scritto da Phoebes
giovedì 31 Dicembre 2015
alle 22:30
Categoria : Rowling

di J.K. Rowling

Harry Potter
Harry Potter e il Calice di Fuoco
Harry Potter e il Principe Mezzosangue

Titolo: Harry Potter e l’Ordine della Fenice
Serie: Harry Potter (5)
Titolo originale: Harry Potter and the Order of the Phoenix
Genere: fantasy, formazione
Autore: Joanne Kathleen Rowling, vero nome Joanne Rowling (sito ufficiale)
Nazione: Regno Unito
Anno prima pubblicazione: 2003
Ambientazione: Hogwarts, Regno Unito, XX secolo
Personaggi: Harry James Potter, Ronald Bilius “Ron” Weasley, Hermione Jean Granger, Albus Percival Wulfric Brian Dumbledore/Silente, Severus Snape/Piton, Sirius “Padfoot/Felpato” Black, Dolores Jane Umbridge, Neville Longbottom/Paciock, Luna Lovegood, Rubeus Hagrid, Minerva McGonagall/McGranit, i Dursley (Petunia, Dudley e Vernon), Draco Malfoy, Cornelius Oswald Fudge/Caramel, Sybill Trelawney/Sibilla Cooman, Remus John “Moony/Lunastorta” Lupin, Dobby, Kreacher, Cho Chang, Bellatrix Lestrange, Tom Marvolo/Orvoloson “Lord Voldemort” Riddle
Casa Editrice: Salani (cartaceo) e Helen Nicoll Publishing (audio)
Traduzione: Beatrice Masini, in collaborazione con Valentina Daniele e Angela Ragusa (cartaceo)
Letto da: Stephen Fry (audio)


Illustrazioni: Serena Riglietti
Pagine: 804
Link al libro: IN LETTURA ASCOLTOANOBIIGOODREADS
inizio ascolto: 25 ottobre 2015
fine ascolto: 30 dicembre 2015



Hermione: Harry, non attaccare briga con Malfoy […], potrebbe renderti la vita difficile…
Harry: Accidenti, chissà come dev’essere, una vita difficile.
(Pagina 254)

Come ho fatto con gli altri audiolibri della serie, anche stavolta metto prima i vecchi commenti alle letture e riletture del cartaceo, poi il nuovo.

Voldemort è tornato, ma Harry, da giugno, non ne ha più sentito parlare. I suoi amici non gli scrivono, la Gazzetta del Profeta non dice nulla, nemmeno nei telegiornali dei Babbani c’è traccia di Colui-che-non-deve-essere-nominato. Eppure, una terrificante minaccia è in agguato a Little Whinging…

Harry Potter OOTP Poster by adamrabalais on DeviantArt
[primo commento dopo la prima lettura, postato il 13 maggio 2005]

Come sono triste!!!! Ho finito di leggere anche il libro 5, adesso devo aspettare novembre per leggere ancora!!! :(((

Mi è piaciuto veramente tanto questo libro, anche se è stato ancora più triste del precedente!

Data la “gravità” dell’argomento, il commento è quasi tutto spoiler (attenzione, TANTO spoiler!).

Cominciamo dalla fine, e cioè… nooooooooooo!!! Non ci posso credere che Sirius sia morto!!! Non è giusto!!! Ci sono rimasta troppo male, ‘sta cosa m’ha veramente traumatizzato! Era così felice a Natale, quando passeggiava per la casa cantando Tu scendi dalle stelle, o Fierobeeecco! Sono troppo troppo triste! Non è possibile, era il mio personaggio preferito, e me l’hanno tolto!!!

Sono talmente sconvolta che non ho più tanta voglia di commentare il resto del libro, ma comunque, qualcosina la voglio dire.

Mi aveva già stupito l’inizio del quarto, ma questo non è stato certo da meno! I Dissennatori che attaccano Dudley, zia Petunia che sa cosa sono i Dissennatori, e riceve una Strillettera! Davvero niente male come inizio! L’Ordine della Fenice mi è subito piaciuto molto, così come l’Esercito di Silente. Sono rimasta un po’ perplessa dal dubbio della volta scorsa, e cioè qual è il ruolo di Piton: fa la spia? Ma era lui o no allora quello che Voldemort era sicuro non sarebbe più tornato? La Umbridge era veramente insopportabile, ma mi è piaciuto molto come a causa sua tutti i professori si sono tacitamente uniti conto di lei, come per esempio Vitious che la “sfotte” dicendole che non poteva liberarsi dei fuochi d’artificio da solo perché temeva non fosse di sua competenza, e poi quando la McGrannitt suggerisce a Pix come svitare il lampadario, è stato il massimo! Per non parlare della mirabolante fuga dei gemelli Weasley! Stupenda!
E mi è piaciuto molto anche il personaggio di Luna, bello e consolatorio il suo dialogo finale con Harry. Bellissimo quando scrivono l’articolo sul giornale di suo padre! Mi ha fatto morire quando la Sprite dà 10 punti a Harry perché le ha passato l’annaffiatoio!

Bella anche l’idea di quelle creature (al momento mi sfugge il nome EDIT: i Thestral) che possono vedere sono quelli che hanno visto la morte.

Ginny è stata una vera sorpresa, dopo la sua “avventura” con Tom Riddle nel secondo libro, era un po’ uscita di scena, ma qui torna alla grande!

Piton è sempre il solito odioso, ma anche a me ha fatto pena nel ricordo spiato da Harry.

Bè, non volevo scrivere molto, ma alla fine ho commentato comunque. Finalmente tutti sanno che Voldemort è tornato, i Mangiamorte sono stati arrestati, anche se non tutti….

Insomma.. quando arriva novembre?!?!

Minimal Poster – HP5 by sahinduezguen on DeviantArt
[secondo commento aggiunto il 21 gennaio 2010]

Ed ecco il nuovo commento! Confermo quanto già detto in quello precedente, aggiungo alcune “riflessioni” (se così si possono chiamare) che la terza lettura mi ha suggerito. Questo libro è veramente il libro delle scoperte, più che negli altri ci sono rivelazioni a non finire! A cominciare già dalle prime pagine! Ritengo che questo sia senza dubbio il miglior inizio di tutti gli HP! I Dissennatori a Little Whinging! Le due vite di Harry che si mischiano!! E poi, ecco che cominciano le scoperte! La signora Figg, per esempio. Compare già nel primo libro, Harry viene affidato a lei quando i Dursley sono via per il compleanno di Dudley. Chi si immaginava che fosse una Maganò, messa lì ad abitare vicino a Harry per controllarlo!! Ma soprattutto, c’è una scena a pagina 39, che…

«Non sono stato io! Sono stati due Dissennatori!»
«Due… che cosa sono queste sciocchezze?»
«Dis-sen-na-to-ri» ripeté Harry, forte e chiaro. «Erano due».
«E che cosa diavolo sono i Dissennatori?»
«Fanno la guardia alla prigione dei maghi, Azkaban» disse zia Petunia.

Che scena! Ricordo che la prima volta l’ho dovuta rileggere più volte per essere sicura di aver capito bene! Zia Petunia sa cosa sono i Dissennatori! E riceve una Strillettera! Assurdo mettersi a parlare coi Dursley di Lord Voldemort! Insomma, per tutte queste cose, li adoro questi primi capitoli!

Rivediamo vecchi (e cari) personaggi, come Sirius e Lupin, e quest’ultimo, benché poco presente, mi piace sempre di più, e devo dire che supera Sirius nella mia personale classifica di gradimento!

Conosciamo anche nuovi personaggi: Luna Lovegood, la adoro!!!! Bellissima la sua prima apparizione, ma anche tutte le successive!

E veniamo anche ad un’altra cosa che mi ha affascinato moltissimo in questo libro: i Thestral. Sono quelle strane creature che tirano le carrozze di Hogwarts, e che sono invisibili a chiunque non abbia mai visto la morte. Straordinari senza dubbio, anche se un po’ inquietanti!

Piton, Piton, Piton… vogliamo parlare di Piton? :) Diventa quasi “umano”, in questo libro. Quando insegna a Harry Occlumanzia gli parla per la prima volta seriamente, senza umiliarlo, è l’unico che si decide finalmente a dargli una spiegazione su quello che gli sta succedendo, e quando Harry migliora si ritrova (suo malgrado, non lo metto in dubbio!) a “lodarlo” e incoraggiarlo. Ma, soprattutto, l’umanità di Piton viene fuori dai ricordi “rubati” da Harry, in particolare quello definito come peggiore. Non che questo possa giustificare il suo comportamento, però certo comincia a fare un po’ pena! E fa un po’ pena anche Harry, nel sentirsi così solidale con quel professore che tanto odia, perché anche lui sa bene che significa essere vittima di angherie e prepotenze, e soprattutto scopre che suo padre, alla sua età, era un vero idiota, presuntuoso, arrogante e insopportabile!

Mi ricordavo di aver sempre giudicato questo libro come uno dei miei preferiti della saga, il più bello tra i primi 5. A distanza di tempo, però, mi chiedevo come mai, viste tutte le cose brutte che succedono, e le infinite ingiustizie di cui sono vittime Harry e moli altri personaggi a causa della Umbridge e del comportamento del Ministero. Rileggendo, però, ho ricordato cos’era che mi aveva fatto amare tanto questo libro! Proprio perché accadono tante cose brutte, si creano le occasioni per tante dimostrazioni di coraggio e amicizia. In particolare, mi emozionava ogni volta leggere di tutte le persone che affermano di credere a Harry, fregandosene di quel che dicono il Ministero e la Gazzetta del Profeta! Luna, in primis, poi Neville (e la sua formidabile nonna!), Ernie MacMillian, i lettori del Cavillo, i professori, e alla fine anche Seamus! Troppo bello tutto ciò!

Anche se la scena in assoluto più bella, e che rimane per me una delle pagine più belle di tutta la saga, è senza dubbio la fuga dei gemelli Weasley da Hogwarts!

Ma, come ho detto, ci sono anche cose brutte in questo libro. Prima fra tutte, come avevo detto già nel commento precedente (spoilerissimissimo, attenzione!), la morte di Sirius. Non mi dilungo a dire quanto mi dispiace, aggiungo solo una cosa a cui alla prima lettura non avevo pensato (forse troppo presa dalla tragicità della cosa): ma che cos’è quella stanza, dov’è morto Sirius? M’è venuto in un primo momento un pensiero macabro, forse era tipo una stanza dove venivano eseguite condanne a morte. Poi, dopo le parole di Luna alla fine, ho pensato che è forse il luogo dove la studiano, la morte. Mah!

Avevo detto che questo era il libro delle “rivelazioni”, ma poi mi sono messa a commentare altro, e non ne ho parlato più! Sarebbero tante le altre da citare, la famiglia di Sirius, l’Ordine della Fenice stesso, i genitori di Neville, la Profezia… mi limito a commentare solo quella che mi è piaciuta di più, ovvero la spiegazione del motivo per cui Harry ha dovuto vivere coi Dursley: perché l’unico modo per tenerlo al sicuro da Voldemort era sfruttare la potentissima magia messa in atto da sua madre, quando, sacrificandosi per lui, l’ha protetto col suo amore. Lacrimuccia! ;)

Anche se ho già letto i libri successivi, devo dire che l’ansia di proseguire la saga non è inferiore alla prima volta che lo lessi! Ma lascerò passare un po’ di tempo prima di buttarmi sul sesto.

Commenti sul DADA* teacher: che dire, la Umbridge è sicuramente il peggiore in assoluto! Nemmeno Allock aveva insegnato così poco e male! Per di più, i danni fatti a prescindere dall’insegnamento, non si contano!!

Harry Potter and the Order of the Phoenix by emmilinne on DeviantArt

Ed ecco che, dopo più di una rilettura, all’ascolto dell’audiolibro io avrei ancora un sacco di cose da dire su questo libro. Cercherò di limitare al massimo le ripetizioni e accennare solo a quello di cui non avevo parlato nei commenti precedenti. Con qualche eccezione. Per esempio non posso non dire di nuovo quando ho apprezzato la trama e che fin dal bellissimo inizio ci mostra un tono più inquietante (Dissennatori a Little Whinging! Non riesco proprio a non stupirmi ogni volta, anche se già lo so!).

L’ambientazione si arricchisce in questo libro di un nuovo, interessante, luogo: il numero dodici di Grimmauld Place, a Londra. Si tratta della casa di Sirius, che lui offre all’Ordine della Fenice come quartier generale.

) La parte più bella è comunque per me sempre quando arriviamo a Hogwarts! :) Quest’anno il nostro trio di protagonisti deve vedersela con i famigerati G.U.F.O. (O.W.L. in originale), gli esami alla fine del quinto anno che potrebbero avere effetti sulla loro carriera una volta lasciata la scuola.

Luna Lovegood by Miava-chan on DeviantArt

Anche se l’ho citata in entrambi i commenti precedenti, parlando dei personaggi non posso non rinominare di nuovo Luna! Quanto la adoro! Fin dalla prima apparizione attrae per le sue stranezze, ma sono i momenti seri che me la fanno veramente amare, il fatto che pur con la sua aria perennemente sognante e stupita, sembra sapere sempre cosa fare, ed è sempre imperturbabile. Molto commovente l’ultimo saluto a Harry, quando lei sta cercando gli oggetti che come ogni anno i compagni le fanno sparire, e parla della cosa senza amarezza e senza rancore, poi gli racconta di sua madre, della morte in generale (Ma dài! Li hai sentiti anche tu, dietro il velo…) e se ne va, lasciando in Harry uno strano senso di consolazione: Luna si allontanò, e mentre la seguiva con lo sguardo Harry ebbe la sensazione che quel terribile senso di oppressione allo stomaco fosse un po’ diminuito. Audio di tutta la scena:

Di nuovo mi hanno colpito i Thestral, creature estremamente affascinanti. Di nuovo ammiro Hermione per il suo coraggio, la sua intelligenza e la sua tenacia. Sua è l’idea dell’Esercito di Silente, sua l’invenzione per comunicare con le monete, ed è sempre lei l’unica, a parte coloro che lo facevano già prima, ad iniziare a pronunciare il nome di Voldemort. Peccato che sulla questione degli Elfi domestici, seppure sempre armata di coraggio e ottime intenzioni, ha sbagliato alla grande continuando a non capire che una liberazione forzata è per loro un danno peggiore che il permanere nella schiavitù.

Neville l’ho sempre trovato molto simpatico, e mi fa molto piacere che in questo libro acquisti maggiore importanza, con la rivelazione del suo passato, la tristissima scena quando lo incontrano all’ospedale in visita ai suoi, e la determinazione con cui si applica nella Difesa contro le Arti Oscure, ottenendo straordinari miglioramenti.

Dopo l’ascolto del romanzo precedente, ero rimasta col dubbio: ma Harry ha ancora la mappa del malandrino? Sì, in questo romanzo la usa. E mi è venuta a questo proposito un’altra curiosità: mi chiedo se Harry abbia mai rivelato a Fred e George l’ identità degli autori della mappa! I gemelli avevano per loro una grande ammirazione, chissà che emozione scoprire che due li hanno addirittura conosciuti!

Stranamente non ho mai accennato nei commenti precedenti alla cotta di Harry per Cho. E’ vero che è una cosa che mi interessa meno, ma i pensieri di Harry sull’argomento, il desiderio di stare con lei, e poi anche la paura e l’imbarazzo… me li ricordo così bene! Perfino io, così refrattaria all’amore, li ho provati! :)

Silente è come sempre uno dei personaggi più belli. In uno degli ultimi capitoli (il 36, dal titolo “The Only One He Ever Feared”, ovvero “L’unico di cui abbia mai avuto paura”) lo vediamo anche in azione, a dimostrare perché è in effetti l’unico mago che Voldemort tema. Ma è nel capitolo successivo che mi è piaciuto più che mai: in questo capitolo Silente ammette di essere umano. Rivela ad Harry di aver commesso degli errori, e di averli commessi perché anziano, e perché affezionato a Harry più di quanto avrebbe immaginato. L’onestà e la tranquillità con cui si accusa di essere il principale responsabile degli avvenimenti che hanno portato alla morte di Sirius, mi ha commosso forse più di ogni altra cosa.

Degli altri personaggi, che dire: quelli che amo sono sempre più adorabili (Lupin!), quelli odiosi sempre più insopportabili (Draco, Umbridge…)
e quelli ambigui sempre più misteriosi (se ovviamente non avessi letto i libri successivi).

Lo stile di questi audiolibri è sempre piacevolissimo, non solo perché in originale ma anche perché Stephen Fry è talmente bravo che per poco non mi faceva piacere pure Umbridge! :D

La copertina dell’edizione audio. Cliccandoci sopra potete andare al link dove comprarla.

La copertina della mia edizione cartacea non è male: c’è Harry, c’è una Fenice, insomma, può andare. Quella della versione audio è come sempre un po’ spoilerante, visto che mostra la profezia. Il titolo è molto bello, questo Ordine mi ha incuriosito fin da subito, anche se ancora una volta rimane marginale rispetto al resto della storia.

Commento generale.

Questo romanzo si riconferma uno dei miei preferiti della serie: emozionante in tutti i sensi, con scene tristi, allegre, divertenti, avvincenti… c’è di tutto!

Il segnalibro che ho realizzato per la sfida Torniamo ragazzi nel 2010.


Momento più…

…nostalgico: il primo esame che i Nostri si trovano a dover affrontare ai G.U.F.O. è Incantesimi, e la prima domanda è su Wingardium leviòsa: quanti ricordi!!! :)
…preoccupante: trovarmi quasi d’accordo con Phineas Nigellus Black! o.O L’ex preside di Hogwarts, che conosciamo dai suoi ritratti, ha opinioni sugli studenti e sull’insegnamento davvero antieducative, poiché in genere li detesta, non sopportando il fatto che gli adolescenti sono convinti di sapere sempre tutto, si sentono incompresi ma poi rifiutano ogni tentativo di comprensione. Bè, sarà che sto invecchiando, ma non riesco a dargli tutti i torti! ;)

Curiosità
Nel terzo libro con Lupin a lezioen avevamo imparato che nessuno sa che forma hanno davvero i Mollicci perché in prresenza di persone assumono la forma di quello che fa loro più paura. Bè, non è del tutto vero! Infatti in questo libro scopriamo che l’occhio di Moody, che vede attraverso le cose, può vedere anche nei mobili, e quindi lui sa che aspetto hanno davvero i Mollicci!

Sfide

Mini recensione (1-5 parole)

Luna Lovegood la mia preferita!

Trasposizioni

Un po’ di frasi

Il giorno più caldo dell’estate – almeno fino a quel momento – volgeva al termine e un silenzio sonnacchioso gravava sulle grandi case quadrate di Privet Drive.
[incipit]

Prima di cominciare la lezione di oggi, ritengo opportuno ricordarvi che il prossimo giugno affronterete un esame importante, durante il quale dimostrerete quanto avete imparato sulla composizione e l’uso delle pozioni magiche. Per quanto alcuni alunni di questa classe siano senza dubbio deficienti, mi aspetto che strappiate un ‘Accettabile’ al vostro G.U.F.O., o incorrerete nel mio… disappunto.
[…]
Dopo quest’anno, naturalmente, molti di voi smetteranno di studiare con me. Io ammetto solo i migliori nella mia classe di Pozioni per il M.A.G.O., il che significa che ad alcuni dovrò dire addio.
[…]
Ma abbiamo un altro anno davanti prima di quel lieto congedo.
(Pagina 227)

Per la professoressa Umbridge fu come ricevere uno schiaffo in piena faccia. Non disse nulla, ma lisciò la pergamena sulla tavoletta e cominciò a scrivere furiosamente.
Con somma noncuranza, la professoressa McGranit si rivolse di nuovo alla classe.
(Pagina 310)
Adoro l’ “estrema noncuranza” (in originale lei era “supremely unconcerned”) della professoressa McGonagall/McGranit. Come vorrei essere capace di reagire come lei di fronte a certe situazioni! :)

Ma i Thestral hanno una brutta fama solo per quella storia della morte… la gente credeva che erano cattivi segni, ma è che non capivano, no?

Hagrid
(Pagina 426)

Ron: Uno non può provare tutte quelle cose insieme. Scoppia.
Hermione: Solo perché tu possiedi la varietà di emozioni di un cucchiaino non significa che siamo tutti così.
(Pagina 436)

I pensieri non sono un libro che si possa aprire ed esaminare a piacimento. Non sono incisi all’interno del cranio in modo che qualunque intruso possa leggerli. La mente è qualcosa di complesso e stratificato, Potter… o perlomeno, la maggior parte delle menti lo sono.
Piton
(Pagina 501)

Quando sei cresciuta con Fred e George, dopo un po’ cominci a credere che se hai abbastanza fegato tutto è possibile.
Ginny
(Pagina 613)

I giovani non possono sapere quello che i vecchi pensano e provano. Ma i vecchi sono colpevoli, se dimenticano che cosa significa essere giovani…
Silente
(Pagina 764)

Secondo Madama Chips, i pensieri potevano lasciare cicatrici più profonde di qualunque altra cosa.
(Pagina 783)

explicit Leggi


* DADA: acronimo di Defence Against the Dark Arts, materia di Hogwarts tradotta in italiano come Difesa contro le Arti Oscure.

Argomenti



ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: