scritto da Phoebes
venerdì 9 settembre 2016
alle 15:03
Categoria : Milk

di Martin Milk

Titolo: Storie da orsi
Genere: erotico
Autore: Martin Milk (Facebook ufficiale)
Nazione: Italia
Anno prima pubblicazione: 2012
Ambientazione: Italia, “un luogo sconosciuto”; 2012
Personaggi: due anonimi innamorati; Tore e Giorgio; Ginger e Fred; Alberto e Franco
Casa Editrice: lite editions
Copertina: foto di Anonimo
Pagine: 33
Provenienza: Amazon, 13 gennaio 2013
Link al libro: ANOBIIGOODREADS
inizio lettura: 18 agosto 2016
fine lettura: 18 agosto 2016


Entrare nel mondo erotico gay richiede: conoscenza, sperimentazione ed esperienza.

(Dall’introduzione)

Quattro racconti che esplorarono il mondo degli Orsi.

Immagine tratta dal libro.

Non so bene cosa mi aspettassi da questo libro, ma qualunque cosa fosse, non ce l’ho trovata. i quattro racconti sono uno più brutto dell’altro, proprio in senso letterale: letto il primo l’avevo trovato deludente, a libro finito penso sia quello che mi è piaciuto di più… il che è tutto dire! Ho trovato le trame molto banali, perfino nel secondo racconto dove c’è una sorta di colpo di scena non mi è parso tutto questo granché di originalità.

I personaggi neanche mi sono piaciuti. Dovrebbero, immagine, nell’intenzione dell’autore, farci conoscere non tanto il mondo gay quanto quello più specifico degli orsi*: ebbene l’immagine che ne emerge da questi racconti è di uomini che preferiscono partner molto più vecchi o più giovani e vivono le relazioni solo tramite tradimenti. Ora ovviamente io sono tutt’altro che un’esperta sull’argomento, ma non credo che da un libro che promette non guarderete più il mondo omosessuale con gli stessi occhi di prima sia questo quello che dovrebbe rimanere della comunità ursina.

Il libro è di genere erotico, sul quale ammetto di non sono molto esperta, ma anche qui non mi ha convinto: ho letto cose più interessanti su AO3 (e con più interessanti non intendo più porno – anche se ovviamente ci sono anche quelle).

Lo stile onestamente non lo so giudicare bene, quando le storie mi dispiacciono così tanto faccio difficoltà a separare le due cose, ma non ricordo di aver provato particolare fastidio da questo punto di vista durante la lettura, quindi forse da questo punto di vista il libro posso anche promuoverlo.

La copertina non è particolarmente elaborata ma gradevole, e il titolo mi piace molto, penso sia una delle cose mi ha più incuriosito e spinto a comprare il libro.

Immagine tratta dal libro.

Commento generale.

Mentre leggevo il libro alla fine di ogni racconto aggiungevo un brevissimo commento a caldo, e in ordine i miei commenti sono stati:
IN THE DARK ROOM: Non mi è piaciuto
RAPPORTI OCCASIONALI: Ancora meno
IL VICINO DI CASA: No
VERGINITÀ: Schifo

A freddo magari potrei mitigare un poco i giudizi così lapidari, ma resta il fatto che il libro proprio non mi è piaciuto: le storie le ho trovate insignificanti, i personaggi scontati, empatia zero.

Mini recensione

Una grande delusione:
storie infelici, meschine, banali.
Poveri orsi!

Grazie a…

TuttoSuiLibri.com, la cui recensione mi ha fatto venire voglia di leggere questo libro.

Sfide

Immagine tratta dal libro.

Un po’ di frasi

La catena che porti al collo ondeggia, seguendo ogni tuo movimento.
[incipit di IN THE DARK ROOM]

La musica aveva cominciato a ripercuotersi tra le meningi.
[incipit di RAPPORTI OCCASIONALI]

“Questa te la devo proprio raccontare.
“Cosa, di grazia?
[incipit de IL VICINO DI CASA]

Ho caldo. Sono in fila, aspetto il mio turno per il check in.
[incipit di VERGINITÀ]

explicit Leggi


* L'”orso” è un maschio omo- o bisessuale che ha una corporatura robusta e spesso una folta peluria, e in generale un aspetto molto mascolino. [Wikipedia]

Argomenti


25 commenti per Storie da orsi

  1. Atroxsaurus scrive:

    ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
    Ho aggiornato la pagina del blog è mi sono ritrovato un titolo diverso dal solito. E poi ho controllato reagendo con un: “Ma che cosa?”
    Sono rimasto sorpreso.

  2. Atroxsaurus scrive:

    E fu così che Phoebes scioccata dalla bruttezza di questo libro non si rivide più sul blog. (È solo una battuta per ridere non ti sto dicendo di scrivere un’altro articolo)

  3. Atroxsaurus scrive:

    Ti assicuro che un giorno o l’altro riuscirò a farti leggere un libro con 0 stelle. Intanto ti posso consigliare alcuni bellissimi titoli che ho trovato curiosando tra recensioni online, ti assicurò recensioni ottime ecco alcuni film: Troll 2, Zombi 3, La Croce Dalle 7 Pietre, AlbaKiara (un film giovane), Le Notti Del Terrore, Sharknado (miglior monster movie di sempre), Hercules della Dingo Pictures (una delle migliori case di animazione tedesche), dinosauri della Dingo Pictures, Primal Park per finire con lo stupendo House Of The Dead di uno dei migliori registi di sempre, Uwe Boll.

    • Phoebes scrive:

      Ti assicuro che un giorno o l’altro riuscirò a farti leggere un libro con 0 stelle.

      Perché voi essere così crudele?!?! :)

      Tra tutti i film che citi l’unico che ho visto è Sharknado: non lo definirei proprio il miglior monster movie di sempre ma sicramente era molto divertente! Gli altri non li ho mai sentiti, ma non sono proprio titoli che mi attraggono molto!

  4. Atroxsaurus scrive:

    Infatti erano tutti per fregarti. Non sono i migliori film, sono i migliori e i peggiori trash. Infatti ho detto tutto il contrario di quello che pensavo: Sharknado non è il miglior Monster Movie, La Dingo Pictures è la peggiore casa di animazione e infine Uwe Boll è uno dei PEGGIORI registi di sempre. A parte che spendere qualcosa per tutti i film che ho elencato non vale la pena, e alcuni li trovi anche su Youtube. Poi ne ho visti solo due di quelli che ti o elencato. Poi le recensioni che ho visto erano negative.

  5. Atroxsaurus scrive:

    La Croce Dalle 7 Pietre comunque è da vedere, non te ne pentirai o quasi. Ci sono mafia, demoni e un tizio che conosci, magari ti fai qualche risata!

  6. Atroxsaurus scrive:

    Quando il protagonista è seccante che muoia è la cosa più bella del mondo.
    La croce dalle 7 pietre lo trovi su YouTube. Ti ho lasciato i link sul tuo canale di alcuni trash.
    Qui capirai come sono riuscito a sapere l’esistenza della Croce Dalle 7 Pietre.
    https://www.youtube.com/watch?v=GXMnHM29wtY
    Così guardando l’inizio della recensione capirai che succederà in diverse parti del film.
    Non parliamo più di AlbaKiara (secondo trash più orrendo, al primo posto ci sono le notti del terrore, è il film più orrendo, le uniche cose belle sono le recensioni divertenti venute dopo). Io la Croce Dalle 7 Pietre non l’ho visto ma almeno ci mostra com’era il cinema italiano di una volta, una volta c’erano molti più generi di adesso. Ora abbiamo perlopiù noiose commedie che parlano sempre delle stesse cose ossia amore, cibo e politica. Non sto scherzando. Queste tre cose sono davvero ricorrenti. L’unica commedia italiana buona di questi ultimi anni è Se Dio Vuole che è riuscita a farmi ridere. Le commedie italiane attuali sono quasi tutte uguali. Se Dio Vuole è una delle commedie più originali che ho visto in questi anni.
    Comunque una certa The Asylum ha fatto Titanic 2 se ti interessa.

    • Phoebes scrive:

      Secondo me c’è una certa differenza tra un film trash, come Sharknado, questa Croce Dalle 7 Pietre, e altri, e Albakiara che è semplicemente un film brutto. Ma comunque, come ho detto, non l’ho visto e non mi va di vederlo, quindi in realtà non lo potrò giudicare mai!

      • Atroxsaurus scrive:

        Ok, grazie per la risposta. Dato che non vedrai mai la Croce Dalle 7 Pietre guarda la recensione divertente che ti ho linkato.

      • Atroxsaurus scrive:

        Comunque AlbaKiara non è una commedia, è solo un film di serie Z che vuole cavalcare l’onda di successo di film come Requiem For A Dream. Alba Kiara è spazzatura con la musica di Vasco Rossi in sottofondo (non sto scherzando, c’è davvero la musica di Vasco che è l’unico tizio che ha dato una recensione positiva, per il fatto che non riesce ad accettare che la sua musica sia finita in un film spazzatura). Comunque ho visto il 1° Nightmare finalmente (pure il 2° e il 3°). Sì il 1° mi è piaciuto moltissimo, il 2° mi aspettavo di peggio, il 3° è bello. Comunque Se Dio Vuole devi vederlo. Una delle migliori produzioni italiane di questi ultimi anni (non è un film trash). In quanto a parodie e film comici ti consiglio Dracula Morto E Contento (Molto meglio sul film di Dracula a colori che ho visto, quello era una noia totale) e Land Of The Lost (ti spoilererai allo stesso sulle creature quindi i dinosauri sono fatti bene). Poi ti consiglio Anaconda del 1997. Questi ultimi 3 film sono sottovalutati.
        AlbaKiara è sopravvalutato (anche se l’unica recensione positiva è quella di Vasco).

        • Phoebes scrive:

          Oddio, basta parlare di Albakiara, per favore!! E basta, ti prego, pure suggerirmi film, lo sai che non ho mai tempo per vederli, ce ne sono già tanti altri che vorrei vedere, e io e te non abbiamo proprio gli stessi gusti, quindi onestamente non penso mi possano piacere molti dei film che mi suggerisci!


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: