scritto da Phoebes
martedì 9 Gen 2018
alle 22:38
Categoria : _cinema_

Rubrica dedicata alle recensioni dei film, due o più nello stesso post. Qui commenterò film visti anni fa che mi va di condividere, ma anche film visti più di recente per cui però non mi va di fare una recensione a parte in un solo post. Quando mi riesce vorrei anche provare a raggruppare i film per genere, o per qualcosa che li accomuna.
I film vecchi solitamente non avranno voto, perché essendo appunto passato del tempo mi posso ricordare se mi è piaciuto o no, ma non valutare il “quanto”.

Jurassic Park è uno dei miei film preferiti. I due seguiti non mi sono piaciuto altrettanto, ma ciononostante quando è uscito Jurassic World mi sono emozionata di nuovo, solo che mi ci sono voluti due anni e mezzo prima di decidermi finalmente a vederlo. Devo dire che non mi è dispiaciuto. Ma bando alle ciance, ecco le mie recensioni. Come per Assassinio sull’Orient Express il commento al film più nuovo m’è venuto un sacco più lungo perché è la visione più recente.

Jurassic Park

(Jurassic Park, 1993)

di Steven Spielberg

Jurassic Park
Il mondo perduto – Jurassic Park

It’s… it’s a dinosaur!

È… è un dinosauro!

Il dottor Alan Grant quando vede un brachiosauro per la prima volta

Il paleontologo Alan Grant e la paleobotanica Ellie Sattler vengono ingaggiati, con la promessa di nuovi finanziamenti, dal miliardario John Hammond perché diano il loro parere su una nuova attrazione a tema dinosauri da lui creata, il Jurassic Park. I due scienziati, insieme al matematico Ian Malcolm, l’avvocato Donald Gennaro e i due nipotini di Hammond, Tim e Lex, saranno i primi visitatori a scoprire le meraviglie del Jurassic Park: dinosauri VERI!

Film visto la prima volta nel 1993, credo. Fantascienza, avventura. Soggetto di Michael Crichton. Sceneggiatura di Michael Crichton, David Koepp. Con Sam Neill (Dr. Alan Grant), Laura Dern (Dr. Ellie Sattler), Jeff Goldblum (Ian Malcolm), Richard Attenborough (John Hammond), Bob Peck (Muldoon), Martin Ferrero (Donald Gennaro), BD Wong (Henry Wu), Joseph Mazzello (Tim), Ariana Richards (Lex), Samuel L. Jackson (Arnold), Wayne Knight (Nedry)
Una delle mie scene preferite, veramente super cool col tirannosauto che ruggisce e lo striscione che cade su cui si può leggere Quando i dinosauri dominavano la Terra!

Quando uscì Jurassic Park io ero una ragazzina, e ricordo ancora l’emozione all’idea di un film con DINOSAURI VERI!!! XD E, diciamo la verità, a me basterebbe questo per fare di Jurassic Park uno dei miei film preferiti!! Ricordo che avevo anche comprato l’album delle figurine! Andarlo a vedere al cinema fu un’emozione unica, che devo dire si è ripetuta diverse volte poi nel tempo, e ancora adesso che non dico che lo so a memoria – ma quasi-, quando rivedo la scena in cui il professor Grant vede per la prima volta i dinosauri in carne ed ossa mi emoziona sempre!!! :D

I due paleontologi, Grant e Sattler, sono ovviamente tra i miei personaggi preferiti, quelli a cui pensavo tutte quelle volte che ho desiderato fare anch’io la paleontologa! Però, non posso negarlo, il mio personaggio preferito era senza dubbio Ian Malcom: quanto l’ho amato a suo tempo, e quanto ancora lo adoro adesso!!!!!

Il film ha ormai più di vent’anni, la tecnologia usata per creare i dinosauri, digitali e non, è ormai “vecchia” per gli standard di oggi, ma che magie è riuscita a fare comunque, regalandoci un sogno!!!

Adoro anche la colonna sonora di questo film, il tema principale penso sia uno dei miei preferiti in assoluto!!!!

Insomma, per quando mi riguarda un film veramente bellissimo, uno dei miei preferiti di sempre!

Curiosità
John Williams musicò il film nel febbraio del 1993 e l’ha registrata un mese dopo. Sentiva che doveva scrivere dei pezzi che comunicassero un senso di stupore e fascino, dato che riguarda la travolgente felicità e eccitazione che emergerebbe dal vedere dinosauri veri. [fonte] Devo dire che per quanto mi riguarda ci ha azzeccato in pieno!

Il mondo perduto – Jurassic Park

(The Lost World: Jurassic Park, 1997)

di Steven Spielberg

Jurassic Park
Jurassic Park
Jurassic Park III

John Hammond: Don’t worry, I’m not making the same mistakes again.
Dr. Ian Malcolm: No, you’re making all new ones.
John Hammond: Non si preoccupi, non sto rifacendo gli stessi errori.
Dr. Ian Malcolm: No, ne sta facendo un sacco di nuovi.

Il dottor Ian Malcolm, quattro anni dopo le disavventure del primo film, sta cercando di continuare con la sua vita, e si rifiuta di parlare o anche solo di pensare al Jurassic Park. Purtroppo Hammond viene a sconvolgere i suoi piani invitandolo a recarsi su Isla Sorna, isola dove i dinosauri del Jurassic Park venivano allevati e lasciati liberi. Ovviamente Malcolm non ne ha la benché minima intenzione, ma poi scopre che Hammond ha reclutato come paleontologa per la spedizione Sarah Harding, la fidanzata di Malcolm.

Film visto un paio di volte, non ricordo la prima. Fantascienza, avventura. Soggetto di Michael Crichton. Sceneggiatura di David Koepp. Con Jeff Goldblum (Ian Malcolm), Julianne Moore (Sarah Harding), Pete Postlethwaite (Roland Tembo), Arliss Howard (Peter Ludlow), Richard Attenborough (John Hammond), Vince Vaughn (Nick Van Owen), Vanessa Chester (Kelly Curtis), Richard Schiff (Eddie Carr)

Quando mi approccio ai seguiti di un film che ho molto amato, sono sempre molto preoccupata perché di solito non sono mai all’altezza del primo, quando non sono proprio brutti. Purtroppo Jurassic Park non fa eccezione, questo secondo capitolo non è neanche lontanamente emozionante come il primo. L’idea dell’isola dove i dinosauri vivono liberi è bella, però il resto non tanto, come il fatto che le persone stavolta si vadano a mettere proprio in tutta coscienza in pericolo, oppure la presenza di “cattivi” che vogliono sfruttare l’isola. Diciamo che è solo la presenza di Ian Malcolm e di Julianne Moore come co-protagonista che mi hanno fatto gradire comunque almeno un po’ questo film. E ovviamente il fatto che ci sono sempre i dinosauri! :)

Jurassic Park III

(Jurassic Park III, 2001)

di Joe Johnston

Jurassic Park
Il mondo perduto – Jurassic Park
Jurassic World

Reporter: Are you saying you wouldn’t want to get on Isla Sorna and study them if you had the chance?
Grant: No force on earth or heaven could get me on that island.

Reporter: Sta dicendo che non vorrebbe andare su Isla Sorna e studiarli se ne avesse la possibilità?
Grant: Nessuna forza in terra o in cielo potrà portarmi su quell’isola.

Il professor Grant sta cercando di “evolvere” ora che, dopo gli eventi dei precedenti film, il lavoro di paleontologo è superato. Non ha nessuna intenzione di tornare su Isla Nublar o di visitare il sito B, Isla Sorna. Però quando gli viene proposto di sorvolare soltanto questa seconda isola, a malincuore accetta.

Film visto un paio di volte, non ricordo la prima. Fantascienza, avventura. Soggetto di Michael Crichton (per i personaggi). Sceneggiatura di Peter Buchman, Alexander Payne e Jim Taylor. Con Sam Neill (Dr. Alan Grant), William H. Macy (Paul Kirby), Téa Leoni (Amanda Kirby), Alessandro Nivola (Billy Brennan), Trevor Morgan (Eric Kirby), Michael Jeter (Udesky), John Diehl (Cooper), Bruce A. Young (Nash), Laura Dern (Dr. Ellie Sattler)

Se il film precedente ancora ancora lo trovavo passabile, questo qui proprio no. Già parte perché 1) non è tratto da un libro di Michael Crichton e 2) il regista non è Steven Spielberg. Ora, diciamo che comunque si poteva fare qualcosa di buono anche senza questi elementi, però non è stato fatto. La storia del ragazzino che sopravvive per 2 mesi da solo sull’isola la trovo poco credibile, poi si esagera un po’ con i salvataggi dei personaggi,
insomma, non dico che mi piace quando muoiono in tanti, però neanche va bene farli credere morti e poi scoprire che miracolosamente si sono salvati.

Di positivo posso dire che sono stata contenta di rivedere il dottor Alan Grant, e anche la dottoressa Sattler, che però purtroppo compare pochissimo. Approvo l’idea di separare i protagonisti, con Malcolm nel secondo film e Grant in questo, però il film è una delusione.

Jurassic World

(Jurassic World, 2015)

di Colin Trevorrow


Jurassic Park III
Jurassic World – Il regno distrutto

Jurassic World exists to remind us how very small we are. How new.
Mr Masrani

Sono passati più di vent’anni dal disastro del Jurassic Park, e adesso il parco, col nuovo nome di Jurassic World, è perfettamente funzionante e accoglie più di 20 000 visitatori al giorno. Nonostante questo però l’interesse generale sta scemando, e i responsabili del parco cercano una nuova attrazione: un dinosauro ibrido creato dai loro laboratori ex novo, l’Indominus rex.

Film visto il 3 gennaio 2018. Fantascienza, avventura. Soggetto di Michael Crichton (per i personaggi). Sceneggiatura di Colin Trevorrow, Derek Connolly, Rick Jaffa e Amanda Silver. Con Chris Pratt (Owen Grady), Bryce Dallas Howard (Claire Dearing), Vincent D’Onofrio (Hoskins), Ty Simpkins (Gray Mitchell), Nick Robinson (Zach Mitchell), Jake Johnson (Lowery), Omar Sy (Barry), BD Wong (Dottor Henry Wu), Judy Greer (Karen Mitchell), Irrfan Khan (Mr Masrani)

L’uscita di questo film mi ha emozionato parecchio, ma allo stesso tempo ero molto preoccupata. Ora che l’ho visto posso dire che in effetti era un po’ quello che mi aspettavo, sia nel bene che nel male, ma nel complesso mi è piaciuto.

L’Indominusino esce dall’uovo.

Cominciamo però dalle cose no, così ce le leviamo di torno. La storia è parecchio prevedibile. Non del tutto, diciamo che le cose più prevedibili sono quelle si sapeva lo sarebbero state: il dinosauro scappa, i ragazzini sono coinvolti, l’avventura serve da bonding experience tra i fratelli, i due protagonisti hanno un passato in comune. Da questo punto di vista niente di nuovo sotto il sole, ma diciamo che ci può stare. I ragazzini per esempio non sono mancati in nessun film della serie, e se non ci fosse un dinosauro che vuole mangiare tutti la storia non ci sarebbe proprio, e infine la parte romance non è comunque neanche tanto presente o fastidiosa come temevo. Poi vabbè ci sarebbe il fatto che lei sta tutto il tempo nella giungla coi tacchi a spillo (però devo dire che Bryce Howard corre davvero bene con quelle scarpe!), che nel parco tutto è un po’ troppo scintillante e nuovo per una struttura che è in attività da 10 anni. E poi mi ha un po’ dato fastidio la questione dei raptor: bella l’idea di addestrarli, visto che sono così intelligenti, e belle le loro scene con Owen, specie quelle della caccia che si vedevano anche nei trailer. Meno bella invece l’idea dei loro frequenti voltafaccia, cioè, ok che incontrano l’Indominus che è un po’ come un raptor gigante e decidono di seguirlo, ma giusto il tempo di mangiare il cattivo, poi ritornano fedeli a Owen, e attaccano l’Indominus, e ci rimettono quasi tutti (si salva solo Blue mi pare di aver capito).

L’Indominus rex.

L’idea dell’Indominus rex, dinosauro che non proviene dai fossili ma è stato “inventato” in laboratorio, non mi piace eccessivamente, ma capisco che, come per il parco, anche il film doveva inventarsi qualcosa di nuovo per soddisfare il pubblico. Il dinosaurone di per sé comunque è interessante, in parte T-rex, in parte varie altre cose che scopriamo a poco a poco che gli permettono di avere zampe anteriori prensili, mimetismo e capacità di modificare la propria impronta termica. Verso fine film scopriamo (ma era assai prevedibile IMHO) che è anche in parte raptor.

Tra le idee che invece mi sono piaciute c’è quella del parco funzionante, il sogno di Hammond finalmente realizzato, la possibilità per chiunque di vedere dal vivo i dinosauri, e il parco è veramente stupendo! C’è la sezione in cui i bambini possono cavalcare dei mini triceratopi, c’è la parte acquatica coi rettili marini e la voliera con quelli volanti, c’è il pet zoo in cui i dinosauri sono piccolini e si possono accarezzare, il safari con le jeep in cui si corre in mezzo ai Gallimimus, e anche il giro in canoa! È veramente fichissimo! :D

Altro aspetto promosso è il personaggio di Owen Grady (Chirs Pratt), anche se non esente da stereotipi sia lui che la storia con Claire mi è comunque piaciuto specie per l’idea dei velociraptor addestrati e del legame che ha creato con loro! Molto interessante anche la presenza di Vincent D’Onofrio che dopo averlo apprezzato tanto come cattivo in Daredevil mi aggiunge sempre qualcosa di più al film anche se devo ammettere che poi il suo personaggio è risultato meno intrigante di quel che sembrava e finisce prevedibilmente sbranato dai raptor.

Dinosauri!!!!

Altro punto a favore sono le scene di tensione: ammetto che mi hanno preso molto! Non per niente questo è il primo film della serie con un limite d’età per la visione (mi sembra 12 anni). Le scene meglio riuscite secondo me in questo senso sono quando l’I-rex attacca la sfera in cui sono Zack e Gray, e la morte di Zara, l’assistente di Claire: quest’ultima era assai prevedibile (lo si capisce nel momento in cui la sentiamo dire al telefono che sta per sposarsi) ma non immaginavo le facessero fare una così brutta fine, spaventosa ma soprattutto lunga perché la seguiamo mentre vene “contesa” da diversi animali.

A proposito del primo Jurassic Park avevo detto che nonostante la tecnologia vecchiotta per gli standard di allora i dinosauri sembrano comunque veramente veri, e lo penso ancora, ma non c’è dubbio che la differenza con quelli di questo film si vede, specie per le loro interazioni con i personaggi. Ho letto su IMDb che per i raptor sono stati fatti con la tecnica del motion capture, cioè c’erano delle persone a interpretarli, e la loro “vividezza” ne ha senz’altro guadagnato.

L’entrata del Jurassic World, anche questa si rifà ai portoni enormi del Jurassic Park.

Veniamo poi alla cosa che penso mi è piaciuta di più di tutto il film: ha molto più in comunque col primo film della serie dei due precedenti seguiti. Lo vediamo per esempio nelle tante citazioni (vedi in basso sezione curiosità) ma anche con una cosa in particolare non mi aspettavo proprio quindi copro come spoiler. Torniamo veramente anche fisicamente nel vecchio Jurassic Park. Infatti i due ragazzi prima e Claire e Owen dopo ritrovano il vecchio centro, e accompagnati dal bellissimo tema musicale ci fanno rivedere il portone da cui entravano le jeep su rotaie nonché il salone teatro dell’ultima battaglia con in terra ancora il famoso striscione con la scritta “Quando i dinosauri dominavano la Terra”. Gray viene incuriosito dallo stesso visore che incuriosì Tim, e lui e il fratello fanno ripartire una delle vecchie jeep con cui fuggono. Sarò nostalgica ma questa parte mi è piaciuta davvero tantissimo!!! Soprattutto però questo rapporto col primo film lo vediamo secondo me nel senso di meraviglia a cui Jurassic Park puntava e realizzava pienamente, e che Jurassic World cerca di emulare ottenendo un discreto successo, affascinando ogni giorno 20000 visitatori e irrimediabilmente anche noi spettatori. Nonostante quello che dicano i dirigenti del Jurassic World, io sono con Owen che, quando Claire lo informa che la direzione pensa che la modificazione genetica aumenti il fattore “wow”, risponde: Sono dinosauri, sono già “wow”!

Curiosità
L’omino fatto di DNA che abbiamo conosciuto nel primo Jurassic Park.

Come ho detto nel commento, uno dei motivi per cui mi è piaciuto questo film sono i tanti riferimenti al primo Jurassic Park. Cito quelli che mi sono saltati più all’occhio. Il primo è sicuramente la presenza del dottor Henry Wu, lo scienziato artefice dei cloni del vecchio parco, torna anche qui a creare dinosauri, ed è lui l’artefice dell’Indominus. C’è lo stesso omino fatto di DNA che compariva nel video introduttivo di Hammond, e soprattutto c’è la stessa meravigliosa musica! La colonna sonora di questo film è firmata Michael Giacchino, però il tema musicale è rimasto lo stesso, meraviglioso, di John William! Poi nel finale l’Indominus viene sconfitto dal tirannosauro (con un po’ d’aiuto da parte dei raptor e del mosasauro), che alla fine si conferma vero re (o, in questo caso, regina) dell’isola, affermando inoltre che i dinosauri “veri” sono meglio degli esperimenti genetici.

Jimmy Fallon illustra la girosfera.

Altra piccola curiosità: nell’attrazione delle girosfere c’è un video illustrativo con
Jimmy Fallon!!! XD

Un po’ di frasi

Hammond: And there’s no doubt our attractions will drive kids out of their minds.
Grant: And what are those?
Sattler: Small version of adults, honey.
Hammond: Non c’è alcun dubbio che le nostre attrazioni faranno impazzire i bambini.
Grant: E cosa sono?
Sattler: Versioni in miniatura di adulti, tesoro.
(Da Jurassic Park)
Sattler: So, what are you thinkin’?
Grant: That we’re out of the job.
Malcolm: Don’t you mean extinct?
Sattler: Allora, a che stai pensando?
Grant: Penso che siamo senza lavoro.
Malcolm: Non volevi dire estinti?
(Da Jurassic Park)
Life… finds a way.
La vita… trova sempre un modo.
Ian Malcolm
(Da Jurassic Park)
The lack of humility before nature that’s being displayed here… staggers me.
La mancanza di umiltà di fronte alla natura che viene mostrato qui… mi sbalordisce.
Ian Malcolm
(Da Jurassic Park)
We spared no expense!
Non abbiamo badato a spese!
Frase ripetuta spesso da Hammond
(Da Jurassic Park)
Malcolm: God create dinosaurs.
God destroys dinosaurs.
God creates man.
Man destroys God.
Man create dinosaurs.
Sattler: Dinosaurs eat man.
Woman inherits the Earth.
Malcolm: Dio crea i dinosauri. Dio distrugge i dinosauri. Dio crea l’uomo. L’uomo distrugge Dio. L’uomo crea i dinosauri.
Sattler: I dinosauri mangiano l’uomo. La donna eredita la Terra.
(Da Jurassic Park)
Boy, do I hate being right all the time!
Ragazzi, quanto odio avere ragione ogni volta!
Ian Malcolm
(Da Jurassic Park)
Hammond: It ought to be me really going.
Sattler: Why?
Hammond: Well, I’m a… And you’re, um, a…
Sattler: Look… We can discuss sexism in survival situations when I get back.
Hammond: Dovrei essere io ad andare.
Sattler: Perché?
Hammond: Be’, perché io sono un… e lei è, ehm, una…
Sattler: Senta… Possiamo discutere del sessismo in situazioni di sopravvivenza quando tornerò.
(Da Jurassic Park)
Lex: What are you and Ellie gonna do now if you don’t have to pick up dinosaur bones anymore?
Grant: I don’t know. I guess… I guess we’ll just have to evolve too.
Lex: Che cosa farete lei e Ellie adesso se non dovete più cercare ossa di dinosauro?
Grant: Non lo so. Immagino… Immagino che dovremo evolverci anche noi.
(Da Jurassic Park)
OK, so there is another island of dinosaurs, no fences this time and you wanna send people in, very few people, on the ground? Right?
Ok, quindi c’è un’altra isola di dinosauri, senza recinti questa volta e lei vuole mandarci delle persone, pochissime persone, lì sul terreno? Giusto?
Ian Malcolm a John Hammond
(Da Il mondo perduto – Jurassic Park)
Sarah: You know, I have made a career out of waiting for you.
Kelly: You know, Sarah does have a pretty good p…
Malcolm: It’s so important to your future that you not finish that sentence.
Sarah: Sai, ho costruito una carriera dello starti ad aspettare.
Kelly: Sai, Sarah ha effetti parecchio r…
Malcolm: È molto importante per il tuo futuro che non tu non finisca questa frase.
(Da Il mondo perduto – Jurassic Park)
Sarah: I love you. I just don’t… need you right now.
Malcolm: I’ll tell you what you NEED, a good anti-psychotic!
Sarah: I’ll be back in five or six days.
Malcolm: No, you’ll be back in five or six PIECES!
Sarah: Ti amo. Ma io… non ho bisogno di te in questo momento.
Malcolm: Te lo dico io di cosa hai BISOGNO, di un buon antipsicotico!
Sarah: Tesoro, mi rivedrai a giorni.
Malcolm: No tesoro, ti rivedrò a pezzi.
(Da Il mondo perduto – Jurassic Park)
I’ve worked around predators since I was 20 years old. Lions, jackals, hyenas… you.
Lavoro sui predatori da quando avevo vent’anni: leoni, sciacalli, iene … tu…
Sarah a Ian
(Da Il mondo perduto – Jurassic Park)
Erik: I read both of your books. I liked the first one more. Before you were on the island. You liked dinosaurs back then.
Grant: Back then they hadn’t tried to eat me yet.
Erik: Ho letto entrambi i suoi libri. Il primo mi p piaciuto di più. Prima che lei andasse sull’isola. Le piacevano i dinosauri a quel tempo.
Grant: A quel tempo non avevano ancora provato a mangiarmi.
(Da Jurassic Park III)
Great, just great. We’re in the worst place in the world and we’re not even being paid.
Fantastico, proprio fantastico. Ci troviamo nel peggior posto al mondo e non verremo nemmeno pagati.
Alan Grant
(Da Jurassic Park III)
Reverse Darwinism – survival of the most idiotic.
Darwinismo al contrario: la sopravvivenza del più idiota.
Alan Grant
(Da Jurassic Park III)
She is learning where she fits in the food chain, and I’m not sure you want her to figure that out.
Sta imparando dove si colloca nella catena alimentare, e non sono sicuro lei voglia che ci riesca.
Owen
(Da Jurassic World)
That thing out there, that’s no dinosaur.
Quella cosa là fuori, non è un dinosauro.
Owen
(Da Jurassic World)
It’s just like taking a stroll trough the woods. 65 million years ago.
È come fare una passeggiata in mezzo al bosco. 65 milioni di anni fa.
Owen
(Da Jurassic World)
Monster is a relative term. To a canary, a cat is a monster. We’re just used to being the cat.
Mostro è un termine relativo. Per un canarino, un gatto è un mostro. Noi siamo troppo abituati ad essere il gatto.
Henry Wu
(Da Jurassic World)

Argomenti



ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: