non cortissimi come nelle stagioni precedenti, però. E’ strana con questo taglio, ma comunque mi piace!
Ma questi auricolari come funzionano? Quando devono parlarsi tra loro lo fanno e basta, senza premere nessun pulsante, ma se sono sempre attivi tutti sentono tutto quello che succede agli altri in ogni momento?!?
Philip propone a Connor di lavorare per la Prospero, ma lui non può rinunciare al lavoro sul campo. Giungono ad un compromesso: Connor farà entrambe le cose, e il loro dialogo si conclude con Philip che gli impone l’assoluta riservatezza sulle ricerche che farà per lui. Mhmm…
Lester ormai s’è dato a fazzoletti e cravatte fantasia.. forse preferivo la tinta unita, l’accoppiamento di oggi non mi piace!
Non mi piace spoilerarmi sulle prossime puntate, però poi finisco sempre col guardare il “next time” alla fine, e il prossimo episodio si preannuncia assai succoso, perché innanzi tutto c’è di nuovo Lester, e poi mi par di capire che rivedremo Jenny!!! E Danny?!?! Quando torna lui?!?!

Episodio 6


Sceneggiatura: Matthew Parkhill
Regia: Robert Quinn
Guest Star: Anton Lesser (Gideon), Ruth Bradley (Emily Merchant), Lucy Brown (Jenny Lewis), Jonathan Byrne (Ethan Dobrowski), Rory Keenan (Michael), Norma Sheenan (Margaret), Barbara Adair (Lily), Peter Hanly (Officiante)
Voto: 8

Si apre un’anomalia nella cantina di una villa dove si sta per celebrare un matrimonio, e indovinate un po’ chi è la sposa? 🙂

Jenny!!!!!!!! Evviva!!! Che bello rivederla!!! Chissà se rimarrà anche nel prossimo episodio!
Bellissima la sua comparsa: il matrimonio che si celebra nella villa dell’anomalia è proprio il suo! Povera, le va tutto storto! Meno male che alla fine però le cose si sistemano, e può convolare a giuste nozze in una cerimonia officiata in videoconferenza da… Lester (lo poteva pure invitare al matrimonio, comunque!)

Mentre i Nostri se la vedevano con i “simpatici” ienodonti fuoriusciti dall’anomalia, Becker tentava di trovare Ethan, ma il ragazzo è ben più furbo di lui! Gli prepara infatti un bello scherzetto con una bomba che per fortuna Jess riesce a disinnescare all’ultimo momento. La cosa più bella comunque è che Jess e Becker fanno qualche passetto avanti nella loro relazione, grazie all’intraprendenza di lei che decide di passare all’azione portandogli la cena durante un appostamento! 🙂 Speriamo riescano a quagliare al più presto, e non mi facciano sospirare come Abby e Connor!
Questo Ethan mi incuriosisce sempre di più! Veniamo a scoprire in questo episodio grazie alle ricerche di Becker che era un serial killer in Russia nei primissimi anni del secolo, però vediamo che lui ha una foto scattata in una cabina automatica di due ragazzini, che intuiamo debbano essere lui e il fratello, che vivevano a Londra in un tempo sicuramente più recente del 1902… Insomma, chi è? Da dove viene? Da quando viene? E, soprattutto, cosa vuole fare?

All’inizio dell’episodio Matt va da Gideon, che era perso in fantasticherie riguardanti un mondo desolato, e alla domanda di Matt su cosa stesse facendo risponde: “Stavo sognando casa.” Casa?!? Ma da dove vengono questi due?!?! Ormai mi pare sempre più chiaro che devono provenire dal futuro. In fine puntata Gideon muore, e scopriamo che relazione c’era tra lui e Matt: era suo padre (lo immaginavo, comunque, avevano gli stessi colori!)

Insomma, per il ritorno di Jenny mi aspettavo sinceramente un po’ di più, non mi ha entusiasmato grandemente questo episodio, ma comunque molto carino, con un Connor in gran forma in quanto a momenti divertenti! XD E poi, oh, un episodio intero senza Philip! 😉
Peccato per il pochissimo Lester, ma sempre meglio di quando non c’è proprio! Bellissimo nel finale con il fiore all’occhiello mentre officia la cerimonia, e poi per la prima volta l’ho visto usare uno dei suoi coloratissimi fazzoletti: lo presta a Jess che si è commossa guardando il matrimonio! 🙂

Episodio 7


Sceneggiatura: Paul Mousley
Regia: Mark Everest
Guest Star: Jason Flemyng (Danny Quinn), Ruth Bradley (Emily Merchant), Jonathan Byrne (Ethan Dobrowski), Karl O’Neill (Guida turistica), Kevin Shackleton (Keith)
Voto: 9

Si apre un’anomalia in un carcere trasformato in museo, e scompare un turista. Quando arrivano i Nostri, però, l’anomalia è sparita, e sembra che il detector non l’abbia registrata. Ce n’è però un altra, che pare fare un po’ i capricci!

OMMAIGOD!!!! Siamo già al finale di stagione!!!! :'( Che corte queste serie inglesi!!!! Comunque, per fortuna Lester c’è, poco, ma c’è! Sai com’è, nell’ultimo finale si stagione non c’era, ero preoccupata! 🙂
Ma veniamo a noi. Connor ha iniziato a lavorare per Philip, e la prima cosa che ha costruito è un dispositivo per calcolare l’età di un’anomalia: Abby ha ragione, è proprio fico!!!

L’anomalia di questo episodio è proprio strana, si riapre in continuazione dopo essere stata sigillata. Solo molto dopo Connor scopre che l’instabilità era dovuta al fatto che si erano aperte due anomalie, dirette verso tempi diversi, contemporaneamente nello stesso luogo. Dall’anomalia viene fuori un poco simpatico uccellaccio, poco dopo seguito da… Danny!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Povero, credendolo un uccello Matt gli spara pure!!!! E poco dopo… colpo di scena… ritrovandosi faccia a faccia con Ethan… Danny lo riconosce come suo fratello Patrick!! Quello che era scomparso nella villa dell’episodio 3×02! La cosa mi ha stupito parecchio, però a conti fatti me lo dovevo aspettare: quando nello scorso episodio è stato nominato un qualche “fratello”, avrei dovuto subito pensare a Danny! Doppiamente povero lui, comunque: appena tornato, gli sparano, e appena ritrova suo fratello, gli dicono che è uno psicopatico assassino!!!
O capperelli, fioccano anomalie!!! Prima che Connor riesca a capire qual è il problema, si aprono tantissime anomalie all’interno della prigione. In realtà la cosa non giunge nuova, l’avevano già vista nella puntata dei dodo, ricordo, quando Helen scappa via.

Povero Becker, è sempre quello che le prende! Stavolta Ethan/Patrick lo colpisce con uno storditore!
Helen pure da morta continua a creare problemi: Danny ha trovato il nome di Philip Burton sui suoi appunti, e glielo va pure a dire… ma doveva dirlo subito a Lester!!!! Comunque, Philip ovviamente nega, ma… chi gli crede? Io e Danny sicuramente no!

Finale, tanto per cambiare, appeso. Ethan/Patrick va nel Pliocene e Danny lo segue (povero!!!!!) perché non intende abbandonare di nuovo il fratello. Chissà se tornerà di nuovo!!! Io spero ardentemente di sì! Comunque, per fortuna prima di passare attraverso l’anomalia rivela a Matt quello che sa su Burton.
Emily ritorna nella sua epoca, visto che casualmente una delle due anomalie apertesi contemporaneamente portava proprio nel 1867. Sembrava piuttosto propensa a rimanere nel presente, ma Matt ha la sua missione, così lei si convince a tornare a casa. Chissà se la rivedremo!

Stupito dalla stranezza dell’anomalia di questo episodio, Connor si mette a fare studi e calcoli, e scopre che le anomalie stanno apparendo sempre più frequentemente, e presto appariranno ovunque, generando catastrofi a non finire. E che fa? Corre a dirlo a Philip!!! Lui lo convince a non dire niente, e l’episodio finisce con Burton che fa salire Connor sulla sua automobile, e si dirigono chissà dove…

Bell’episodio, sarà che era il finale di stagione, sarà che torna Danny, anche se per poco, fatto sta che m’è proprio piaciuto! Soprattutto nel corso della puntata ho cambiato idea più e più volte su chi potesse essere il “colpevole” cercato da Matt: Ethan/Patrick è stato presto scartato, allora ho pensato anch’io a Emily, poi anche a Connor stesso, visto che stava provando a sperimentare qualcosa, e poi, ovviamente, a Philip! Continua a pesare su di lui la posizione dell’attore nella sigla ;), ma soprattutto, ovviamente, la sua “collusione” con Helen.
Sono stata poi molto contenta di vedere Lester, e anche se la sua presenza è molto marginale in questo episodio, sua è una delle battute più belle, quando chiede a Danny se Helen è morta, e commenta col suo solito tono ironicamente pacato: “Ottimo.” 😀
VIDEUZZO (SPOILERISSIMO!!!) con le scene più belle (stavolta non c’è solo Lester!)! 😀

Quanto ci toccherà aspettare ora per la nuova stagione?!?!?

Informazioni sul telefilm

Serie creata da Adrian Hodges e Tim Haines

Titolo originale: Primeval
Stagione: 4/5
Episodi: 7
Anno: 2011
Paese: Regno Unito
Canale: ITV
Genere: fantascienza, azione, dramma
Colonna sonora: Dominik Scherrer e James Hannigan
Sigla: Primeval theme music

Attori: Ciarán McMenamin (Matt Anderson), Andrew-Lee Potts (Connor Temple), Hannah Spearritt (Abby Maitland), Ben Mansfield (Capitano Becker), Ruth Kearney (Jess Parker), Alexander Siddig (Philip Burton) e Ben Miller (Sir James Lester)

Sito ufficiale

Un po’ di frasi

– E’ da quando l’uomo ha messo piede sulla Luna che l’umanità non è in un equilibrio così delicato sulla soglia di una nuova alba.
– L’alba ha una soglia, davvero?
Burton e Lester, episodio 2

[Connor e Abby ritrovano i loro vecchi armadietti]
Abby: – Qualcuno deve averli spostati dal vecchio ARC.
Lester: – E quel qualcuno sarei io.
Connor: – Quindi sapevi che un giorno saremmo tornati.
Lester: – Bè, non potevo escludere questa possibilità, e… gli armadietti sono molto costosi.
episodio 2

– Non sono su nessun elenco: come hai fatto a trovarmi?
– Ho chiamato tua madre!
Duncan e Connor, episodio 2

– Sei tipo la sua fidanzata, ora?
– Sì.
– Wow! C’è speranza per tutti noi!
Duncan e Abby, episodio 2

– Che diavolo era?
– E’ un terocefalo. Metà rettile, metà mammifero.
– Ma tutto brutto.
Becker e Matt, episodio 4

– Sai che penso? In fondo in fondo… sei davvero una brava persona.
– Ripeti una simile calunnia e te la vedrai coi miei avvocati
Abby e Lester, episodio 4

– Cosa succede tra te e Philip? Stamattina eravate appiccicati.
– Scusa, è confidenziale.
– (Muove le sopracciglia)
– Ok, va bene, mi ha costretto a dirtelo.
Matt e Connor, episodio 5

Magari è una lumaca gigante! Finalmente una creatura più lenta di noi!
Connor, episodio 5

– Jess? O Matt non mi riceve oppure il computer è guasto.
– Alzare il volume sarebbe d’aiuto.
– Già. Il sarcasmo non ti farà ottenere una promozione, Jess.
– Con te deve aver funzionato.
– Non pensare che non ti abbia sentito.
Lester e Jess, episodio 5

Becker, [l’anomalia] conduce all’epoca vittoriana! Cosa pensi possa uscire di lì? Un Oliver Twistosauro?
Connor, episodio 7

– Allora… Helen Cutter… è morta?
– Come un dodo.
– Ottimo.
Lester e Danny
, episodio 7

What the… what?
Connor, episodio 7

[Purtroppo intraducibile questa, ma troppo carina!]

9 pensieri riguardo “Primeval, stagione 4

  1. Le cose su cui sono incentrate le stagioni sono queste:

    Stagione 1- I problemi causati dalle anomalie
    Stagione 2- Le relazioni tra i personaggi e capire e accettare la nuova realtà
    Stagione 3- La battaglia “finale” con Helen Cutter
    Stagione 4- La ripresa dalla caduta e capire chi è il misterioso colpevole
    Stagione 5- La battaglia “finale”
    Stagione 6- I nuovi problemi causati dall’Imperatore Raptor 🙂

        1. Direi di sì, forse solo la ricerca del colpevole mi sembra più concentrata nella quinta stagione che nella quarta, la quarta è più un aggiustamento nella nuova situazione e nuove particolarità riguardanti le anomalie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.