scritto da Phoebes
domenica 10 giugno 2018
alle 0:05
Categoria : _cinema_

A Star Wars Story

Fin da bambina sono stata una grandissima fan di Guerre Stellari, ho visto e rivisto a suo tempo molte volte i primi tre film. Quando nei primi anni 2000 è uscita la nuova trilogia ero contentissima, sono andata a vederli tutti al cinema, non li ho adorati, ma è stato comunque bello rivedere l’universo di Guerre Stellari, poterlo vedere per la prima volta sul grande schermo. Quando più di recente si vociferava dell’uscita di una nuova trilogia, non dei prequel stavolta, ma un seguito della trilogia originale, ero ovviamente molto curiosa. Quando ho saputo che avrebbe avuto non solo gli stessi personaggi, ma anche gli stessi attori, sono definitivamente entrata in emozionatissima attesa dell’uscita del nuovo film. Così per l’occasione ho deciso di fare una cosa che desideravo da tanto, e cioè rivedermi tutti e 6 i film in ordine cronologico di storia e non di uscita, e commentarli qui sul blog. E ora proseguiamo con i nuovi film della saga!!! :)

di Ron Howard

Guerre Stellari
Episodio III – La vendetta dei Sith
Rogue One

Let me give you some advice. Assume everyone will betray you. And you will never be disappointed.
Beckett

È un periodo senza legge. I Sindacati del Crimine competono per le risorse: cibo, medicine e ipercarburanti. Sul pianeta cantieristico Corellia, la terribile Lady Proxima costringe i fuggiaschi a una vita di crimini in cambio di riparo e protezione. Su queste strade meschine, un giovane lotta per la sopravvivenza, ma desidera volare tra le stelle…

Come tutte le volte che esce un nuovo prodotto di Guerre Stellari, io sono sempre molto titubante. Solo, per esempio, non mi ispirava per niente, però poi come sempre mi faccio convincere dall’entusiasmo del web, dal trailer, o semplicemente dalla curiosità, e anche se non sono riuscita a trovare nessuno che mi accompagnasse, sono andata comunque a vederlo. Non ne sono rimasta proprio entusiasta, ma comunque mi è piaciuto.

La trama l’ho trovata un po’ troppo prevedibile, soltanto un paio di cose mi hanno colta di sorpresa: la storia dei predoni di Enfys Nest, che poi scopriamo invece essere l’inizio della ribellione, e il fatto che regalando loro tutto quel coassio (una sostanza molto preziosa che credo serva per i motori a ipervelocità) Han ha in pratica aiutato la ribellione contro l’Impero a nascere.

L’ambientazione temporale è interessante perché vediamo un periodo di passaggio nella galassia, con l’Impero che imperversa e la ribellione che ancora non esiste. A quanto ho capito dovremmo assere una decina d’anni prima di Una nuova speranza. L’ambientazione “planetaria” un po’ meno, o almeno a fine visione non c’era qualcosa che mi era rimasto particolarmente impresso. Certo è interessante vedere il pianeta natale di Han, Corellia, però per poco. Per il resto bazzichiamo qua e là, l’unica cosa veramente interessante è la famosa Kessel, ma ne parlerò dopo a proposito di collegamenti e citazioni del resto della saga.

Veniamo ai personaggi. Il protagonista Han lo conosciamo tutti molto bene, e già da giovane presentava alcune delle caratteristiche che gli ritroveremo poi da adulto come l’incredibile fiducia in se stesso e soprattutto nelle sue capacità come pilota, ma riserve comunque alcune sorprese che mi hanno particolarmente colpito. La prima è che essendo orfano non ha un nome di famiglia, come viene chiamato nel film, Han dice di essere da solo, così è l’ufficiale da cui si presenta per imbarcarsi a dargli per questo motivo il cognome “Solo”. Ci sono altre cose poi ma decisamente più spoiler quindi le metto coperte. Per realizzare il suo sogno di fare il pilota e sfuggire a Lady Proxima, si è arruolato nell’impero! Per fortuna è durato poco. Poi scopriamo che parla un po’ di wookie, ed è la prima volta che sentiamo un personaggio non appartenente a quella specie parlare in quel modo, e vediamo anche i sottotitoli! Lì ammetto non me l’aspettavo proprio questa svolta! Infine l’ultima sorpresa, per così dire, è una mia generale impressione su Han che quindi metto fuori di spoiler: il giovane Han, nonostante l’infanzia difficile e alcune brutte cose che gli sono successe, è un idealista. Il personaggio di Beckett rappresenta di contro quel cinismo e quella disillusione che poi caratterizzeranno anche Han nell’episodio 4, ma che evidentemente non hanno mai davvero attecchito se lo fanno poi diventare un generale della ribellione. A proposito di questo Beckett, vorrei aggiungere qualche dettaglio su di lui: è un fuorilegge con un debito da saldare per cui rischia la vita. Ricorda qualcuno?

Immagine presa dal sito ufficiale del film.

Qi’ra, il personaggio femminile principale, interpretata da Emilia Clarke, non è piaciuta particolarmente, l’ho trovata veramente super prevedibile. Molto più interessanti due personaggi femminili minori, Val la fuorilegge della banda di Beckett e, soprattutto, L3-37, primo droide di sesso femminile (esclusa forse qualche comparsa, onestamente non ricordo con assoluta certezza). È la droide e copilota di Lando, strenua sostenitrice dei diritti delle macchine, scontrosa e senza peli sulla lingua e molto umana nell’impicciarsi degli affari degli altri. Ad un certo punto darà il via ad una rivolta di schiavi in cui verrà colpita a morte, ma la sua memoria verrà scaricata nei computer del Millennium Falcon.

Lando Calrissian è il personaggio che aspettavo più di vedere, forse anche più di Han stesso, e devo dire che Donald Glover è stato perfetto nella parte! Fascinoso, imbroglione, intraprendente, già fan dei mantelli :) e, soprattutto, proprietario del Millennium Falcon! E come sempre, anche (e soprattutto) in questo film il Millennium Falcon è uno dei personaggi principali. Rivederlo è stata una delle scene più emozionanti del film, ed era evidente anche per gli autori l’importanza dell’astronave perché il tema di Guerre Stellari viene accennato la prima volta quando vediamo i famosi dadi portafortuna che poi saranno parte integrante della nave, ma soprattutto la sentiamo per la prima volta davvero quando han e Chewbacca si ritrovano insieme a pilotarla.

Quando so che un film voglio vederlo comunque, non prendo informazioni al riguardo. Pur non cercandole però certe cose si vengono a sapere comunque, come la presenza di Emilia Clarke e Donald Glover. È stata per me invece una sorpresa la presenza di Paul Bettany nella parte di Dryden Vos, un boss del crimine a capo di un’organizzazione chiamata Alba Cremisi. Peccato, veramente peccato non aver visto il film in lingua originale!!! :(

Da fan della saga non posso non commentare anche qualche dettaglio tecnico. Come per Rogue One non inizia col tema musicale e la scritta che scorre nel classico modo, ma c’è comunque una piccola introduzioen scritta nello stesso stile di “Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…”.

Veniamo ora alla parte più succosa, che ormai è un must per tutti i nuovi film della saga: le citazioni e i riferimenti alla trilogia originale. Condivido qui tutti quelli che mi sono saltati all’occhio.

citazioni e riferimenti (SPOILER SPOILER SPOILER!!!) Leggi

Immagine presa dalla pagina Facebook del film.

Commento generale.

Nel complesso un film divertente, non il mio preferito neanche tra quelli nuovi, soprattutto l’episodio 8 e Rogue One mi sono piaciuti molto di più, mi hanno emozionato moltissimo, questo qui mi ha al massimo divertito. Comunque un bel film pieno di azione, delle già citate immancabili citazioni (ormai non possono mancare) e che lascia anche quualcosa in sospeso, lasciando forse spazio a un sequel di questo prequel. Insomma, niente di che, ma gradevole.

Curiosità
In questo film ci sono ben tre attori presenti anche nei film della Marvel: Paul Bettany (Vision, presente in Age of Ultron, Civil War e il più recente Infinity War), Donald Glover (Aaron Davis in primi due Iron Man).

La banda di Enfys Nest.
Immagine presa dal sito ufficiale del film.

Titolo: Solo: A Star Wars Story
Titolo originale: Solo: A Star Wars Story
Regia: Ron Howard
Anno: 2018
Paese: USA
Genere: fantascienza, azione, avventura
Soggetto: George Lucas (personaggi)
Sceneggiatura: Jon Kasdan, Lawrence Kasdan
Musiche: John Powell
Casa di produzione: Lucasfilm, Walt Disney Pictures
Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures
Attori: Alden Ehrenreich (Han Solo), Joonas Suotamo (Chewbacca), Woody Harrelson (Tobias Beckett), Emilia Clarke (Qi’ra), Donald Glover (Lando Calrissian), Thandie Newton (Val), Phoebe Waller-Bridge (L3-37), Paul Bettany (Dryden Vos), Jon Favreau (Rio Durant – voce), Erin Kellyman (Enfys Nest), Linda Hunt (Lady Proxima – voce)
Link al film: sito ufficialeWikipediaIMDb

Argomenti


2 commenti per Solo

  1. Katerina scrive:

    Non l’ho ancora visto (e grazie a facebook mi sono pure beccata uno spoiler enorme), anche se penso di recuperare in settimana, sperando che regga ancora qualche giorno.
    Onestamente ho aspettative così basse su questo titolo – ossia che non potrà mai essere peggio dello Speciale di Natale dove il padre di Chewbacca guarda un porno in salotto – che inizio a sospettare che potrebbe piacermi.


ATTENZIONE! Se devi scrivere uno spoiler, racchiudilo nei tag [spoiler title="SPOILER"][/spoiler]. Puoi usare inoltre i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: