scritto da Phoebes
giovedì 19 Dicembre 2013
alle 23:35
Categoria : _vario libri_

Burger Face by ~enkana on deviantART

Ho trovato questo simpatico meme tempo fa sul blog di Frannie. Consiste nel creare un burger… libroso! Nel mio caso, sarò un burger rigorosamente di soia! E mi immaginerò di crearlo schiacciando i vari ingredienti coi piedi in modo da farli cadere sul piatto alcuni piani più sotto… no, non sono impazzita, è che l’idea del book burger mi ha fatto pensare al gioco Burger Time a cui giocavo da piccola (tanto ormai col post sui film della vita ho fatto outing e sapete quanti anni ho!).
Mi sono anche divertita a disegnarlo questo panino, con risultati più che elementari ma, come ho detto, èstato divertente! :)
Ma bando alle ciance: cominciamo!

Innanzitutto dobbiamo prendere la prima fetta di pane che faccia da base al nostro burger. Scegli il primo libro di una serie che ti è piaciuto tantissimo.
Guida galattica per gli autostoppisti / Douglas Adams

Quando si parla di saghe accade molto spesso che il primo libro sia il più bello della serie, quindi scegliere quale titolo proporre come base del panino mi è risultato difficile… finché non mi è venuto in mente questo qui! :) Non ho ancora terminato questa serie, ho letto solo altri due capitoli, entrambi belli, ma questo primo… è stato una folgorazione! Uno dei romanzi più divertenti e geniali ch’io abbia mai letto! Non mi stupisce che sia entrato nel mito! :)

Poi ci serve un bell’hamburger di soia. Scegli un libro che hai letto e che ti è piaciuto che abbia più di 400 pagine.

L’idiota / Fëdor Dostoevskij
Tra i miei libri preferiti ci sono moltissimi mattonazzi, quindi non è stato facile sceglierne uno. Ho cercato di non esagerare con la mole (se no viene un hamburger gigantesco!) e ho scelto quindi un libro di “sole” 606 pagine. Questo è il romanzo che mi ha fatto innamorare di Dostoevskij, e anche se tutt’ora non so ancora decidermi qual è il suo libro che preferisco, a questo sono particolarmente affezionata!

Adesso bisogna aggiungere una fetta di formaggio e la lattuga. Scegli due libri leggeri: uno che hai già letto e che ti è piaciuto, l’altro che vuoi leggere ma non l’hai ancora fatto; entrambi devono avere non più di 200 pagine.

Il mio formaggio è Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia (137 pagine). L’ho letto due volte, alla prima mi era piaciucchiato, alla seconda l’ho adorato. E’ un romanzo molto breve e molto molto bello. Sciascia scrive divinamente, e qui è veramente in stato di grazia.
La mia lattuga invece è Il ballo di Irène Némirovsky (124 pagine). Non ho ancora letto nulla di questa autrice, e desidero conoscerla da tempo. Questo libro l’ho comprato mesi fa quando è uscito nella collana LIVE e non l’ho ancora letto. Un po’ forse mi “preoccupa”, perché quando sento parlare tanto bene di un autore, ho sempre paura di rimanerne delusa una volta conosciuto. Però prima o poi vincerò ogni timore e proverò con questo titolo.

Tocca alle fette di pomodoro. Scegli un libro di grandi dimensioni che hai amato o odiato, che sia tra le 200 e le 400 pagine.
Pomodori verdi fritti al Caffè di Whistle Stop / Fannie Flagg (363 pagine)

Ho scelto un libro che ho amato da mettere qui, e… sì, lo so, sono stata poco fantasiosa, per il pomodoro ho scelto un libro che ce l’ha nel tiolo! :) Ma che devo fare? Mi piace moltissimo questo romanzo, e spulciando i titoli dell’intervallo di pagine richiesto mi è saltato subito all’occhio, perché mi piace davvero moltissimo!

E’ il momento della salsa che non hai mai assaggiato prima e non sai se ti piacerà o meno. Scegli un libro che pensavi ti sarebbe piaciuto ma che alla fine hai odiato o un libro che pensavi avresti odiato e che invece ti è piaciuto da morire.
La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo / Audrey Niffenegger

Stavolta ho scelto invece il libro che non mi è piaciuto per niente, mentre pensavo mi sarebbe piaciuto tanto. E non potevo che scegliere questo qui, che rispecchia perfettissimamente l’idea di aspettative non solo deluse ma capovolte. Mi incuriosiva moltissimo per quel che sapevo della trama e per il bel titolo, e avevo solo paura che potesse essere troppo romantico per i miei gusti. Invece alla fine tra le altre cose ci sono anche rimasta male perché in questa che dovrebbe essere una storia d’amore io l’amore proprio non ce l’ho visto! Ma soprattutto sono stati i due odiosissimi protagonisti a rovinarmi ogni piacere nella lettura!

E per concludere, ci serve un’altra fetta di pane per chiudere il nostro burger. Scegli l’ultimo libro di una serie di cui stai aspettando impazientemente il seguito o la cui uscita ti tormenta perché non vuoi che la serie finisca.
Ecco, proprio all’ultima parte dell’hamburger incontro qualche difficoltà! Di tutte le serie che sto seguendo, infatti, la maggior parte sono già concluse, e di quelle poche che sono ancora in corso non sono ancora arrivata all’ultimo volume pubblicato, quindi ho deciso di modificare un po’ i requisiti, e ho scelto l’ultimo libro di una serie che ho atteso con più impazienza. E ovviamente non poteva che essere…
Harry Potter and the Deathly Hallows / J. K. Rowling
Quato ho atteso questo libro! Che emozione leggerlo finalmente! Bè, che ne parlo a fare, tutti quelli che hanno letto e amato questa saga sanno cosa ha significato per noi, e cos’è stato leggerne l’ultimo capitolo! Sicuramente è valso tutta l’estenuante attesa! Non potevo trovare “pane” migliore per chiudere in bellezza questo hamburger! :)


Naturalmente siete tutti taggati, quindi chiunque voglia confezionarsi il proprio book burger è benvenuto, e magari lasciatemi il vostro link nei commenti, che sono curiosa di vedere altri panini librosi!

Argomenti


4 commenti per TAG: The Book Burger [TagTime #12]

  1. Eccomiii!
    Bene, ho un bel pò di libri da andare a leggere! :P

  2. Camilla P. scrive:

    Ottime scelte! Devo dire che di questo tuo hamburger amo molto le fette di pane ;D


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: